Si riaccendono le luci allo 'Zac': il Foggia sfida il Nardò nel primo turno della Coppa Italia di serie D

Difficile ipotizzare l’11 che il duo tecnico Mancini – Corda schiererà: capitan Gentile, Salvi e Iadaresta i punti fermi attorno ai quali costruire la formazione

Immagine di repertorio

Si riaccendono le luci allo 'Zaccheria'. Dopo gli ultimi tribolati mesi - che hanno visto prima la retrocessione del Foggia dei fratelli Sannella dalla B alla C e successivamente la mancata iscrizione alla terza serie nazionale – i 'nuovi' rossoneri del presidente Felleca scendono in campo, questa sera alle 20, allo 'Zaccheria' per il primo turno della Coppa Italia di serie D.

Ad affrontare i satanelli, che nel turno preliminare hanno espugnato il 'Fanuzzi' di Brindisi con un gol all’ultimo istante di gioco di Iadaresta, sarà il Nardò. La compagine salentina, nel turno preliminare ha eliminato ai calci di rigore, il Casarano. 

Difficile ipotizzare l’11 che il duo tecnico Mancini – Corda schiererà: capitan Gentile, Salvi e Iadaresta i punti fermi attorno ai quali costruire la formazione titolare. A complicare le cose va considerata l’indisponibilità dei tre difensori over presenti in rosa (Anelli squalificato, Viscomi e Maccarrone infortunati). Convocati i tre nuovi acquisti classe 2001 Di Salvo, Cannas e Loschiavo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale sulla Statale 16: violento impatto tra un'auto e un tir, c'è una vittima

  • Musica d'estate in Capitanata: tutti i concerti a Foggia e in provincia

  • Foggiana rifiutata, milanese "razzista e salviniana" ritratta: "Colpa della menopausa, disposta ad affittarle casa senza cauzione"

  • Neonato morto a Foggia, famiglia chiede 1,7 milioni ai Riuniti. Gli avvocati: "Cause non ascrivibili ai sanitari dell'ospedale"

  • Milanese nega affitto a ragazza foggiana: "Sono razzista e leghista". Salvini : "È una cretina"

  • Maxi rissa a Foggia, paura e sangue in via Bagnante: il bilancio è di sette arresti e due persone in ospedale

Torna su
FoggiaToday è in caricamento