← Tutte le segnalazioni

Altro

Saltano sulle nostre auto e giocano a lanciarsi i sassi: siamo stanchi, fermate quei ragazzi!

Via Giulio de Petra, 1 · Carmine Nuovo

Gentile redazione di FoggiaToday, sono un residente di via de Petra e vi scrivo per denunciare una problematica che investe il quartiere in cui vivo. Purtroppo da un po’ di tempo una cricca di ragazzi della zona ha deciso di divertirsi a spese degli abitanti dei condomini circostanti e di tutti coloro che parcheggiano le auto per prendere il pulman per Melfi.

Non si tratta di piccole ragazzate, ma di veri e propri atti di vandalismo e danneggiamento della proprietà altrui. I ragazzi in questione, infatti, saltano sui tetti delle auto in sosta, giocano a lanciarsi sassi (costituendo un serio pericolo per i passanti, le automobili e le finestre, oltre che per se stessi) e sono stati sorpresi in più di un’occasione da alcuni condomini all’interno dei box, intenti a scassinarne le serrande per poi entrare e rubare ciò che vi è all’interno.

Tra di loro vi era anche una bambina che poteva avere a malapena 10-11 anni! Quando qualcuno prova a reagire, piovono minacce e parolacce e si vive in uno stato di insicurezza. Ora, è chiaro che questa situazione di disagio è qualcosa che potrebbe avere ripercussioni non solo nell’immediato, ma anche nel futuro. Pare abbastanza cristallino il fatto che comportamenti simili se non affrontati con il giusto anticipo, preparino un futuro decisamente più preoccupante per questi ragazzi e per il tessuto sociale della città.

Tale situazione è uno schiaffo non solo al senso civico, ma anche ai grandi sacrifici che le famiglie fanno ogni giorno e ciò è divenuto ormai intollerabile. Vi scrivo perché possiate dare voce a questo disagio e affinché magari le istituzioni politiche ed i servizi sociali si diano una mossa.

Oltre a tutto ciò, vorrei anche mettere l’accento sulla estesa presenza di eternit, usato soprattutto dagli abitanti delle baracche vicino la FIGC. Sappiamo quale rischio questo materiale potrebbe portare e questo comporta un ulteriore elemento di degrado. Vi ringrazio per avermi ascoltato e spero che il mio sfogo non passi inascoltato. Cordialmente,

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (9)

  • io ho un concetto di vita che mal si concilia con la mancanza di rispetto verso il prossimo e l'ambiente che ti circonda, per cui non accetto che qualcuno possa condizionare in negativo il cammino e l'evoluzione di ogni individuo onesto in seno ad una società civile, senza che si debba trovare un giusto e ragionato rimedio. pertanto non mi sento di condividere il pessimismo fatalistico di Criminal, nonostante si stia parlando di un contesto molto difficile, quale questa città rappresenta. ci sono le forze dell'ordine e le dobbiamo tediare fino alla noia, affinchè prendano provvedimenti. oltretutto, è questa la collaborazione espressamente chiesta ai cittadini dalle autorità locali, per cercare di venire a capo di ogni genere di problemi, in particolare dell'ordine pubblico.

    • Grazie Luigi , per aver citato il Verga nel mio pessimismo fatalistico non a caso è dell'ottocento...come il tuo concetto,perdonami,ma per esperienza,la polizia viene se : ti hanno rubato in casa, per omi ci di o , etc etc.... cioè cose rilevanti...qui si tratta di ragazzini,che a periodi ti ro mpo no.....una volta che chiami la pattuglia....e tra parentesi non trova nessuno..... arrivederci e grazie....se la chiami di nuovo per lo stesso motivo... non viene... ti diranno impegnati per cose più gravi..etc etc....cosa mai possono fare a dei bambini ....vuoi mandare degli assistenti sociali...anche nel mio quartiere ci sono queste cose...si calmano un po'...e poi ci può essere la ricaduta .

      • l'ottocento, caro Crim, non è solo sinonimo di vetustà, ma anche di grandi cambiamenti nella società, nelle materie umanistiche e scientifiche. converrai che oltre al romanticismo, o alla borghesia, o al moltiplicarsi delle industrie, si diede luce al risorgimento italiano, certo con tanti difetti, ma comunque una grande occasione di riscatto per i valori dell'Italia e dell'italianità. perché non immaginare un parallelismo tra i problemi della quotidianità vissuti oggi con quelli esistenti 150-160 anni fa dai nostri predecessori, seppur con connotazioni storiche, civili e sociali diverse, ma dai percorsi, a mio modo di vedere, davvero simili.

        • Luigi,fa sempre piacere, trovare in queste pagine e nella vita persone particolari,ke si distinguono dalla massa,grazie per il tuo illuminismo...ogni persona qui va trattata a se ...spero ke la tua intelligenza non venga sprecata in vano,ma contribuisca allo sviluppo sociale nel tuo lavoro .

  • Da oltre trenta anni era stata avanzata la proposta di istituire il vigile di quartiere che, conoscendo gli abitanti e il territorio poteva prevenire questi atti richiamando i principali responsabili, mi riferisco chiaramente ai genitori di questi ragazzi. Purtroppo le proposte non sono attuabili quando viene fatto un analisi dei costi e si penalizza sempre il cittadino che ha il diritto di vivere serenamente. Oggi abbiamo ancora, nella nostra città vigili urbani assunti con contratti a tempo limitato, assunzioni fatte in periodi particolari e con selezioni a dir poco discutibili. Il vigile di quartiere é la soluzione di molti problemi.

  • Avatar anonimo di Araba Fenice
    Araba Fenice

    Io organizzerei un bel comitato simil-ferrovia...un "mo' avast dei pargoli" e poi vedi se non iniziano a giocare col fidget-spinner e smettono di tirarsi dietro l'eternit! Il problema, cara Stella, diciamoci la verità, non sono tanto i bambini (dicevi anche una femminuccia di appena 10-11 anni?!?!?!?) quanto l'egoismo dei tuoi vicini. Io penso che il male oscuro di oggi non sia tanto il degrado urbano e la maleducazione di queste nuove generazioni, quanto il voler vivere ognuno pensando al proprio orticello, fregandosene se l'altro ha un problema e guardandosi bene dall'intervenire in caso di bisogno. Perché il principio oggi è: non vedo, non sento, non parlo e, ovviamente, mi faccio gli affari miei e campo cent'anni!!!!

    • esattamente la "Femminuccia " armeggiava una mazza con un uncino all ' estremita per poter aprire le fessure delle serrande dei box...

  • Cara Stella,ogni quartiere,purtroppo ha la sua ge nta glia .... già queste persone ke vivono in baracche,seppur cementate...non dici niente di nuovo,hai detto tutto.... è la stessa cosa, che affianco a degli alloggi privati, costruiscono i popolari uno su mille potrebbe essere una brava persona,forse gente di prima...adulta....ma con l'avvento,della nuova generazione emarginata,sfogano la loro rabbia così.... dimmi a chi sei figlio....e ti diró ki sei !....non possiamo stare mai tranquilli , c'è, e ci sarà ,sempre qualkuno ke ti deve dare fastidio,il mondo và così....rassegnati,vedrai ke non durerà molto,nessuno potrà difenderci ...se non comprometterti .

    • Come al solito... parole sante!

Segnalazioni popolari

Torna su
FoggiaToday è in caricamento