Il dopo Bonacina visto dai tifosi, oggi amichevole a San Giovanni

Il popolo della rete si divide. C'è chi vede l'ingaggio di Stringara come "Una brutta brutta scelta", chi invece lo ritiene "il miglior allenatore sul mercato". In mattinata visita alla tomba di San Pio

Tifosi del Foggia

A due giorni dall'esonero di Bonacina e dall'ingaggio del suo sostituto Paolo Stringara, a Foggia si pensa a ripartire per preparare al meglio la trasferta di Foligno, cominciando dall'amichevole di questo pomeiriggio che si disputerà a San Giovanni Rotondo con la squadra locale alle 15.30.

Trasferta sulla carta facile contro una squadra ancora a zero punti dopo otto gare, ma come insegnano gli ultimi eventi accaduti ai rossoneri, anche l'impegno più abbordabile si può trasformare in un'impresa ostica. A rendere la gara di domenica un enorme punto interrogativo è il caos societario generato dal cambio di allenatore, giunto a sorpresa in un inizio di settimana che ha visto anche l'increscioso episodio dell'aggressione al patron Casillo.

Ma in tutto questo, i tifosi come hanno reagito? Facendo una capatina nel web tra forum, siti internet e fan page di facebook sono numerosi i supporter rossoneri che non hanno fatto mancare il proprio punto di vista sulla situazione societaria rossonera. Pareri discordanti sia sull'esonero di Bonacina che sulla scelta di Stringara. Pochi i tifosi che hanno manifestato soddisfazione sull'addio del tecnico bergamasco come alcuni utenti del forum di Foggiacalciomania che hanno visto nella scelta di Bonacina una scommessa azzardata e destinata al fallimento: "Bene, era importante non perdere altro tempo. Adesso non si badi a spese per il nuovo allenatore, basta scommesse".

Molti invece i tifosi che hanno interpretato l'esonero come la logica conseguenza di un rapporto con diversi giocatori irrimediabilmente compromessosi negli ultimi tempi: "nelle ultime settimane non ha retto alla pressione, ha gestito male lo spogliatoio ed è andato in totale confusione però devo ammettere che mi dispiace per bonacina....in bocca al lupo mister!" o ancora "Bonacina ha pagato più la rottura con lo spogliatoio che i risultati, perché almeno altre 2 partite le poteva fare, ma la società avrà giustamente pensato che con la squadra contro si poteva solo peggiorare".

Non mancano naturalmente i nostalgici che pensano alla squadra allenata lo scorso anno da Zeman i cui interpreti si stanno facendo notare in serie B (Insigne e Salamon su tutti). Su Facebook la voce dei tifosi si fa sentire soprattutto nella pagina ufficiale della società. Tra uno sparuto gruppo di utenti che caldeggiava il ritorno di Galderisi, e l'utente Giacomo che ritiene l'ingaggio di Stringara ''Una brutta brutta brutta scelta'', c'è anche chi ringrazia Bonacina per l'impegno profuso, ritenendolo vittima della sfortuna di aver allenato una squadra non all'altezza, come Giuseppe che augura ''Buona fortuna'' al tecnico bergamasco, o Italo che prende in prestito il linguaggio tipico dell'equitazione per giustificare i risultati poco brillanti del Foggia: "La colpa non è del mister ma sono i cavalli che non sono buoni tolti ovviamente Ginestra, Gigliotti, Lanzoni Venitucci e Lanteri"; poi c'è Antonio che evince da alcuni episodi e scelte dell'ex mister rossonero, delle problematiche che andavano al di là delle semplici questioni tattiche:"Più rivedo i gol della Reggiana, più penso alle esclusioni apparentemente inspiegabili delle ultime gare e al cambio ap-pa-ren-te-men-te insensato nell'intervallo domenica, più collego le cose e mi convinco che dietro l'esonero di Bonacina e le cattive prestazioni che lo hanno indotto non ci siano solo fatti tecnico-tattici. A questo punto è chiaro che il problema non è più solo la qualità del tecnico".

Infine i commenti ottimisti come quello di Francesco che punta sul neo tecnico rossonero, l'uomo giusto per fare il salto di qualità: "Abbiamo preso il miglior allenatore sul mercato.....il nostro campionato comincia da Foligno". Tanti punti di vista, tanti modi di pensare, un'unica speranza, quella di vedere il Foggia uscire dal tunnel della mediocrità nel quale è sprofondato.

In queste ore una delegazione dei giocatori rossoneri sta facendo visita alla tomba di San Pio.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale: 20enne perde la vita in un terribile scontro frontale, nove persone ferite

  • Risucchiata dalle correnti bambina sprofonda giù, fratellino tenta di salvarla ma rischia di annegare. "Salvi per miracolo"

  • Dramma sfiorato a Peschici: rischia di soffocare al ristorante, salvato da un turista. "Maurizio, sei un eroe!"

  • Angelo non ce l'ha fatta: si è spento a 26 anni "un ragazzo fantastico". Due anni fa l'incontro con l'idolo Pippo Inzaghi

  • Rissa di Ferragosto in pieno centro: scoppia lite tra due uomini, uno si scaglia contro gli agenti. Arrestato

  • Grave incidente stradale tra Trinitapoli e Cerignola, scontro tra due auto: un morto

Torna su
FoggiaToday è in caricamento