La storia di Alessandro, il tifoso di 8 anni che vuole rinunciare al suo salvadanaio per aiutare il Foggia Calcio

Fabio Piccirillo racconta il gran bel gesto del figlio Alessandro, che avrebbe voluto rinunciare al suo salvadanaio per aiutare il Foggia Calcio

Fabio ed Alessandro

Alessandro non è un tifoso come tutti gli altri, non tifa altre squadre e tra i suoi preferiti non ci sono i vari Messi e Ronaldo, ma i giocatori del Foggia, tra cui Oliver Kragl.

Ama andare allo stadio e sa anche soffrire per i colori rossoneri. Ha pianto per il meno 15 in classifica di inizio campionato e in un momento di difficoltà come quello che sta vivendo la città e la società, si è reso protagonista di un gran bel gesto che papà Fabio ha voluto raccontare attraverso le colonne di FoggiaToday

Alessandro, le 5 euro dal salvadanaio e le lacrime di papà Fabio

Salve FoggiaToday, vi scrivo per raccontarvi la storia di Alessandro, un bambino di 8 anni e grandissimo tifoso del Foggia. E solo del Foggia, perché per lui non esiste la serie A, lui ama solo la squadra della sua città

Ieri uscendo da scuola gli ho raccontato un po’ delle difficoltà della società e che si vive un momento particolare, questo per poterlo preparare ad ogni evenienza, anche perché la scorsa estate quando prendemmo il meno quindici me lo ritrovai piangendo da solo in bagno per quanto accaduto.

Allora Alessandro mi ha chiesto cosa si potesse fare per poter aiutare la squadra e mi ha chiesto se io potevo dare dei soldi alla società. Io in tutta risposta gli ho detto che non posso dare tanti soldi perché servono alla nostra famiglia, mentre lui mi ha detto che avrebbe fatto il bravo ed anche con pochi soldi ce l’avremmo fatta.

Dopo qualche minuto mi fa, “papà però posso dare tutti i soldi del mio salvadanaio così possiamo aiutare il Foggia”. Io con gli occhi lucidi gli ho detto che non sarebbe stato necessario e che attraverso l'azionariato popolare tutti insieme, anche versando solo 5 euro ciascuno, avremmo potuto aiutare la società.

La sera stessa sono tornato a casa tardissimo e al mio ritorno, sul tavolino d'ingresso ho trovato 5 euro. Sono rimasto colpito da quella banconota, così ho chiesto a moglie, che mi ha raccontato che Alessandro ha preso quei 5 euro dal suo salvadanaio che io avrei dovuto dare al Foggia Calcio.

Non vi nascondo che dai miei occhi sono scese delle lacrime, per quel gesto così grande fatto da un piccolo tifoso che ama questa squadra. Ve l’ho voluto raccontare perché ciò che è successo è stupendo e mi rende molto fiero ed orgoglioso.

Fabio Piccirillo

Potrebbe interessarti

  • Peschici, un paradiso rovinato dal degrado: "L'inciviltà regna sovrana e subiamo i postumi delle notti brave"

I più letti della settimana

  • "Rara e dubbia presentazione clinica" del nascituro. La direzione del 'Riuniti' precisa: "Nessun abbaglio, adottata la corretta procedura"

  • Incredibile agli Ospedali Riuniti di Foggia: medici sbagliano il sesso di un neonato, genitori sotto shock

  • Dramma sfiorato a Peschici: rischia di soffocare al ristorante, salvato da un turista. "Maurizio, sei un eroe!"

  • Rissa di Ferragosto in pieno centro: scoppia lite tra due uomini, uno si scaglia contro gli agenti. Arrestato

  • Incidente stradale a Foggia, scontro frontale tra due auto in viale Fortore: cinque feriti

  • Prima il litigio, poi la violenza: uomo accoltellato in via San Severo, polizia interroga una donna

Torna su
FoggiaToday è in caricamento