Scandalo TARSU, le minoranze dichiarano guerra al sindaco di Orta Nova: “Dimettiti”

Calvio e la coalizione di centrosinistra invitano il sindaco a chiarire lo "scandalo Tarsu' in Consiglio comunale auspicando le sue dimissioni irrevocabili

Scandalo Tarsu a Orta Nova. Le minoranze chiedendo le dimissioni del primo cittadino e preparano gli esposti alla Procura della Repubblica e alla Corte dei Conti:Il Consiglio comunale è la sede istituzionale in cui il sindaco Gerardo Tarantino ha il dovere di chiarire alla città i termini del sempre più inquietante ‘scandalo Tarsu’, con l’auspicio che la seduta si concluda con le sue dimissioni irrevocabili”.

E’ quanto dichiarato dalla coalizione di centrosinistra – PD, PS e Orta Nova che vorrei – che si attiverà per chiedere la convocazione di una seduta monotematica e, contemporaneamente, articolerà l’esposto da presentare alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Foggia ed alla Procura della sezione regionale della Corte dei Conti. “Entrambe le iniziative sono ancor più indispensabili alla luce delle dichiarazioni del consigliere comunale di maggioranza Antonio Vece” fanno sapere.

E aggiungono affondando il colpo: “La sua ricostruzione dei fatti conferma l’esistenza di mancati versamenti al Comune da parte dell’agenzia di poste private del consigliere comunale di maggioranza Chiaffredo Ballatore, fatto ben noto all’assessore Gerardo Gallo. E disvela le responsabilità politiche del sindaco rispetto al tentativo di insabbiamento delle irregolarità rilevate dall’Ufficio Tributi. In più fornisce l’ennesima prova dell’attivazione della ‘strategia del fango’ in campagna elettorale, fondata su menzogne e pettegolezzi, il cui unico obiettivo era screditare la candidata sindaco Iaia Calvio e l’intero centrosinistra”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel frattempo le minoranze invitano i cittadini che abbiano ricevuto le cartelle di accertamento a presentare formale denuncia all’Autorità Giudiziaria per far emergere con ancora maggiore chiarezza le eventuali responsabilità personali e amministrative. “Il sindaco ed i suoi più stretti collaboratori hanno mostrato il loro vero volto a meno di 100 giorni dall’elezione Settimane utilizzate per costruire il ‘cerchio magico’ protagonista dello scandalo che li travolgerà tutti” conclude Iaia Calvio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • Taglio e piega a domicilio, nonostante il Coronavirus: sorpresa e denunciata parrucchiera abusiva

  • "Venite c'è un'autovettura rubata". Polizia si precipita in via Lucera: non era rubata ma dentro c'era della cocaina

  • Coronavirus, giovane foggiano trasferito d'urgenza a Bari: in gravi condizioni si è reso necessario l'impiego di Ecmo

  • Coronavirus: se un defunto muore in casa nessuna vestizione (indipendentemente dalla causa del decesso)

  • Il Coronavirus non si ferma ma galoppa: 41 nuovi contagi nel Foggiano e 13 morti in Puglia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento