Il Monte Cornacchia, il maestoso 'Tetto della Puglia' che dai Monti Dauni regala scorci e panorami mozzafiato

Appartenente alla catena montuosa dei Monti della Daunia, Monte Cornacchia è la vetta più alta del nostro territorio regionale

Foto da Garganowunderland (http://www.garganowunderland.it)

Tra il territorio di Biccari e Faeto è situato il Monte Cornacchia, che con i suoi 1151 metri è la cima più alta e imponente di tutta la regione Puglia, nonché grande luogo di interesse culturale e naturalistico.

Un posto magico tutto da scoprire, che conquista per la sua natura incontaminata, e che regala a tutti gli appassionati di escursioni e trekking scorci e panorami mozzafiato. La cima della montagna è perfettamente raggiungibile attraverso una strada carreggiabile. 

Il paesaggio naturale di Monte Cornacchia

Dal cosiddetto "tetto della Puglia" si gode di una vista eccezionale e ineguagliabile; infatti, è possibile ammirare il Gargano fino al Tavoliere, ma non è tutto perché aguzzando lo sguardo si intravedono addirittua la Maiella, l'Irpinia e il Matese.

Dal Monte Cornacchia sgorga il torrente Vulgano e tutt'intorno è situata l'area naturalistica del Lago di Pescara, l'unico lago naturale di tutto il territorio pugliese.

Immersi in questo splendido scenario troviamo il Bosco di Faeto, che si estende per circa 94 ettari, e il Boschetto, questi si caratterizzano per la molteplicità e varietà di alberi, come l'Olmo Campestre, la Roverella e l'Acero.

Vicino i corsi d’acqua troviamo il Salice; non mancano il Faggio e tantissime specie di piante esotiche, come il Pino nero, l’Abete greco e il Cedro atlantico. Per quanto riguarda i fiori e gli arbusti è possibile ammirare, a seconda delle stagioni, il Biancospino, la Rosa canina, l'Agrifoglio, il Pungitopo, la Primula e il Ciclamino, il Ranunculo, il Mughetto etc... 

Tanta flora, ma anche una fauna molto diversificata, basti pensare che passeggiando lungo le pendici del monte è possibile incontrare varie specie di uccelli come il gheppio, il paiano e rapaci notturni come il barbagianni, i gufi, le civette e gli allocchi.

Cosa fare a Monte Cornacchia

Per gli appassionati di natura e montagna il periodo migliore per visitare Monte Cornacchia è sicuramente la primavera e l'estate, momento in cui si può assistere alla nascita rigogliosa della natura del posto. Tra le principali attività da svolgere vi è il trekking, tramite diversi itinerari, come quello che parte dal Lago Pescara fino ad attraversare l'area boschiva del "Boschetto".

Una volta giunti in cima è possibile ammirare il rifugio forestale interamente costruito in pietra e immerso nella natura e nei pascoli.

Una gita a Monte Cornacchia è un'ottima soluzione per la famiglia, perché una volta giunti presso il Lago Pescara troverete diverse aree per picnic dotate di panchine; in più, poco distante vi è anche un’area di sosta con una fontana di acqua potabile e un parco giochi per il divertimento dei bambini, quest'ultimo situato vicino il Parco Avventura di Biccari.

Come raggiungere il Monte Cornacchia (clicca qui)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale sulla Statale 16: violento impatto tra un'auto e un tir, c'è una vittima

  • Shock a Milano, foggiana rifiutata da una "salviniana razzista" "Non ti affitto casa perché sei del Sud" (Audio)

  • Foggiana rifiutata, milanese "razzista e salviniana" ritratta: "Colpa della menopausa, disposta ad affittarle casa senza cauzione"

  • Folle fuga in A14: foggiano su un'auto rubata forza posto di blocco, sfonda casello e poi si schianta contro un muretto

  • Milanese nega affitto a ragazza foggiana: "Sono razzista e leghista". Salvini : "È una cretina"

  • Da "nonostante sia di Foggia" a 'Zoo pieno di terroni": aperto procedimento contro Feltri dopo l'esposto dei colleghi

Torna su
FoggiaToday è in caricamento