Dopo la (ennesima) crisi politica, torna il sereno a San Giovanni Rotondo: rinominata la giunta comunale

Dopo un periodo di crisi politici, restituite la deleghe agli assessori, che possono così tornare a lavorare. Il sindaco: "Archiviamo un momento politico non facile da gestire né semplice da risolvere"

Torna il sereno (almeno temporaneamente) al Comune di San Giovanni Rotondo. La tormentata amministrazione guidata da Costanzo Cascavilla pronta a ripartire (si spera). Il primo cittadino, dopo un periodo di vacatio dell’esecutivo, restituisce le deleghe agli assessori. Lo fa sapere una nota dell’ente. La giunta comunale, dunque, risulta essere così composta: Costanzo Cascavilla (sindaco) delega a Politiche turistiche e dei cammini – grandi eventi – cultura e spettacolo – piano urbanistico generale e politiche urbanistiche – sport, impiantistica sportiva – igiene urbana – rigenerazione urbana – pubblica istruzione e servizi scolastici, politiche per l’occupazione e formazione – personale ed organizzazione degli uffici – polizia locale – protezione civile; Nunzia Canistro (assessore) delega a Urbanistica, E.R.P: social housing - toponomastica - patrimonio, demanio, usi civici - paesaggio rurale - centro storico - legalità e trasparenza - tutela degli animali; Rossella Fini (assessore) delegata a Politiche sociali, di tutela della salute e dell'integrazione multiculturale, politiche abitative - volontariato ed associazionismo - rapporti con Enti – Comunicazione; Aurelio Pasqua (assessore) delegato a Lavori Pubblici - arredo e decoro urbano - viabilità urbana e rurale - trasporti e parcheggi - verde pubblico, parchi e viali alberati – cimitero; Domenico Longo (assessore) con delega a Programmazione, bilancio, tributi, contenzioso - attività produttive, sportello unico per le imprese - sviluppo economico - sicurezza e commercio. Infine Antonio D’Addetta, assessore con delega all’Ambiente, agricoltura - innovazioni tecnologiche, politiche energetiche - materie relativi ai sistemi informativi e tecnologici - smart city - assetto territoriale e difesa del suolo.

«Riprendiamo il cammino amministrativo con una squadra collaudata, di sicura affidabilità e capacità di essere pronta a rispondere alle numerose sfide che ci attendono per il progresso di San Giovanni Rotondo. Archiviamo un momento politico non facile da gestire né semplice da risolvere. Abbiamo l’esigenza di fare bene, nell’esclusivo interesse della città, senza ulteriori perdite di tempo e non sprecando le favorevoli occasioni che abbiamo saputo creare e organizzare. Così come siamo aperti a un sereno e costruttivo dialogo con quanti vorranno condividere le nostre stesse prerogative. Non abbiamo fortini da difendere, né tutelare tornaconti personali. Riprendiamo a lavorare per la città, senza alzare muri e senza chiudere porte, per questo ringrazio i partiti e i consiglieri comunali che mi hanno manifestato vicinanza, solidarietà e fiducia, continuando a condividere un progetto di governo della città», ha dichiarato il sindaco Costanzo Cascavilla.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Un parto inaspettato in casa e un bimbo salvo per miracolo: così gli angeli del 118 e "quella mano di Dio" fanno nascere Gerardo

  • Cronaca

    Colpi di pistola contro l'auto di don Coluccia, il prete che si batte contro le mafie e quella "spietata e pericolosa" del Gargano

  • Economia

    Ma quale risalita, Foggia sprofonda: è penultima nella classifica sulla Qualità della Vita

  • Cronaca

    La malavita si fa sentire, a fuoco il centro di raccolta rifiuti a Monte Sant'Angelo. Il sindaco: "Mafia cancro che ci divorerà"

I più letti della settimana

  • Omicidio sulla Statale 16: ucciso uomo che trasportava finocchi, forse un tentativo di rapina finito male

  • Tragedia sui binari: operaio foggiano investito e ucciso da un treno

  • Tifoso della Cremonese in viaggio verso Foggia, muore colpito da un malore: tragedia nei pressi di San Severo

  • Automobilisti rapinati e sangue sulla Statale 16: è caccia ai delinquenti che seminano il terrore nel Cerignolano

  • Attimi di paura in un bar di via Nedo Nadi: rapinatore armato va via col malloppo sparando due colpi a salve

  • Muore prima di giungere allo stadio, Foggia omaggia Federico. La Cremonese: “Grazie di cuore”

Torna su
FoggiaToday è in caricamento