Il cuore non basta alla Cestistica, super Hall trascina Piacenza: ottavo k.o. di fila per l'Allianz

La squadra di Cagnazzo perde 78-75 nell'ultima gara del girone di andata, malgrado una buona prestazione e dopo aver chiuso il penultimo parziale in vantaggio di 5 punti

Una vivace e mai doma Allianz Pazienza non riesce a tornare da Piacenza con i due punti in tasca: a vincere è l’Assigeco per: 78-75. Nell’ultima giornata di andata del Campionato di Serie A2 Old Wild West, la Cestistica perde contatto soltanto nell’ultimo quarto quando Piacenza, che si è affidata esclusivamente alle mani di uno stratosferico Hall (autore di 35 punti) e Ogide, allunga e resta fino alla fine un passo avanti. I tentativi di rimonta non mancano, ma lo sforzo è più nervoso che lucido. L’Allianz Pazienza segna 21 punti nel primo tempo, 19 nel secondo, 18 nel terzo e per finire 17 all’ultima frazione. Resta, comunque, una buona gara di squadra, i preziosi punti di Demps, Kennedy, Saccaggi e l’esordio del neo acquisto Nazzareno Italiano. Queste le parole del coach Damiano Cagnazzo al termine della partita: “Piacenza ha giocato una partita paziente, fisica e solida; una squadra che ha avuto voglia di vincere per consolidare il proprio posto in classifica. Ovviamente è un vantaggio giocare in casa ed avere un roster di qualità e con ampie possibilità di variazioni,  ma dobbiamo guardare a noi. Per 35’ minuti abbiamo giocato bene, anche se ai primi errori o colpi dei nostri avversari, crolliamo. Non siamo tranquilli mentalmente e questo ci penalizza e non ci permette di attuare le azioni provate in allenamento. Dev’essere chiaro un concetto: sebbene il momento sia negativo, in quanto non arrivano i risultati sperati, non credo sia il momento di abbattersi o deprimersi ed apprezzo tantissimo i tifosi che continuano a sostenerci nei momenti di difficoltà, anche a distanza. L’altro enorme ringraziamento devo rivolgerlo alla società; sentiamo la loro fiducia e sappiamo che lavorano quotidianamente per migliorare la nostra squadra - e l’acquisto di Nazzareno Italiano lo ha dimostrato, ndr - Noi, invece, dobbiamo tornare in palestra, lavorare, migliorare e risolvere i problemi che abbiamo”. 

La cronaca:

PRIMO QUARTO - Gli uomini scelti da coach Gabriele Ceccarelli: Hall, Santiangeli, Piccoli, Gasparin, Molinaro mentre coach Damiano Cagnazzo risponde con Saccaggi, Spanghero, Demps, Mortellaro e Kennedy.  I primi due punti sono gialloneri con Kennedy a segare facilmente sotto canestro, dopo di che ‘invasione’ di peluche da parte dei tifosi accorsi al PalaBanca per aderire all’iniziativa dell’Assigeco. Si riprende a giocare e Andrea Saccaggi, regolarmente in campo, mette a segno la prima bomba personale,  successivamente segnano Hall e Molinaro per i padroni di casa. I ritmi sono discreti già da queste prime battute ed anche Spanghero e Demps entrano a referto con i primi due punti. A metà quarto, la prima indicazioni tattica: Piacenza difende a zona, anche se Kennedy (autore già di 2 falli)  e Mortellaro sfondano ancora il muro dei padroni di casa. Dall’altra parte la tripla di Piccoli e Hall portano a +4 Piacenza. Sul finale della prima decina, coach Cagnazzo richiama Saccaggi e Mortellaro per Antelli e Nazzareno Italiano (all’esordio) anche se è ancora l’Assigeco a macinare punti con Ogide e Santiangeli ed il divario, seppur leggermente, aumenta. Servono i 5 punti consecutivi a spezzare l’inerzia positiva degli uomini di Ceccarelli. Fine primo quarto: 24 - 21.

SECONDO QURTO - Ogide sbaglia da tre, ma dopo aver ripreso il ribalzo ci riprova e segna per poi ripetersi nell’azione successiva ed i punti diventano cinque in poco meno di un minuto. San Severo, invece, manovra le sue azioni con frenesia e se ne accorge anche il coach che getta nella mischia Di Donato e Conti che sbaglia due volte, ma non la terza, dalla lunga distanza. Nonostante ciò, i punti di distacco tra le due squadre non sono molti e la partita è super equilibrata. Segna Hall da sotto, lo imita Kennedy, sbaglia Ogide da tre e fa lo stesso anche Di Donato, Hall dai 7 metri si supera e Kennedy sotto canestro fa valere i suoi centimetri. Si conclude il secondo quarto sul: 42 - 40. Un occhio alle statistiche: Hall 16 punti e Ogide 12 per Piacenza, 11 Demps e 10 per Markus Kennedy.

