Siorini e il post della vergogna, Noi con Salvini prende le distanze: "Espulso dal Movimento"

Rossano Sasso, coordinatore regionale NcS: "I nostri dirigenti provinciali di Foggia hanno già provveduto ad espellere Siorini, le cui parole non rispecchiano nella maniera più assoluta il pensiero del movimento"

Il post della vergogna

Il movimento politico 'Noi con Salvini' non resta a guardare. E a livello sia provinciale che regionale prende le distanze dall'increscioso episodio che ha visto protagonista Saverio Siorini, segretario cittadino di San Giovanni Rotondo ed un suo post dal contenuto inequivocabile, per il quale lo stesso è stato immediatamente sollevato dalla carica ed espulso dal movimento politico.

Fanelli: "Coinvolti in uno spiacevole fatto di emotività individuale"

"Il Movimento Noi con Salvini viene coinvolto in uno spiacevole fatto di quotidiana emotività individuale. Su Facebook appare un post a firma di Saverio Siorini in cui vengono profferite delle frasi non assolutamente condivise e ingiustificabili, rivolte alla presidente della Camera dei Deputati e alle donne del Partito democratico", scrive in una nota stampa Roberto Fanelli, coordinatore Noi con Salvini Foggia e Provincia. "NcS condanna le frasi ed i giudizi espressi nel loro intero significato, fino a doversi scusare indirettamente con le persone offese da tali riflessioni. A loro va tutta la comprensione se non le scuse formali, in quanto il caso è stato creato da chi fino ad oggi ha fatto parte del nostro gruppo, ma che è stato sollevato, già nella giornata di ieri, con provvedimento del coordinamento di Foggia e Provincia dal suo incarico di responsabile a San Giovanni Rotondo. Oggi il coordinamento regionale ha provveduto alla esclusione del suddetto anche dalla qualità di iscritto".

Il Movimento NcS regionale: "A nessun iscritto è consentito eccedere"

"Il movimento politico Noi con Salvini si dissocia da quanto dichiarato da Saverio Siorini", spiega ancora Rossano Sasso, coordinatore regionale NcS, "non condividendone nella maniera più assoluta termini e contenuti. Già nella giornata di ieri i nostri dirigenti provinciali di Foggia avevano provveduto ad espellere il sig. Siorini, le cui parole non rispecchiano nella maniera più assoluta il pensiero del movimento. La battaglia contro l'invasione e contro le politiche scellerate in materia di immigrazione volute dal pd, la conduciamo da sempre con fermezza ma a nessuno dei nostri iscritti è consentito eccedere come ha fatto il Siorini, il quale  da oggi, lo ribadisco, non è più un nostro iscritto".

Potrebbe interessarti

  • A spasso nel Gargano e quella torre che si affaccia sul mare cristallino tra i laghi di Lesina e Varano

  • Come allontanare api, vespe e calabroni: alcuni rimedi naturali

  • Gargano da amare: dai faraglioni di Mattinata al castello di Manfredonia, dalla Basilica di Siponto alla grotta di San Michele

  • Gli usi del bicarbonato di sodio che ancora non conosci

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla Statale 16, terribile scontro tra Lesina e San Severo: un morto e un 24enne trasportato in ospedale

  • Voleva togliersi la vita, Roberta lo ha salvato e poi il blackout: così Francesco l'ha uccisa a mani nude

  • Ultim'ora | Vento forte, grandine e fulmini sul Gargano: il maltempo minaccia l'estate in Capitanata

  • San Severo sotto shock piange Roberta Perillo: "È in un altro mondo, dove esiste amore autentico"

  • Ultim'ora | Omicidio a San Severo, giallo in via Rodi: uccisa una donna

  • "Non l'ho uccisa perché voleva lasciarmi", ma Roberta non c'è più. La denuncia sui social: "Le amiche sapevano, nessuno l'ha ascoltata"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento