Orgoglio Spezzati, ma non basta: nel collegio senatoriale di Foggia s'impone Pellegrini

I voti di tutti i comuni compresi nel collegio senatoriale di Foggia Puglia 8 che ha visto la vittoria schiacciante del candidato del Movimento 5 Stelle, Marco Pellegrini

Menga e Pellegrini

Nella cinquina dei Cinquestelle in Capitanata spicca l’affermazione di Marco Pellegrini al collegio uninominale Puglia 08 (Foggia) del Senato. L’esponente grillino si è imposto con il 43,28% dei voti, davanti alla candidata di Fratelli d’Italia nella coalizione di centrodestra Antonella Spezzati che ha ottenuto il 32,90%, e al civico della coalizione di centrosinistra Massimo Russo che chiude al 17,63%.

L’analisi comune per comune non può non partire dal capoluogo di provincia. A Foggia la vittoria di Pellegrini è abbastanza netta, con il 48,27% (34178 voti) con oltre 13mila preferenze in più rispetto ad Antonella Spezzati che non va oltre il 29,13% (20625 voti). Terza piazza per Russo che ottiene il 16,41% (11620 voti). Raggiunge il 2,46% Giuseppe Tommaso Trincucci con 1743 preferenze. Ma in tutti i comuni più grandi si registra una schiacciante supremazia del Movimento Cinquestelle.

Indicativo anche il dato di San Severo dove quasi 13 punti percentuali separano il candidato grillino (46,21%) dall’esponente di Fratelli d’Italia (33,37%). Supera di poco il 15% Russo, mentre Trincucci si ferma al 2,17%.

Dominio a Cinquestelle anche a San Giovanni Rotondo dove Pellegrini incassa il 41,93% (5356 voti) davanti alla Spezzati che si attesta al 32,25% (4119 voti), il doppio dei consensi registrati da Russo che ottiene il 16,27% (2079 voti). Exploit di Potere al Popolo con il candidato Giacinto Soccio che ottiene il 3,85% con 492 voti. Anche il Popolo della Famiglia, con la candidata Anna Mastrangelo supera il 2% con 285 preferenze.

Anche a Lucera c’è poca storia: il Movimento Cinquestelle incassa il 45,50% (6900 voti) con oltre 13 punti percentuali di distacco inflitti alla candidata del centrodestra, che si ferma al 31,98%. Distante Russo al 14,67% (2226 voti). Al 4,64% il candidato di Leu.

Nelle tre sezioni di Accadia si rovesciano le posizioni degli inseguitori. Russo balza al secondo posto con il 28,05% (548 voti) assai distante dal 46,44% del candidato grillino (331 voti). Terza piazza per la Spezzati che si ferma al 20,76% (245 voti).

Lotta all’ultimo voto al comune di Alberona, dove Marco Pellegrini prevale sulla Spezzati per solo 10 voti (195 a 185) vincendo con il 42,85% contro il 40,65% della candidata di centrodestra. Magrissimo il risultato di Russo, che non arriva neppure al 10% dei consensi rimediando solo 45 voti.

Metà Anzano di Puglia vota Cinquestelle: il 51,02% (300 voti) ha scelto Pellegrini, che traccia un solco enorme tra sé e i due rivali di centrodestra che non vanno oltre il 22,95% (la Spezzati) e il 20,40% (Russo).

Ad Apricena si registra una delle poche sconfitte del Movimento Cinquestelle. La Spezzati ottiene il 40,86% (2575 voti) superando il candidato pentastellato fermo al 33,58% (2116 voti) e Russo che non va oltre il 21,10% (1330 voti).

Nelle tre sezioni di Biccari dominio totale di Pellegrini che vince con il 49,08% (695 voti) davanti ai due rivali secondi ex aequo con il 21,82% e 309 voti ciascuno. 40 le preferenze per Trincucci che ottiene il 2,82%.

Situazione più o meno analoga anche a Bovino: il 45,58% premia Pellegrini (717 voti) davanti alla Spezzati (26,06% con 410 voti) e a Russo (22,69% con 357 voti).

Più equilibrato il risultato di Cagnano Varano, dove vince sempre il Movimento Cinquestelle con il 40,47%, ma per soli 128 voti rispetto alla candidata di centrodestra che si ferma al 35,97%. Attardato Russo con il 17,97% (512 voti). Al 2,28% il candidato di Liberi e Uguali Trincucci.

Anche a Carlantino oltre metà dei votanti sceglie il candidato Cinquestelle, che stravince con il 52,50 dei voti (241) lasciando le briciole alla Spezzati (21,13% con 97 voti) e a Russo (15,68% 72 voti). Sale al 7,4% Liberi Uguali con Trincucci che incassa 34 preferenze.

