← Tutte le segnalazioni

Eventi

Imposto il 'Pallio' sulle spalle dell'arcivescovo Pelvi

Riporto una piccola cronaca della sobria e suggestiva celebrazione eucaristica svoltasi alle 18,30 del 23 ottobre presso la gremita Chiesa Cattedrale di Foggia, per l'imposizione del Pallio all'Arcivescovo Metropolita dell'Arcidiocesi di Foggia-Bovino, mons. Vincenzo Pelvi. Nel giorno memoriale della Dedicazione della Cattedrale di Foggia, concelebranti i vescovi tutti della Metropolia - nonchè l'Arcivescovo dell'Arcidiocesi di Bari-Bitonto e numerosi presbiteri della locale Arcidiocesi e delle Diocesi suffraganee - mons. Adriano Bernardini, nunzio apostolico per l'Italia, delegato da Papa Francesco, ha imposto il Pallio sulle spalle di Pelvi.

Cos'è il Pallio (tratto da Avvenire.it): "E' una striscia di lana bianca, simbolo del vescovo, Buon Pastore che con la sua lana d’agnello intende rappresentare la pecorella perduta o anche quella malata e quella debole che il pastore mette sulle sue spalle. Il pallio degli arcivescovi metropoliti, nella sua forma presente, è una stretta fascia di stoffa, di circa cinque centimetri, tessuta in lana bianca, incurvata al centro così da poterlo appoggiare alle spalle sopra la pianeta o casula e con due lembi neri pendenti davanti e dietro, così che – vista sia davanti che dietro – il paramento ricordi la lettera “Y”. È decorato con sei croci nere di seta, una su ogni coda e quattro sull’incurvatura, ed è guarnito, davanti e dietro, con tre spille d’oro e gioielli (acicula). La differente forma del pallio papale rispetto a quello dei metropoliti mette in risalto la diversità di giurisdizione che dal pallio è significata"

"La striscia di lana bianca è (rectius è stata) consegnata e non più "imposta" dal Santo Padre, come da tradizione il 29 giugno. In ogni caso "si mantiene tutto il significato della celebrazione del 29 giugno - spiega mons. Marini, riferendosi alla consegna del pallio nella solennità dei Santi Pietro e Paolo che comunque avverrà (rectius è avvenuta) in Vaticano -, che sottolinea la relazione di comunione tra il Santo Padre e i nuovi arcivescovi; allo stesso tempo, a questo si aggiunge, con un gesto significativo, questo legame con la Chiesa locale" 
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

Torna su
FoggiaToday è in caricamento