TERZO QUARTO - Si ritorna sul parquet con gli stessi uomini del primo quarto: Hall, Santiangeli, Piccoli, Gasparin e Molinaro contro Saccaggi, Spanghero, Demps, Mortellaro e Kennedy. Anche l’inizio è il medesimo della prima frazione con San Severo aggressiva che segna due volte sotto il ferro grazie a Chris Mortellaro e ai due tiri dalla linea della carità di Markus Kennedy. 6 - 0 il parziale in questi primi 3’ di terzo quarto per i neri. Piacenza non ci sta e Gasperin punisce da tre, ma Spanghero e Saccaggi nelle azioni successive replicano con nonchalance. E’ una bella e vivace Allianz Pazienza e coach Ceccarelli corre ai ripari chiamando il timeout che ha i suoi effetti non tanto per l’efficacia dei suoi uomini quanto per gli errori di impostazione dei gialloneri. Con un pizzico di fortuna ed attenzione in più, la Cestistica sarebbe potuta andare al +8 e massimo vantaggio, ma non è così. Continua a regnare l’equilibro e saranno decisivi gli ultimi 10 minuti. Questa volta sono i neri avanti 58 - 53.

ULTIMO QUARTO - Piacenza si affida ai suoi uomini migliori: Ogide e Hall e riportano il punteggio in parità. Adesso la gara è da vincere più che altro da un punto di vista mentale; non si deve mollare proprio ora nel momento di massimo pressione dei padroni di casa. Cagnazzo chiede il timeout perchè i suoi non sono entrati con la determinazione avuta per 30’ e serve Kennedy, l’1/3 di Italiano e Saccaggi a dare una scossa al tabellone. Ora, e sicuramente lo sarà fino alla fine, si gioca sul ‘punto a punto’: si inizia con una tripla rocambolesca ed impossibile di Hall che potrebbe stroncare la partita, ma non è così. Ancora Spanghero nel cost to cost e poi Demps riportano i neri a +2 quando sul tabellone mancano ancora 3’. Non è finita, l’indomabile Hall segna ripetutamente da ogni centimetro del parquet e si va sul 72 - 70 che diventa a 9’’ dalla fine 76 - 75 grazie alla tripla di Andrea Saccaggi, ma non basta più. Seppur di poco, vincono, con il minimo sforzo, i padroni di casa per: 78 - 75. Nel complesso è stata una gara equilibrata per i primi 20’, nella terza frazione l’Allianz ha provato con un buon gioco ad allungarsi, ma è crollata nell’ultima e decisiva frazione.

L’intera partita sarà trasmessa domani in differita su TeleBlu (canale 72 del DTT) alle ore 21. Per la penultima giornata del 2019 e la prima del girone di ritorno, l’Allianz dovrà vedersela contro l’Urania Milano, alle ore 18, al “Falcone e Borsellino”.

Il tabellino

UCC Assigeco Piacenza - Allianz Pazienza Cestistica San Severo 78-75 (24-21, 18-19, 11-18, 25-17)

UCC Assigeco Piacenza: Mike Hall 35 (6/10, 5/12), Andy Ogide 19 (3/8, 3/9), Marco Santiangeli 12 (4/8, 0/6), Giovanni Gasparin 7 (1/4, 1/2), Matteo Piccoli 3 (0/1, 1/3), Lorenzo Molinaro 2 (1/1, 0/1), Francesco Ikechukwu Ihedioha 0 (0/1, 0/0), Eugenio Rota 0 (0/0, 0/1), Massimiliano Ferraro 0 (0/0, 0/0), Lorenzo Cremaschi 0 (0/0, 0/0), Cristiano Faragalli 0 (0/0, 0/0) - Coach: Gabriele Ceccarelli

Tiri liberi: 18 / 26 - Rimbalzi: 39 15 + 24 (Mike Hall 15) - Assist: 17 (Marco Santiangeli 6)

Allianz Pazienza Cestistica San Severo: Markus Kennedy 16 (5/10, 0/1), Del Demps 14 (5/10, 1/4), Andrea Saccaggi 11 (1/5, 3/7), Chris Mortellaro 9 (4/5, 0/0), Marco Spanghero 8 (2/3, 1/4), Michele Antelli 7 (3/4, 0/2), Emidio Di Donato 6 (1/1, 1/3), Alberto Conti 3 (0/0, 1/4), Nazzareno Italiano 1 (0/0, 0/1), Simone Angelucci 0 (0/0, 0/0) - Coach: Damiano Cagnazzo

Tiri liberi: 12 / 20 - Rimbalzi: 34 9 + 25 (Chris Mortellaro 9) - Assist: 10 (Markus Kennedy, Marco Spanghero 3)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riparte l'estate "strana" della Puglia: spiagge aperte da lunedì 25 maggio. Dal 1 luglio obbligo di apertura degli stabilimenti

  • Tragedia a Manfredonia: auto in mare, morta donna

  • Coronavirus, piccola impennata di contagi nel Foggiano: 10 nuovi casi. Calano i positivi in Puglia

  • Tragico incidente stradale sulla 'Adriatica': morto operaio foggiano, il terribile schianto contro un albero

  • Terribile incidente sulla Statale 16: tir si ribalta a pochi chilometri da Foggia, un morto e un ferito

  • Covid: nove dei 10 contagi sono del focolaio di Torremaggiore. Tre ricoverati e 83 persone in quarantena

Torna su
FoggiaToday è in caricamento