Anche a Casalnuovo Monterotaro vince Pellegrini con il 44,20% (332 voti), ma davanti a Russo che con il 27,69% stacca di oltre 6 punti percentuali la Spezzati (160 voti). Quarta piazza per Trincucci con il 3,59%.

Risultato analogo a Casalvecchio, dove dietro il candidato pentastellato, primo con il 40,26% (360 voti) il candidato del centrosinistra la spunta sulla Spezzati per un solo voto (234 a 233) con il 26,17% rispetto al 26,06 dell’esponente di Fratelli d’Italia. Raggiunge il 4,36% Trincucci di Leu.

A Castelluccio Valmaggiore poco spazio per i partiti minori: Pellegrini (36,09 con 235 voti), Spezzati (33,48% con 218 voti) e Russo (25,96% con 169 voti) ottengono oltre il 95% dei voti totali.

Sempre sui Monti Dauni, a Castelnuovo della Daunia, schiacciante vittoria di Pellegrini che con il 49,12%% (335 voti) doppia Russo fermo al 24,92% (170 voti). Più dietro la Spezzati che non va oltre il 19,50% (133 voti). Con 15 voti Trincucci raggiunge il 2,19%.

Spostandoci più verso il confine con il Molise, a Celenza Valfortore, vince sempre Pellegrini con il 40,35% (316 voti), staccando la Spezzati di quasi 10 punti percentuali (240 voti). Fermo al 24,13 Russo (189 voti).

Nel comune più piccolo della Capitanata, a Celle di San Vito, si registra la vittoria della Spezzati, che raggiunge il 51,76% con 44 voti, doppiando Russo (23,52%) che supera Pellegrini (22,35%) di un solo voto (20 a 19).

A Chieuti si registra uno dei risultati peggiori del candidato di centrosinistra, che chiude al 13,66% (117 voti), distante anni luce dal vincitore Pellegrini con il 43,92% (376 voti) e da Antonella Spezzati che ottiene il 37,61% (322 voti).

Non c’è partita neppure a Deliceto: il 48,79% (954 voti) dei votanti sceglie il Movimento 5 Stelle, mentre la Spezzati chiude al 28,84% (564 voti). Distante ancora Russo che rimedia un modesto 16,52% (323 voti).

Anche nella culla del ‘francoprovenzale’ si afferma il Movimento 5 Stelle. Il 42,23 dei votanti di Faeto premia Marco Pellegrini (117 voti); seconda la Spezzati con il 34,65% (96 voti) davanti a Russo con il 18,05% (50 voti). Superano il 2% sia Italia agli Italiani con il candidato Luigi Palladino, che Anna Mastrangelo de Il Popolo della Famiglia.

Come per l’uninominale della Camera, a Ischitella si impone nettamente il centrodestra. La Spezzati chiude al 44,35% (852 voti) staccando nettamente Pellegrini e Russo fermi rispettivamente al 24,72% (475 voti) e al 21,86% (420 voti). Trincucci di Leu ottiene il 3,53% (68 voti). Sale al 2,29 (44 voti) Soccio di Potere al Popolo, seguito al 2,03% da Luigi Palladino di Italia agli italiani.

Dominio del centrodestra a Lesina, dove il 50,49% dei votanti premia Antonella Spezzati (1366 voti). Al 30,60 si ferma Pellegrini (828 voti), staccatissimo Russo al 12,31% (333 voti). Supera le 100 preferenze Luigi Palladino di Italia agli Italiani, che chiude al 3,80%.

Anche al Senato Monteleone di Puglia sceglie Massimo Russo, che si afferma con il 48,96% (285 voti), davanti alla Spezzati (28,35% con 165 voti) e Pellegrini (20,10% con 117 voti). Discorso simile a Panni dove il candidato del centrosinistra ottiene addirittura il 53,51% (251 voti), mettendosi dietro la Spezzati (21,96% con 103 voti) e il candidato Cinquestelle che si ferma al 19,82% (93 voti).

Successo di misura dei Cinquestelle a Motta Montecorvino dove Pellegrini, con il 36,76%, supera la Spezzati (30,58%) di 19 voti. Al 19,70 segue Russo. Ottimo il risultato di Liberi e Uguali che supera il 10% con Trincucci (36 voti).

Ancora sui Monti Dauni, a Orsara di Puglia, stravince Pellegrini con il 40,64% (604 voti) mentre la Spezzati (26,71%) ha la meglio su Russo (26,04%) per sole 10 preferenze (397 a 387). Trincucci chiude al 2,75% (41 voti).

Al pari della Di Donna alla Camera, la Spezzati dilaga a Peschici con il 64,24% (1315 voti) dei consensi, lasciando le briciole a Pellegrini (19,88% con 407 voti) e Russo (12,11% con 248 voti).

