Venticinque visite e altrettante ecografie mammarie: bilancio positivo per la giornata “Una visita salva la vita”

Il servizio, che rientra nel programma di prevenzione del tumore della mammella avviato dalla ASL Fg, consente alle donne di effettuare na mammografia gratuita senza bisogno dell’impegnativa del medico curante

Il team di lavoro

Venticinque visite senologiche ed altrettante ecografie mammarie bilaterali sono state eseguite nella Giornata di Promozione della Prevenzione del tumore al seno, organizzata da ASL Foggia in collaborazione con A.N.D.O.S..

All’iniziativa “Dedicati un po’ di tempo… una visita salva la vita” hanno aderito donne di età compresa tra i 30 e i 40 anni che si sono sottoposte agli esami di diagnostica presso il Servizio di Radiologia del Distretto Socio-Sanitario di Foggia.

Le visite e le ecografie sono state eseguite dalle radiologhe Annalina Prattichizzo e Rita Merla. L’iniziativa è stata accolta con grande entusiasmo dalle donne che hanno ricevuto, al termine dei controlli, materiale illustrativo contenente indicazioni utili per l’autopalpazione ed un promemoria della visita eseguita. Continuano, intanto, le attività programmate di screening su tutto il territorio provinciale.

Il servizio, che rientra nel programma di prevenzione del tumore della mammella avviato dalla ASL Foggia, consente alle donne di effettuare, dietro formale invito ricevuto a domicilio, una mammografia gratuita senza bisogno dell’impegnativa del medico curante. La Direzione Generale rinnova l’invito ad aderire allo screening, utile a individuare le persone che potrebbero avere la malattia, quando essa non dà ancora sintomi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'adesione all'invito permette, infatti, una diagnosi precoce. Per molte donne, ciò equivale a scoprire e quindi affrontare, con possibilità migliori di cura, un temibile nemico della salute. Proprio attraverso la diagnosi precoce aumentano notevolmente le possibilità di guarigione e si garantiscono cure tempestive, meno invasive e più efficaci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Era bravissimo e un grande lavoratore". Amici e conoscenti in lacrime per Mattia. Pizzeria chiude per due giorni

  • Choc a Foggia: litiga con la fidanzata, i due 'cognati' lo raggiungono a casa e lo accoltellano

  • Coronavirus, quattro casi e tre decessi in Puglia. I positivi scendono sotto quota mille. Zero contagi e nessuna vittima in Capitanata

  • Sangue in strada, omicidio a Trinitapoli: 43enne freddato con tre colpi di arma da fuoco

  • Ingerisce una sostanza nociva, errore fatale a Monte Sant'Angelo: Donato Ciuffreda non ce l'ha fatta. "Un ragazzo buono"

  • Coronavirus: due casi in provincia di Foggia, solo quattro in tutta la Puglia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento