Antonio Esposito chiamato a salvare il Foggia, decisivo incontro con Mongelli

L'imprenditore di origini campane che lavora nel settore della telefonia e già presidente del "Città di Marino" si dice disposto a rilevare la società rossonera. Con lui ci sarebbero alcuni imprenditori locali

Antonio Esposito

Sono state ore decisive per il futuro dell’U.S. Foggia. L'incontro tra l’imprenditore di origini campane  Antonio Esposito e il sindaco di Foggia, è stato più proficuo che mai.

Il presidente del "Città di Marino", che lavora nel settore della telefonia, rileverà il 100% della società rossonera. Pagherà gli stipendi arretrati (poco meno di 600mila euro) e si preoccuperà di allestire la squadra dal punto di vista tecnico. La fidejussione sarà garantita per una metà da Mongelli e per l'altra dal gruppo di imprenditori locali Anellucci, Castellano e D'Antini.

Il piano salvataggio è riuscito. Domani il Foggia presenterà la documentazione necessaria per iscriversi al prossimo campionato di Lega Pro.

Nel caldo infernale di Minosse, i tifosi foggiani hanno tirato un sospiro di sollievo dopo aver atteso per ore fuori dal Comune e dalla Banca del Monte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta il suicidio, sospeso nel vuoto tra il balcone e l'asfalto perde i sensi: figlio, vicino, carabinieri e 115 gli salvano la vita

  • Attimi di tensione al Grandapulia, migranti minacciano di "bloccare il Natale": cariche della polizia e lanci di pietre

  • Inseguimento da film nel Foggiano: fuga a folle velocità tra la nebbia per 40 km, volanti speronate e sul finale lo schianto

  • Presa la banda foggiana che assaltava i bancomat: tre colpi in 20 giorni, quattro arresti

  • Incidente stradale sulla Statale 89: auto perde il controllo e finisce contro un muro, a bordo tre persone

  • Assalto armato a un portavalori: paura e fuga, ritrovata la Jeep dei banditi e una targa clonata intestata a un'auto del Foggiano

Torna su
FoggiaToday è in caricamento