Dal Gargano ai Monti Dauni, a Pietramontecorvino Pellegrini di nuovo in testa con il 45,84% (640 voti). A seguire, separati tra loro da soli 16 voti (337 a 321) Spezzati con il 24,14% e Russo con il 22,99%. Chiude con un secco 2% Trincucci di Leu (28 voti).

A Poggio Imperiale il cuore batte a destra: affermazione della Spezzati, che chiude al 43,72% (530 voti) davanti a Pellegrini che non va oltre il 38,36% (465 voti). Staccatissimo Massimo Russo che chiude al 14,10% (171 voti).

Distacchi più contenuti a Rignano Garganico che vede Pellegrini vincere con il 37,26% (357 voti) davanti alla Spezzati che chiude al 29,01 (278 voti), superando di soli 4 voti il candidato del centrosinistra (28,60%).

Sempre sul Gargano, a Rodi, sorride il centrodestra: Spezzati avanti con il 43,76% (754), seguito da Pellegrini al 29,48% (508 voti) e Russo al 22,98% (396 voti). La candidata di Fratelli d’Italia vince anche a Roseto Valfortore, sui Monti Dauni, ottenendo il 47,17% (167 voti), sempre davanti all’esponente grillino che chiude al 33,05%. Staccato Russo che ottiene il 18,07%. Altro salto sul Gargano, a San Marco in Lamis, e altra vittoria della Spezzati. Nel paese dei due conventi, la candidata della coalizione di centrodestra chiude con il 37,47% (2291 voti), seguita da Pellegrini (32,12% con 1964 voti) e Russo (21,42 con 1310 voti). Discreti i risultati di Soccio di Potere al Popolo con il 2,51% (154 voti) e della Mastrangelo con de Il Popolo della Famiglia (2,17%).

Successo di Russo a San Marco La Catola, dove il ‘civico’ rappresentante della coalizione di centrosinistra si impone con il 41,56% (197 voti). Seguono Pellegrini con il 28,27% (134 voti) e la Spezzati con il 23,62% (112 voti).

Scontro all’ultimo voto a San Nicandro Garganico dove la Spezzati (38,52%) ha la meglio su Pellegrini (37,86%) per soli 43 voti (2487 a 2444). Molto staccato Massimo Russo che chiude al 18,49% (1194 voti). Al 2,44% chiude Trincucci di Leu.

Percentuale quasi uguale per il candidato del centrosinistra (18,52% con 457 voti) anche a San Paolo di Civitate, dove vince il Movimento Cinquestelle. Pellegrini è anche l’unico a sforare la quota dei mille voti (1048) con il 42,48% davanti ad Antonella Spezzati (33,88% con 836 voti). Situazione pressoché analoga a Sant’Agata di Puglia (Pellegrini 44,11%, Spezzati 32,11% e Russo 18,44%).

Equilibrio a Serracapriola, dove la Spezzati con il 40,38% (735 voti) la spunta sul candidato pentastellato (38,57%) per 33 voti. Distante ancora Massimo Russo che chiude al 14,83% (270 voti). Trincucci di Leu chiude al 2,63% (48 voti).

Con il 39% (2969 voti) Pellegrini vince anche a Torremaggiore. Seconda piazza per la Spezzati con il 35,40% (2695 voti), davanti a Russo (21,08% con 1605 voti).

Nettissima l’affermazione del candidato grillino a Troia, scelto dal 50,51% dei votanti (1754 voti); al 22,69% si piazza la Spezzati (788 voti) seguita da Russo che chiude al 21,45% (745 voti). Arriva al 2,24% (78 voti) il candidato di Liberi e Uguali.

Dai Monti Dauni si torna sul Gargano a Vico, che premia ancora la candidata del centrodestra, prima con il 54,01% (1817 voti). A seguire, Pellegrini al 26,87% (904 voti) e Russo al 13,55% (456 voti). Supera le 100 preferenze anche Trincucci, che chiude al 3,15%.

Un solo voto separa il candidato grillino dalla candidata di centrodestra nel comune di Vieste: con 2299 voti (37,75%) Pellegrini batte la Spezzati (37,74%). Sfiora soltanto il 20% Massimo Russo (1210 voti). Al 2,36% Trincucci.

Travolgente il successo del Movimento Cinque Stelle a Volturara Appula (62,69% con 121 voti) davanti al centrodestra (19,17%) e centrosinistra (15,02%). Pellegrini (38,07%) vince anche a Volturino, ma per soli 5 voti (300 a 275) sulla Spezzati (34,89%). Gradino più basso del podio per Russo che chiude al 18,90%. Al 3,80% chiude Trincucci.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento