Il calcio italiano riparte, ma solo quello professionistico. Stop definitivo ai campionati dilettantistici

È quanto deciso dal Consiglio Federale: serie A, B e C proseguiranno. I campionati dovranno concludersi ad agosto. Termina, invece, la stagione di Foggia e Cerignola

È terminato da poco il Consiglio federale in Figc, per decidere del futuro dei campionati di calcio, fermi ormai dai primi di marzo. Al termine della riunione si è deciso la prosecuzione dei campionati professionistici: la stagione 2019/2020 dovrà chiudersi il 31 agosto, mentre il 20 agosto dovranno essere completati i tornei. La riunione cominciata oggi segue l'approvazione del protocollo degli allenamenti collettivi giunto dopo il parere positivi del comitato tecnico scientifico.

Il provvedimento riguarda i soli tornei professionistici, ovvero i campionato di serie A, B e C. Stop invece per tutti i campionati dilettantistici e il campionato femminile.

Non è escluso il ricorso a un piano B, in caso di nuove sospensioni: "Precedentemente al riavvio dell’attività agonistica sarà competenza del Consiglio Federale determinare i criteri di definizione delle competizioni laddove, in ragione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, le stesse dovessero essere nuovamente sospese, secondo i principi di seguito indicati: individuazione di un nuovo format (brevi fasi di playoff e playout al fine di individuare l’esito delle competizioni ivi incluse promozioni e retrocessioni; in caso di definitiva interruzione, definizione della classifica anche applicando oggettivi coefficienti correttivi che tangano conto della organizzazione in gironi e/o del diverso numero di gare disputate dai club e che prevedano in ogni caso promozioni e retrocessioni".

"Per quanto concerne l'attività dilettantistica - si legge nel comunicato della Figc - ivi compresa quella femminile fino alla serie B, valutate le condizioni generali e l'eccezionale situazione determinatasi a causa dell'emergenza covid-19, il Consiglio ha deliberato di interrompere definitivamente tutte le competizioni, rinviando ad altra delibera i provvedimenti sugli esiti delle stesse competizioni. Resta fissato al 30 giugno il termine per la conclusione dell'attuale stagione sportiva".

Dunque, la stagione del Foggia e del Cerignola si conclude qui. Come anche quella dei tornei dall'Eccellenza alla terza categoria. Solo nei prossimi giorni si decideranno i criteri delle promozioni e degli eventuali ripescaggi (ai quali guardano con particolare interesse le due società daune, in particolare quella rossonera). Anche perché al vaglio c'è anche l'ipotesi di riforma dei campionati che riguarderebbe la seconda e terza serie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Era bravissimo e un grande lavoratore". Amici e conoscenti in lacrime per Mattia. Pizzeria chiude per due giorni

  • Choc a Foggia: litiga con la fidanzata, i due 'cognati' lo raggiungono a casa e lo accoltellano

  • Rimprovera comitiva chiassosa, ispettore di polizia accerchiato e aggredito sotto casa: grave episodio a San Severo

  • Coronavirus, 8 casi in Puglia ma Capitanata senza vittime né contagi. I positivi scendono a 1222

  • Sangue in strada, omicidio a Trinitapoli: 43enne freddato con tre colpi di arma da fuoco

  • Coronavirus: due casi in provincia di Foggia, solo quattro in tutta la Puglia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento