Dopo la (ennesima) crisi politica, torna il sereno a San Giovanni Rotondo: rinominata la giunta comunale

Dopo un periodo di crisi politici, restituite la deleghe agli assessori, che possono così tornare a lavorare. Il sindaco: "Archiviamo un momento politico non facile da gestire né semplice da risolvere"

Torna il sereno (almeno temporaneamente) al Comune di San Giovanni Rotondo. La tormentata amministrazione guidata da Costanzo Cascavilla pronta a ripartire (si spera). Il primo cittadino, dopo un periodo di vacatio dell’esecutivo, restituisce le deleghe agli assessori. Lo fa sapere una nota dell’ente. La giunta comunale, dunque, risulta essere così composta: Costanzo Cascavilla (sindaco) delega a Politiche turistiche e dei cammini – grandi eventi – cultura e spettacolo – piano urbanistico generale e politiche urbanistiche – sport, impiantistica sportiva – igiene urbana – rigenerazione urbana – pubblica istruzione e servizi scolastici, politiche per l’occupazione e formazione – personale ed organizzazione degli uffici – polizia locale – protezione civile; Nunzia Canistro (assessore) delega a Urbanistica, E.R.P: social housing - toponomastica - patrimonio, demanio, usi civici - paesaggio rurale - centro storico - legalità e trasparenza - tutela degli animali; Rossella Fini (assessore) delegata a Politiche sociali, di tutela della salute e dell'integrazione multiculturale, politiche abitative - volontariato ed associazionismo - rapporti con Enti – Comunicazione; Aurelio Pasqua (assessore) delegato a Lavori Pubblici - arredo e decoro urbano - viabilità urbana e rurale - trasporti e parcheggi - verde pubblico, parchi e viali alberati – cimitero; Domenico Longo (assessore) con delega a Programmazione, bilancio, tributi, contenzioso - attività produttive, sportello unico per le imprese - sviluppo economico - sicurezza e commercio. Infine Antonio D’Addetta, assessore con delega all’Ambiente, agricoltura - innovazioni tecnologiche, politiche energetiche - materie relativi ai sistemi informativi e tecnologici - smart city - assetto territoriale e difesa del suolo.

«Riprendiamo il cammino amministrativo con una squadra collaudata, di sicura affidabilità e capacità di essere pronta a rispondere alle numerose sfide che ci attendono per il progresso di San Giovanni Rotondo. Archiviamo un momento politico non facile da gestire né semplice da risolvere. Abbiamo l’esigenza di fare bene, nell’esclusivo interesse della città, senza ulteriori perdite di tempo e non sprecando le favorevoli occasioni che abbiamo saputo creare e organizzare. Così come siamo aperti a un sereno e costruttivo dialogo con quanti vorranno condividere le nostre stesse prerogative. Non abbiamo fortini da difendere, né tutelare tornaconti personali. Riprendiamo a lavorare per la città, senza alzare muri e senza chiudere porte, per questo ringrazio i partiti e i consiglieri comunali che mi hanno manifestato vicinanza, solidarietà e fiducia, continuando a condividere un progetto di governo della città», ha dichiarato il sindaco Costanzo Cascavilla.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Economia

    Oss, manca poco al "concorsone": 30 (+3) quesiti in 45 minuti, prevista anche una "nursery" per le neomamme

  • Cronaca

    Paura in mare, si sente male su un peschereccio ma sulla sua rotta trova gli angeli della Guardia Costiera: salvato

  • Sport

    Mazzeo chiede una reazione: "Resettiamo tutto. Fischi ad Agnelli? Ha dato tutto per la maglia, merita più rispetto"

  • Economia

    Dopo 14 anni chiude Unieuro a Foggia, persi 20 posti di lavoro: "Ce l'abbiamo messa davvero tutta"

I più letti della settimana

  • Incidente mortale a Foggia: esce fuori strada e si schianta contro il pilone del ponte di via Manfredonia

  • Clamoroso ma vero: diventa papà a 93 anni, la neo mamma ne ha 42 (il parto al Tatarella di Cerignola)

  • Escogita un trucco per superare il quiz della patente, ma viene scoperto e finisce al pronto soccorso

  • La lente della DIA sulla Società, che esporta strategie mafiose fuori città: batterie in guerra ma situazione di stallo

  • Angelica, la studentessa bullizzata "perché femminista e di sinistra". Odio, "puttana" e svastiche. In 52 dicono "Basta!"

  • Tifosi foggiani aggrediti a Padova: ferito 22enne, ultrà gli rubano anche la sciarpa e allo stadio parte il coro: "Teron Teron"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento