Prima unione gay in città. I radicali foggiani: “Sindaco non temere, celebri la prossima”

Gli auguri dei radicali foggiani a Francesca e Michela D’Onofrio: “Ci auguriamo che la prossima unione civile sia celebrata dal sindaco”

Norberto Guerriero e i radicali foggiani (foto da internet)

Dopo Vladimir Luxuria, l'associazione Changes e Arcigay Le Bigotte, anche radicali foggiani esprimono soddisfazione per la prima unione civile celebrata a Palazzo di Città tra Francesca e Michela D’Onofrio: “Salutiamo con gioia la notizia della prima unione civile omosessuale celebrata a Foggia. Noi radicali, difensori dei diritti LGBT anche negli anni in cui questo era sconveniente e addirittura blasfemo, riteniamo che la legge Cirinnà costituisca solo un primo timido tentativo di parificazione dei diritti delle coppie omosessuali”.

Norberto Guerriero, Anna Rinaldi e Matteo Ariano proseguono: “Al contrario dei difensori della Famiglia - rigorosamente con la maiuscola, per carità! - noi difendiamo le famiglie, nelle svariate forme che gli esseri umani decidono di farle assumere. Per questo, pur condividendo la necessità giuridica del matrimonio come forma contrattuale civile e laica che deve essere garantita a tutti e tutte indistintamente, non poniamo alcun limite e riconosciamo stessa dignità ai diversi modi in cui la sessualità e l'amore - anche quello genitoriale - si manifestano”

Infine l’appello a Franco Landella: “Rivolgiamo i nostri migliori auguri a Francesca e Michela e ci auguriamo che la prossima unione civile sia celebrata dal sindaco, a cui diciamo di non temere che la sua immagine possa essere affiancata a una coppia omosessuale: ne guadagnerà la sua immagine e quella di Foggia”

Potrebbe interessarti

  • Il fascino di Càlena, l'abbazia sul Gargano dove si narra vi sia custodito il tesoro di Barbarossa

  • La grotta di San Michele che si specchia sul lago di Varano, un luogo suggestivo che trasmette una sensazione di pace

  • Colon irritabile: cos'è, sintomi e possibili cause

  • Arredare casa: le 5 piante da interno che non hanno bisogno di luce

I più letti della settimana

  • Francesco Ginese non ce l'ha fatta: è morto a Roma

  • Tragedia nelle acque del Gargano: bagnante muore annegato

  • Tragedia alle porte di Foggia, violento impatto tra un furgone e una moto: c'è una vittima

  • Tutta Foggia è con Francesco, che lotta tra la vita e la morte: si è reciso l'arteria femorale mentre scavalcava un cancello

  • Foggia in lacrime per la tragica morte di Francesco: "Addio amico mio, non doveva finire così!"

  • Terribile incidente in moto, muore 38enne foggiano. "Ciao bomber, ora fai gol anche in Paradiso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento