Foggia chiama Romania: ecco la prima tappa Erasmus degli studenti dell'Istituto De Amicis-Pio XII

L’Istituto scolastico “De Amicis-Pio XII” di Foggia dal prossimo 25 novembre entrerà nel vivo del Progetto Erasmus+ “I Have the power”. Il Progetto è biennale, durerà fino al 2020

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

L’Istituto scolastico “De Amicis-Pio XII” di Foggia dal prossimo 25 novembre e per un’intera settimana entrerà nel vivo del Progetto Erasmus+ “I Have the power” con la prima mobilità in Romania. Il Progetto biennale, che durerà fino al 2020, consiste in uno scambio di idee e buone pratiche e vede coinvolte anche altre scuole europee dei paesi partner: Turchia (scuola capofila) Romania, Bulgaria, Portogallo e Lituania. Il percorso è rivolto agli alunni di età compresa fra gli 11 e i 14 anni e ha come obiettivo principale quello dell’ inclusione.

Il 25 novembre 3 docenti e 5 alunni della Scuola secondaria di 1° grado partiranno per Braşov, in Romania dove li attende una settimana ricca di nuove esperienze e nuove scoperte e dove li attende il primo compito da svolgere: la scelta del logo che rappresenterà il progetto. La sfida è quella di riuscire a mettere in comunicazione, su attività condivise, gli alunni delle diverse nazionalità. Il confronto tra lingue, culture, sistemi scolastici diversi, avrà sicuramente un ritorno positivo sugli alunni e sui territori in cui operano le scuole, contribuendo a sviluppare nelle diverse comunità scolastiche l'idea della comune appartenenza all’Europa.

Diversi saranno i canali di comunicazione: Twitter, la piattaforma eTwinning, un gruppo Facebook, un ebook in cui raccogliere i risultati della ricerca-azione e le buone pratiche sperimentate. Il gruppo di lavoro ERASMUS+ dell'Istituto Comprensivo "De Amicis-Pio XII” costituito dalla Dirigente Scolastica, prof.ssa Lucia R. Rinaldi, dalla D.S.G.A., A. G. Ciaccio, dai docenti prof.ssa L. Coppola, coordinatrice del progetto per l'Italia, prof.ssa M. A. Colaianni, prof.ssa N. Ingelido, prof. P. Travaglio, prof.ssa G. Favia, insieme a tutti gli alunni coinvolti, ai loro genitori, ai docenti della Scuola secondaria di 1° grado accoglierà, per la seconda mobilità prevista dal progetto a marzo, un gruppo di studenti coetanei e i rispettivi insegnanti provenienti da tutti i paesi partner, facendo vivere loro un'esperienza tra tradizione e innovazione e per trasmettere ai ragazzi la bellezza di essere cittadini del mondo nella speranza che ciascuno di loro faccia proprio il motto del progetto: ”I have the power”.

Torna su
FoggiaToday è in caricamento