Doppio Biancolino espugna lo Zaccheria e apre la crisi del Foggia

Un errore dell'arbitro Aloisi contribuisce alla vittoria del Cosenza. Non basta il momentaneo pareggio di Varga. I rossoneri recriminano per un rigore non concesso

Il Cosenza espugna il Pino Zaccheria e apre la crisi di risultati della squadra di Zeman. Dopo Taranto i rossoneri cadono in casa sotto i colpi di Raffaele Biancolino (autentica bestia nera dei satanelli). La partita si apre con la contestazione dei tifosi sul rincaro dei biglietti adottato dalla società a causa delle multe pervenute in seguito al lancio di oggetti, petardi e fumogeni sul terreno di gioco dopo la gara interna vinta contro il Benevento.

Nel primo tempo, dopo una prima fase di studio, gli ospiti approfittano di un errore dell'arbitro Aloisi di Avezzano: Biancolino ruba palla tra le mani dell'estremo difensore rossonero e insacca tra lo stupore e le proteste dei padroni di casa. La rabbia scuote il Foggia e sugli sviluppi di un corner, Varga deposita in rete. Sau prima e Roselli dopo esaltano le doti di De Luca e Santarelli. Sul finire qualche scaramuccia accende gli animi e Santarelli è costetto a fare gli starordinari respingendo in uscita una pericolosa azione di contropiede conclusa da Mazzeo.

Nella ripresa il Foggia si riversa prepotentemente in avanti e sfiora in più di un'occasione il pari, ma come accaduto a Taranto, un errore a centrocampo permette a Mazzeo di lanciare in profondità Biancolino che non sbaglia. Foggia 1, Cosenza 2.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I padroni di casa, spinti dai 7mila dello Zaccheria, non si arrendono e provano a riequilibrare le sorti della gara con Salomon prima e Palermo dopo, ma nulla da fare. Il pubblico di casa esplode dalla rabbia quando l'arbitro legittima la sua pessima prestazione non concedendo un sacrosanto rigore per una trattenuta in area ai danni di Sau. E' l'ultimo brivido di una partita sfortunata che apre ufficialmente la crisi di risultati del Foggia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Foggia: trovato cadavere in un'auto

  • Coronavirus: le persone con il gruppo sanguigno A sviluppano sintomatologie più gravi, gruppo 0 è più protetto

  • Palpeggia, solleva e stringe a sè ragazza in via Sabotino. Interviene la polizia. Cittadino denuncia: "Siamo stanchi"

  • "Il botto è stato tremendo". Carabinieri evitano il linciaggio di due giovani, nel tamponamento ferito un bambino

  • Violenza sessuale su ragazza di 20 anni. Il racconto tra le lacrime: "Mi teneva così stretta che non riuscivo a liberarmi"

  • Uomo scomparso a Foggia, da 24 ore non si hanno più notizie. I familiari: "Aiutateci a ritrovarlo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento