Frattarolo tranchant: “Foggia è in agonia: ridiamo la parola ai cittadini”

Lorenzo Frattarolo, dirigente del Partito Democratico ed ex candidato alle primarie del centrosinistra nel 2014, sferra un duro attacco al sindaco Landella, dopo il caso Vigiano-Fiore

Lorenzo Frattarolo (foto da FB di Roberta Sassano)

“L’ultima grottesca vicenda che riguarda il sindaco Landella e la sua maggioranza, con l’abbandono dei consiglieri Vigiano e Fiore e il suo condimento di insulti e veleni, obbliga a dire che la misura è colma.” Lo dichiara Lorenzo Frattarolo, che aggiunge “Foggia e i suoi cittadini non meritano questo spettacolo.”

Il dirigente regionale del Partito Democratico incalza: “La navigazione a vista e la Giunta a porte girevoli sono peraltro il segno di un’afasia politica e programmatica imbarazzante, che non può essere celata dai maxischermi per il Foggia o dalle crociate demagogiche contro la Regione o il Governo.”

Conclude Frattarolo: “Landella dice che il quadro politico uscito dalle elezioni 2014, come testimoniato dal siluramento di Lambresa, non esiste più. Faccia un piccolo passo avanti, e si accorga che non esiste più nemmeno il consenso - già risicatissimo - che lo ha portato a guidare la città. Foggia è in agonia. Tutti i rivelatori disponibili confermano che deve necessariamente invertire una maledetta rotta che finora ha procurato lacrime e sangue per una comunità già piegata dalla crisi economica. È il tempo di mettere la parola fine e dare la parola ai cittadini, prima che il coma in cui Foggia è immersa divenga irreversibile.”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • In arrivo un nuovo decreto, filtra una bozza: restrizioni fino al 31 luglio e multe fino a 4mila euro per i trasgressori

  • Capitanata sotto choc, medico muore nell'inferno del Coronavirus. "Unica colpa è di aver fatto il suo dovere"

  • Coronavirus: due città diventano 'zona rossa' con almeno 51 casi positivi, quattro sono amaranto e tre lilla

  • "Mai visto nulla di simile". Dentro l'ospedale Covid di Casa Sollievo. Il dr Del Gaudio: "Il lavoro è duro e complesso"

  • Chiudono le pompe di benzina e gasolio: si comincia da mercoledì: "Da soli non ce la facciamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento