Sua maestà la 'Paposcia', il panfocaccia tipico del Gargano che fa impazzire i turisti di tutto il mondo

La Paposcia è una particolare tipologia di pane proveniente dalla zona del Promontorio del Gargano. Scopriamo di più su questa prelibatezza della cucina tradizionale

Paposcia

La Paposcia è un pane focaccia prodotto nella zona del Gargano, più precisamente a Vico del Gargano un piccolo paese in provincia di Foggia. 

Questo pane è legato alla tradizione culinaria del posto, e la ricetta ancora oggi segue quella originale; si tratta di un alimento della cultura contadina che veniva utilizzato e prodotto già a partire dal XVI secolo. Ha una forma molto particolare, schiacciata e allungata, che ricorda quella di una pantofola, e da qui il nome "paposcia" che in dialetto foggiano significa appunto ciabatta/pantofola.

Un prodotto con una grande storia alle sue spalle.

Come nasce la Paposcia

La Paposcia nasce in origine dai residui di pasta di pane che rimanevano attaccati alla madia, i quali non venivano sprecati bensì riutilizzati, rimpastati e cotti in forno a legna. Da qui si capisce come questo pane sia frutto della cultura del non-spreco e del riciclo.

Una volta cotta può essere condita e farcita in tanti modi differenti, ad esempio con olio extravergine di oliva e formaggio fresco locale.

La ricetta della Paposcia 

Per realizzare questo pane tipico pugliese ecco cosa vi occorre:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
  • 850 gr di farina tipo 00
  • 540 ml di acqua tiepida
  • sale q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • 250 gr di lievito naturale

Ecco come procedere:

  • tagliate il lievito e fatelo sciogliere in acqua tiepida
  • aggiungetelo a metà della farina e impastate bene con le mani
  • pian piano unite la restante farina 
  • in ultimo aggiungete olio e sale a piacere e continuate a lavorare l'impasto
  • una volta pronto, trasferite il tutto su un canovaccio e lasciate riposare per 10 minuti
  • trascorso il tempo lavorate di nuovo la pasta e fate nuovamente riposare per altri 30 minuti
  • dopo di che il tutto va trasferito in frigorifero per almeno 24 ore
  • successivamente potete dividere l'impasto in panetti lunghi circa 30 cm 
  • adagiateli su una leccarda da forno e cuocete per 20 minuti in forno ventilato alla massima temperatura

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Era bravissimo e un grande lavoratore". Amici e conoscenti in lacrime per Mattia. Pizzeria chiude per due giorni

  • Choc a Foggia: litiga con la fidanzata, i due 'cognati' lo raggiungono a casa e lo accoltellano

  • Rimprovera comitiva chiassosa, ispettore di polizia accerchiato e aggredito sotto casa: grave episodio a San Severo

  • Coronavirus, 8 casi in Puglia ma Capitanata senza vittime né contagi. I positivi scendono a 1222

  • Coronavirus, quattro casi e tre decessi in Puglia. I positivi scendono sotto quota mille. Zero contagi e nessuna vittima in Capitanata

  • Sangue in strada, omicidio a Trinitapoli: 43enne freddato con tre colpi di arma da fuoco

Torna su
FoggiaToday è in caricamento