Circa 100 ragazzi in campo per dimostrare che la vera inclusione è possibile

Concluso il progetto, tutto made in Foggia, “Sport Scuola Disabilità: Ampliamoci”.Servizi sociali, mondo dell’istruzione, associazionismo e aziende private insieme per i ragazzi con disabilità

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Si è chiuso con l’evento svoltosi stamane, venerdì 7 giugno c/o il Campo Sportivo FIGC a Foggia, il progetto “Sport Scuola Disabilità: Ampliamoci” partito a marzo scorso e vincitore del bando nazionale “Lo Sport per Tutti a Scuola” indetto dalla giunta nazionale del CIP (Comitato Italiano Paralimpico) per l’anno scolastico 2018/19. A scendere in campo sono stati circa 100 tra bambini e ragazzi appartenenti all’istituto comprensivo “Foscolo-Gabelli” e all’I.T.E. “Blaise Pascal” di Foggia.

Un esempio forte di inclusione che ha visto fianco a fianco, sia durante il progetto che nell’evento conclusivo, i ragazzi con disabilità e i normodotati. Diverse le stazioni allestite - calcio, percorso motorio, badminton, lanci (getto del peso e lancio del vortex), danza sportiva – che hanno permesso ai ragazzi di dimostrare quanto appreso durante le 45 ore di attività. “È stata una bella esperienza quella vissuta stamane all’insegna della vera inclusione, che è l’essenza dello sport. I ragazzi si sono appassionati alle nuove discipline e hanno espresso il desiderio di dare continuità al progetto il prossimo anno” ha dichiarato Floriana De Vivo, ideatrice di “Ampliamoci”.

Presenti alla manifestazione tutti gli attori che hanno reso possibile il progetto: Giuseppe Pinto, presidente CIP Puglia; Maria Aida Episcopo, dirigente dell’ufficio scolastico territoriale di Foggia; Floriana De Vivo, fondatrice dell’A.S.D. Elpìs, delegato regionale Fisdir Puglia e vicepresidente Cip Puglia; Fulvia Ruggiero, dirigente scolastica dell’istituto comprensivo “Foscolo-Gabelli”; il prof. Rossetti dell’I.T.E. “Blaise Pascal” e Domenico Di Molfetta, coordinatore provinciale educazione fisica. “Un ringraziamento speciale va a tutti loro, ai colleghi, al Miur e al CIP, alla famiglia Staffiero, alla Lucky Park srl che oggi ha messo a disposizione gratuitamente la struttura per questa manifestazione. Il loro supporto è la dimostrazione che l’inclusione non sia soltanto compito dei servizi sociali ma anche del settore dell’istruzione, dell’associazionismo e delle aziende private”, ha sottolineato la De Vivo. Grazie al progetto “Sport Scuola Disabilità: Ampliamoci” sono state acquistate le attrezzature necessarie per praticare il badminton che saranno, a breve, consegnate ai due istituti “Foscolo-Gabelli” e “Blaise-Pascal”. L’attività dell’ dall’A.S.D. Elpìs - che ha il merito di aver dato il via ad una sinergia made in Foggia - continuerà a settembre con l’avvio di altre discipline, oltre al nuoto e al nuoto sincronizzato, dedicate ai ragazzi con disabilità.

Torna su
FoggiaToday è in caricamento