Siorini e il post della vergogna, Noi con Salvini prende le distanze: "Espulso dal Movimento"

Rossano Sasso, coordinatore regionale NcS: "I nostri dirigenti provinciali di Foggia hanno già provveduto ad espellere Siorini, le cui parole non rispecchiano nella maniera più assoluta il pensiero del movimento"

Il post della vergogna

Il movimento politico 'Noi con Salvini' non resta a guardare. E a livello sia provinciale che regionale prende le distanze dall'increscioso episodio che ha visto protagonista Saverio Siorini, segretario cittadino di San Giovanni Rotondo ed un suo post dal contenuto inequivocabile, per il quale lo stesso è stato immediatamente sollevato dalla carica ed espulso dal movimento politico.

Fanelli: "Coinvolti in uno spiacevole fatto di emotività individuale"

"Il Movimento Noi con Salvini viene coinvolto in uno spiacevole fatto di quotidiana emotività individuale. Su Facebook appare un post a firma di Saverio Siorini in cui vengono profferite delle frasi non assolutamente condivise e ingiustificabili, rivolte alla presidente della Camera dei Deputati e alle donne del Partito democratico", scrive in una nota stampa Roberto Fanelli, coordinatore Noi con Salvini Foggia e Provincia. "NcS condanna le frasi ed i giudizi espressi nel loro intero significato, fino a doversi scusare indirettamente con le persone offese da tali riflessioni. A loro va tutta la comprensione se non le scuse formali, in quanto il caso è stato creato da chi fino ad oggi ha fatto parte del nostro gruppo, ma che è stato sollevato, già nella giornata di ieri, con provvedimento del coordinamento di Foggia e Provincia dal suo incarico di responsabile a San Giovanni Rotondo. Oggi il coordinamento regionale ha provveduto alla esclusione del suddetto anche dalla qualità di iscritto".

Il Movimento NcS regionale: "A nessun iscritto è consentito eccedere"

"Il movimento politico Noi con Salvini si dissocia da quanto dichiarato da Saverio Siorini", spiega ancora Rossano Sasso, coordinatore regionale NcS, "non condividendone nella maniera più assoluta termini e contenuti. Già nella giornata di ieri i nostri dirigenti provinciali di Foggia avevano provveduto ad espellere il sig. Siorini, le cui parole non rispecchiano nella maniera più assoluta il pensiero del movimento. La battaglia contro l'invasione e contro le politiche scellerate in materia di immigrazione volute dal pd, la conduciamo da sempre con fermezza ma a nessuno dei nostri iscritti è consentito eccedere come ha fatto il Siorini, il quale  da oggi, lo ribadisco, non è più un nostro iscritto".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Carabinieri setacciano l'area "internazionale" del Santuario di San Pio: scattano arresti e denunce

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • Ingerisce droga, neonata in coma a Foggia: "Monitoriamo parametri vitali, situazione stazionaria"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento