Dai successi sul ring a quelli di allenatore: il foggiano Ciro Di Corcia entra nella Federazione Pugilistica Italiana

Il sette volte campione italiano e bronzo iridato, è stato nominato nella Commissione Amatori, uno dei settori federali. E intanto i ragazzi della Pugilistica “Taralli” continuano a mietere successi

Ciro Fabio Di Corcia

Si dice che a Foggia si viva di pane e pallone. Detto veritiero, ma fino a un certo punto. Perché la Capitanata sportiva ha saputo e sa ancora produrre talenti di altissimo livello. Pensate alla scherma, o al nuoto, o ancora alle arti marziali. Ma soprattutto pensate al pugilato, ai trionfi della famiglia Curcetti, o al bronzo olimpico di Luciano Bruno a Los Angeles.

A suggellare il binomio tra Foggia e il pugilato c’è da sempre la celeberrima palestra Taralli. Luogo dove generazioni di ragazzi sono cresciuti, dove molti talenti sono sbocciati. Come quello di Ciro Fabio Di Corcia, che varcò le porte della “Taralli” quando era un bambino, e che tra quelle mura è diventato uomo e campione. Di Corcia è senza dubbio uno dei più grandi pugili foggiani degli ultimi anni, lo dice il suo palmares: 7 titoli italiani in 6 categorie differenti, un bronzo mondiale e un argento ai Giochi del Mediterraneo nella categoria SuperWelter. Trionfi che lo condussero anche a Sidney, dove partecipò ai primi Giochi Olimpici del nuovo millennio.

Terminata l’attività agonistica, Di Corcia non ha però abbandonato il pugilato, anzi. È diventato allenatore, formatore di nuovi piccoli campioncini. E da oggi ricopre anche un ruolo importante nella Federazione Nazionale dopo la nomina nella Commissione Amatori. A spingere per la sua nomina è stato il consigliere federale Giuseppe Macchiarola

Una nomina prestigiosa anche in considerazione della crescita esponenziale che sta avendo il pugilato amatoriale: “È una disciplina che si è sempre praticata – precisa Di Corcia – ma che non era mai stata rappresentata da una figura specifica. Con la creazione di questo settore, si sono organizzati i primi campionati regionali e nazionali, e si può dare spazio a quei ragazzi che vogliono praticare il pugilato senza il contatto pieno”. Come membro della commissione, Di Corcia si adopererà per il potenziamento del settore e la sua promozione, a cominciare dalla fiera del fitness di Rimini, in programma dal 30 maggio al 2 giugno, “dove parteciperemo con un nostro stand”. La sua nomina offre una grande opportunità anche per la Puglia dove fino a oggi il pugilato amatoriale si è svolto solo nelle palestre, ma mai in competizioni regionali e nazionali: “L’obiettivo è di organizzare i campionati anche in Puglia, per garantire agli atleti la possibilità di misurarsi nelle competizioni nazionali”.

Ma intanto Di Corcia prosegue nella formazione soprattutto a livello agonistico, e i risultati non mancano: “Nella nostra palestra ci occupiamo di tutto, del settore giovanile, agonistico e amatoriale. A livello giovanile abbiamo appena partecipato alla prima tappa del campionato regionale con ben 22 tesserati nelle 4 diverse categorie (schoolboys, junior, youth ed elite, ndr) e abbiamo conquistato 2 primi, 3 secondi e 4 terzi posti”. E tra questi ragazzi c’è già chi promette bene e può ricalcare le orme di Ciro Di Corcia: “Nella categoria junior ce ne sono due o tre che possono avere un grande futuro. Ma si tratta di un’età difficile, con mille distrazioni, bisogna fare attenzione e far sì che i ragazzi restino concentrati e lavorino con passione”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La piccola Alice non ce l'ha fatta: è morta la bimba di 6 mesi in vacanza con i genitori sul Gargano

  • Scossa di terremoto a Foggia e sul Gargano

  • Risucchiata dalle correnti bambina sprofonda giù, fratellino tenta di salvarla ma rischia di annegare. "Salvi per miracolo"

  • Incidente mortale: 20enne perde la vita in un terribile scontro frontale, nove persone ferite

  • Angelo non ce l'ha fatta: si è spento a 26 anni "un ragazzo fantastico". Due anni fa l'incontro con l'idolo Pippo Inzaghi

  • Attimi di terrore a Vieste: bimba di 6 mesi rischia di morire soffocata, sanitari le salvano la vita

Torna su
FoggiaToday è in caricamento