Dalla Regione 4,5 milioni al Policlinco Riuniti: potenziati senologia e radiologia (60 milioni per la Sanità in Puglia)

Tre milioni per il potenziamento e il miglioramento delle attività ambulatoria di radiologia e 1,5 milioni per il potenziamento e l'aggiornamento del parco tecnologico per l'erogazione di prestazioni di specialistica ambulatoriale in senologia

La Giunta regionale ha approvato oggi un pacchetto di interventi nella sanità per un finanziamento complessivo di quasi 60 milioni di euro.

Le risorse derivano dal POR Puglia 2014-2020. Az. 9.12 FESR “Interventi di riorganizzazione e potenziamento dei servizi territoriali socio-sanitari e sanitari territoriali a titolarità pubblica”. Si tratta di una prima tranche di finanziamenti della seconda procedura negoziale avviata nel corso del 2019 che ha visto la selezione degli interventi, nell'ambito delle risorse disponibili, in confronto partenariale con le Direzioni strategiche Aziende pubbliche del Servizio Sanitario Regionale, nell'alveo della programmazione sanitarie regionale.

Nelle prossime sedute di Giunta saranno approvati gli stanziamenti per le rimanenti Aziende Sanitarie Locali. Ulteriori risorse finanziarie saranno poi destinate alle Asl nei prossimi mesi sia a valere sempre sull'azione 9.12 FESR sia sull'azione 9.11 al fine di finanziarie l'adeguamento delle strutture residenziali e semiresidenziali pubbliche. "Prosegue così l’opera di potenziamento della sanità territoriale nei vari setting assistenziali che la caratterizzano (specialistica ambulatoriale, prevenzione, assistenza distrettuale, dialisi, ecc.)".

Queste le risorse complessivamente destinate per Policlinico Ospedali Riuniti di Foggia, pari a 4,5 milioni di euro: tre milioni per il potenziamento e il miglioramento delle attività ambulatoria di radiologia e 1,5 milioni per il potenziamento e l'aggiornamento del parco tecnologico per l'erogazione di prestazioni di specialistica ambulatoriale in senologia.

La Giunta regionale ha approvato anche il “Monitoraggio dell’attività della rete ospedaliera (di cui al R.R. n. 23/2019) secondo gli indicatori del D.M. n. 70/2015 e del Decreto del Ministero della Salute del 12 marzo 2019 che introduce il Nuovo Sistema di Garanzia dei LEA. Nello specifico si configura come un sistema descrittivo, di  valutazione, di monitoraggio e di verifica  dell'attività sanitaria erogata da soggetti pubblici e privati accreditati di tutte le regioni. Il sistema prevede una specifica attenzione all'equità geografica e sociale all'interno e tra le regioni, penalizzando situazioni di elevata variabilità intraregionale nell’erogazione dei LEA.

Il monitoraggio verrà effettuato istituendo gruppi di lavoro composti da dirigenti medici di settore, Referenti Aress in materia di valutazione delle prestazioni e di reti e percorsi assistenziali e Referente in materia di rete ospedaliera del Dipartimento “Promozione della Salute, del Benessere Sociale e dello Sport per Tutti”.

Gli audit dovranno coinvolgere anche i direttori delle Unità Operative interessate, i Direttori medici di Presidio, i Direttori sanitari delle Asl, Aziende Ospedaliere, IRCCS pubblici e i rappresentanti delle Associazioni rappresentative dell’Ospedalità privata.

Sarà effettuato anche il monitoraggio e la valutazione dei PDTA, i percorsi diagnostico-terapeutico-assistenziali, per specifiche categorie di bisogni o condizioni di salute, la misura della qualità percepita e dell'umanizzazione delle cure.

La Giunta regionale ha approvato l’avviso pubblico per istituire gli elenchi regionali degli idonei alla nomina di direttore amministrativo e direttore sanitario, rinviando ad un  successivo Decreto presidenziale la nomina della Commissione regionale che dovrà procedere alla valutazione dei candidati, per titoli e colloquio,  ed alla formulazione degli  Elenchi regionali degli idonei alla nomina di Direttore Amministrativo e Direttore Sanitario delle Aziende ed Enti del SSR.

La Giunta regionale ha approvato l’avviso pubblico per istituire gli elenchi regionali degli idonei alla nomina di direttore amministrativo e direttore sanitario, rinviando ad un  successivo Decreto presidenziale la nomina della Commissione regionale che dovrà procedere alla valutazione dei candidati, per titoli e colloquio,  ed alla formulazione degli  Elenchi regionali degli idonei alla nomina di Direttore Amministrativo e Direttore Sanitario delle Aziende ed Enti del SSR.

La domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente attraverso la procedura telematica disponibile sulla piattaforma on-line del Portale della Salute http://www.sanita.puglia.it, sezione “Bandi e Avvisi", sottosezioni “Bandi Direttori SSR e NIR”/ “Selezione Direttori SSR”/“Formazione Albi DA/DS SSR”/”Bando on line”, che sarà resa accessibile per la durata di 30  giorni decorrenti dalle ore 10.00 del giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia e fino alle ore 14.00 del trentunesimo giorno dalla stessa data di pubblicazione. Qualora il termine innanzi indicato cada in un giorno festivo, tale termine si intende prorogato al primo giorno lavorativo successivo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • Giornata drammatica, bollettino choc per la provincia di Foggia: nove morti e 52 casi positivi

  • Coronavirus: due città diventano 'zona rossa' con almeno 51 casi positivi, quattro sono amaranto e tre lilla

  • Piero Pelù, rocker innamorato in quarantena a Foggia: "Sono corso da Gianna appena in tempo, in due ci diamo forza"

  • Incendio sulla 'pista', vigili del fuoco accerchiati e derubati delle attrezzature: notte di follia a Borgo Mezzanone

  • Tragedia ad Alberona, c'è una vittima: estratto dalle macerie il corpo di una donna: nel crollo 6 persone tratte in salvo

Torna su
FoggiaToday è in caricamento