Ecco il primo asilo nido di Vico del Gargano: una struttura all’avanguardia con mensa e tempo prolungato

Accoglierà 30 bambini tra i 3 e i 36 mesi e opererà per l’intera giornata, andando incontro anche alle esigenze delle mamme lavoratrici. La realizzazione e gestione dell’asilo sono frutto di fondi PAC

I locali dell'asilo nido di Vico del Gargano

A Vico del Gargano, finalmente, aprirà i battenti il primo asilo nido. Sarà inaugurato giovedì 11 ottobre, alle ore 10.30, in via della Salandra. “Sarà una giornata storica per Vico del Gargano”, dichiara la vicesindaco Tiziana Casavecchia, assessore alle Politiche Sociali e alle Pari Opportunità.

“La struttura, che accoglierà 30 bambini compresi nella fascia d’età che va dai 3 ai 36 mesi, è dotata di mensa e opererà per l’intera giornata: per le mamme lavoratrici, il tempo prolungato è una cosa davvero importante”, ha aggiunto Casavecchia. La realizzazione e gestione dell’asilo sono frutto di fondi PAC, con le risorse necessarie assicurate attraverso il Piano Socio Sanitario di Zona.

“La cura, l’educazione e la felicità dei più piccoli sono una priorità”, ha dichiarato il sindaco Michele Sementino. “Questa è una gran bella notizia per tante famiglie, perché nella vita di un nucleo familiare la gestione dei bambini, di quelli più piccoli soprattutto, è centrale e influisce sulla qualità della vita di grandi e piccini”.

Assieme all’omologa struttura di Vieste, anch’essa realizzata nell’ambito del Piano Sociale di Zona, l’asilo nido di Vico del Gargano è l’unico del comprensorio. Il nido sarà attivo già da giovedì 11 ottobre. Al suo interno, tutte le attrezzature sono tra le migliori e le più moderne. I locali sono ampi, colorati e pienamente rispondenti alle norme per la sicurezza, l’igiene e le funzionalità richieste dal piano educativo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La scuola, le necessità di bambini e ragazzi vichesi, così come il progressivo miglioramento della qualità della vita delle famiglie sono una priorità di questa amministrazione comunale. Le cose da fare sono ancora molte e noi intendiamo raggiungere nuovi obiettivi, anno dopo anno, per consolidare e migliorare le strutture a disposizione di Vico del Gargano”, hanno detto l’assessore Casavecchia e il sindaco Sementino. Dopo l’apertura dell’asilo nido, il 15 ottobre comincerà anche il servizio mensa scolastica per le scuole materne e elementari. Dal 15 ottobre 2018 al 31 maggio 2019, oltre 300 alunni delle scuole materne ed elementari vichesi potranno fruire della mensa scolastica. E’ quanto deliberato dal Comune di Vico del Gargano. Il servizio è stato esteso temporalmente, poiché sarà attivo per un arco di tempo più lungo rispetto a quanto avvenuto nel recente passato. In questo modo, si viene incontro alle istanze e alle esigenze più volte espresse dalle famiglie vichesi. La mensa scolastica è un servizio importante, di cui possono fruire tanti alunni, con un beneficio di rilievo per moltissime famiglie di Vico del Gargano. Negli anni scorsi, mamme e papà avevano espresso più volte la necessità di iniziare prima l’erogazione del servizio e, più in generale, la necessità che la mensa fosse attiva per un periodo più ampio dell’anno scolastico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente sulla Statale 16: tir si ribalta a pochi chilometri da Foggia, un morto e un ferito

  • Coronavirus, piccola impennata di contagi nel Foggiano: 10 nuovi casi. Calano i positivi in Puglia

  • Si torna a ballare in Puglia: verso la riapertura di club e discoteche all'aperto

  • Covid: nove dei 10 contagi sono del focolaio di Torremaggiore. Tre ricoverati e 83 persone in quarantena

  • Il gruppo Amadori vende azienda del Foggiano per 30 milioni. I nuovi proprietari sono le 'Fattorie Garofalo' di Capua

  • Locale sovraffollato, multa e 5 giorni di chiusura dopo 70 giorni di stop forzato. Titolari si scusano: "Situazione ingestibile"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento