← Tutte le segnalazioni

Altro

In via Grecia un servizio (gratuito) che funziona: "Qui l'ostetrica è un'amica per le neo mamme"

Redazione

Via Grecia · Macchia Gialla

Gentile direttore, la nascita di un figlio é un'esperienza unica ed emozionante per una donna e più in generale per una coppia che dovrebbe essere accompagnata dal sistema sanitario locale con amore, dedizione e cura.

Purtroppo ciò non accade se non in rarissime eccezioni, una di queste é Amalia de Paola, ostetrica del consultorio di via Grecia, a Foggia. Amalia guida passo dopo passo le donne durante il non facile cammino della gravidanza, ma soprattutto non le abbandona quando da neo mamme impacciate hanno a che fare con la cura del piccolo e con l'allattamento al seno. Infatti nonostante siano innumerevoli i benefici dell'allattamento al seno sempre più spesso le donne vengono lasciate sole e anche il sistema sanitario non fa che proporre la soluzione più semplice: il latte artificiale.

Ma Amalia no. Amalia diventa per tutte le neo mamme una amica esperta, una mamma per le mamme pronta a capirti, a guidarti, a consolarti e incoraggiarti anche quando l'orario del proprio turno è finito. Se oggi tante mamme non hanno ceduto al latte artificiale lo devono ad Amalia e basta guardare il profilo social di questa ostetrica amica delle mamme foggiane per rendersene conto. Così come tanti bambini, sono certa, la ringrazierebbero, se potessero già farlo, per aver portato serenità nel proprio nido familiare.

Amalia é capace di trasformare anche una notte insonne del genitore ed un pianto inconsolabile del neonato in una esperienza d'amore, facendoti sembrare tutto più facile. E allora, caro direttore, é giusto che tali professionalità vengano ringraziate pubblicamente così come é utile informare le tante neo mamme della città che non sono sole e che al consultorio di via Grecia c'è una donna, una ostetrica, una amica pronta ad aiutarle.

Lettera firmata

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

Torna su
FoggiaToday è in caricamento