Comincia il restyling del Foggia, via Delli Carri e Loschiavo. Nuovi tagli all’orizzonte: a rischio anche i big?

I due difensori sono i primi a lasciare Foggia nel mercato di riparazione, in attesa degli altri innesti che si aggiungeranno a Carboni. L'obiettivo principale resta l'attaccante

Ninni Corda

Sono Samuel Delli Carri e Marco Loschiavo i primi due calciatori a lasciare Foggia nella finestra di mercato di dicembre. I due calciatori non fanno più parte della rosa a disposizione di Ninni Corda

Due scelte piuttosto annunciate, anche in considerazione dello scarso minutaggio concesso a entrambi i calciatori. Loschiavo, classe 2001, ha giocato solo 56 minuti in campionato, ai quali si aggiungono due presenze in coppa. Per lui, ritorno alla Triestina, da dove era giunto con la formula del prestito. Solo tre, invece, le presenze in campionato del difensore italosvizzero, al quale è stata concesso lo svincolo, così come a Maccarrone, coinvolto, nei giorni scorsi, in uno scandalo sul calcioscommesse relativo alla militanza nel Bisceglie

Le partenze di Loschiavo e Delli Carri sono solo le prime di una serie di operazioni in uscita che potrebbe essere piuttosto lunga. D’altronde, lo ha fatto intendere lo stesso Ninni Corda nella conferenza stampa di ieri pomeriggio, al termine della gara di coppa Italia contro il Fasano, persa ai rigori: “Il Fasano ha avuto più fame di noi. Qualche giocatore ci serve per migliorare la rosa, sicuramente arriveranno elementi nuovi. Da domani (oggi, ndr) si pensa. Ho le idee chiare da giorni. Certe risposte negative da parte di alcuni giocatori non mi sono arrivate ieri ma già molto prima, tra questo fine settimana e l’inizio di settimana prossima prenderemo delle decisioni”. 

Diversi i calciatori in discussione: a rischio taglio c’è l’under Christian Notaristefano, praticamente inutilizzabile da inizio stagione per problemi fisici. Stesso discorso per il regista Gemmi, che dopo le prime appazioni in Coppa si è fermato per un problema al ginocchio. 

Non sembra del tutto salda neppure la posizione di Pasquale Iadaresta. L’attaccante ex Latina e Bari non sembra totalmente in sintonia con il tecnico Corda, e in più di un’occasione ha palesato un non grande feeling tecnico-tattico con il modo di giocare della sua squadra. Una sua partenza potrebbe portare anche all’innesto di due attaccanti over. Proprio sul centravanti si concentreranno i maggiori sforzi (anche economici) della società: la pista Santoro del Gravina sembra ormai tramontata; altrettanto complicata quella che conduce a Corvino del Fasano. Tedesco dell’Altamura piace, ma se arrivasse, non sarebbe l’unico tassello nel reparto avanzato. Una mano potrebbero darla alcuni club di C e D, ma per quanto riguarda le squadre della Lega Pro, bisognerebbe attendere l’apertura della finestra invernale dei professionisti a gennaio. 

Quel che sembra certo, è che da qui alla fine di gennaio, il volto del Foggia cambierà molto. L’obiettivo e le ambizioni della società, invece, resteranno le medesime, e non serve un mago per comprenderle. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla Statale 90, incidente mortale tra Foggia e Orsara: due vittime nello scontro tra un pullman e un'auto

  • Terribile incidente a Poggio Imperiale: scontro in A14, muore bimbo di 3 anni, due feriti gravi

  • Allarme a San Severo, cittadini denunciano: "C'è una pantera in città'"

  • Bomba a Foggia: colpito 'Il Sorriso di Stefano' di Vigilante, all'interno ragazza avverte malore

  • Incidente mortale: comunità in lacrime per Simone, il bambino deceduto nel terribile impatto tra due auto sulla A14

  • "Venite, c'è un tipo sospetto in viale Ofanto": cittadino lo segnala al 113, polizia arriva e 'acciuffa' truffatore

Torna su
FoggiaToday è in caricamento