65 tablet agli studenti dell'Istituto 'Mandes': sui Monti Dauni la didattica a distanza è possibile grazie al progetto 'Pietra 2.0"

Partnership tra il Comune di Pietramontecorvino e l’Istituto Statale Comprensivo “G. Mandes”. Saranno consegnati 65 tablet agli alunni della Scuola Secondaria di 1° grado del plesso di Pietramontecorvino

Ogni investimento in cultura è sempre ripagato. Ne sono profondamente convinti il Comune di Pietramontecorvino e l’Istituto “Mandes” che in questi giorni di emergenza epidemiologica da COVID-19 - con relativa chiusura delle scuole - hanno sottoscritto una convenzione per contribuire a rendere più agevole agli studenti la didattica a distanza.

A tal fine il Comune di Pietramontecorvino concede all’I.S.C. “Mandes” 65 tablet (acquistati con il Progetto “Pietra 2.0” per la didattica Digitale nella scuola secondaria 1° grado di Pietramontecorvino), che saranno assegnati in comodato d’uso gratuito agli alunni del ciclo della Scuola Secondaria di 1° grado del plesso di Pietramontecorvino.

Questo permetterà di garantire una connessione immediata degli alunni alla piattaforma Google Classroom messa a disposizione dal MIUR.

«In questo momento quasi apocalittico, dobbiamo provare ad andare avanti con determinazione. Il Consiglio Comunale e l’Amministrazione di Pietramontecorvino hanno accolto con favore l’iniziativa dell’Istituto Scolastico di Pietramontecorvino di continuare le attività didattiche. È da qualche anno, inoltre, che l’Amministrazione acquista i tablet agli alunni delle Scuole Secondarie di primo grado. Crediamo che l’accrescimento culturale sia la dinamo che farà accendere la luce del domani. Muoviamoci insieme e tutto andrà bene», dichiara il Sindaco Raimondo Giallella.

Dopo questa fase di emergenza il progetto prevede che i tablet, al termine del ciclo scolastico della Scuola Secondaria di 1° grado, potranno essere definitivamente acquisiti dagli alunni meritevoli (ossia coloro che non saranno mai respinti nel passaggio alla classe superiore).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ai genitori - in un’ottica di leale collaborazione con il Comune promotore e finanziatore dell’iniziativa progettuale - spetta il compito di vigilare sul corretto uso degli strumenti informatici, anche ai fini della prevenzione dei fenomeni di “cyberbullismo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • Taglio e piega a domicilio, nonostante il Coronavirus: sorpresa e denunciata parrucchiera abusiva

  • Feltri terrorizzato da Foggia: non lo ferma nemmeno il dramma del Coronavirus, è odio nei confronti del capoluogo

  • "Venite c'è un'autovettura rubata". Polizia si precipita in via Lucera: non era rubata ma dentro c'era della cocaina

  • Coronavirus, giovane foggiano trasferito d'urgenza a Bari: in gravi condizioni si è reso necessario l'impiego di Ecmo

  • Coronavirus: se un defunto muore in casa nessuna vestizione (indipendentemente dalla causa del decesso)

Torna su
FoggiaToday è in caricamento