Carla Giuliano stravince da San Severo ai Monti Dauni: battuti Angelo Cera e Rosario Cusmai

I voti comune per comune del collegio alla Camera San Severo-Monti Dauni-Lucera: vince la candidata del Movimento 5 Stelle

Carla Giuliano

Il successo dei 5 Stelle arriva anche nel collegio uninominale Puglia 14 (San Severo). La sanseverese Carla Giuliano la spunta con il 43,70% sui rivali Angelo Cera, del centrodestra, che ha ottenuto il 33,33%, e il candidato civico del centrosinistra Rosario Cusmai, che si è fermato al 17,86%.

Un successo schiacciante, ottenuto nella maggior parte dei comuni, a partire proprio da San Severo. Le 56 sezioni di San Severo hanno premiato la candidata grillina, capace di superare le 12mila preferenze con il 46,48% dei voti. Staccato di quasi 13 punti percentuali Angelo Cera: il candidato della coalizione di centrodestra si ferma al 33,78% (9239 voti). Lontano dalle prime due posizioni Rosario Cusmai: per il ‘civico’ rappresentante della coalizione di centrosinistra un magro 14,47% (3958 voti). Sfiora il 3% la candidata di Leu Arcangela De Vivo, che ottiene 799 voti.

Al comune di Accadia vittoria netta del Movimento Cinque Stelle, con la candidata Carla Giuliano che ottiene il 43,82% dei consensi (571 voti) davanti al candidato del centrosinistra Rosario Cusmai fermo al 25,01% (326 voti) e ad Angelo Cera che si ferma al 17,72 con 231 voti. Buon risultato per Filomena Barra del Partito Valore Umano che raggiunge un sorprendente 8,74% con 114 voti, staccando nettamente Arcangela De Vivo di Liberi e Uguali ferma al 2,60% con 34 voti.

Molto equilibrato il risultato ad Alberona, dove vince ancora la candidata pentastellata prevalendo, però, di soli 18 voti (222 a 204) con il 44,13% davanti ad Angelo Cera che ottiene il 40,55 %. Solo 50 voti per Cusmai fermo al 9,94%.

Successo dell’ex sindaco di San Marco in Lamis ad Apricena, dove il candidato della coalizione di centrodestra ottiene il 44,13% (3080 voti) davanti alla Giuliano che raggiunge il 32,45% (2265 voti). Terzo posto per Cusmai al 19,48% con 1360 voti.

Oltre metà dei votanti del comune di Anzano di Puglia hanno indirizzato il voto verso la candidata grillina: per la Giuliano il 53,64% delle preferenze (353 voti), contro il 21,27 di Cusmai e il 21,12% di Cera, questi ultimi distanti tra loro di un solo voto (140 contro 139).

Oltre metà comune di Biccari sceglie il Movimento cinque stelle. Carla Giuliano si impone con il 52,41% (804 voti). Equilibrata la lotta per la seconda piazza, con Cera che prevale di 6 voti (327 a 321) con il 21,31%, su Rosario Cusmai fermo al 20,92%. Liberi e Uguali con Arcangela De Vivo incassa il 2,99% con 46 voti.

Non cambia la storia a Bovino, dove la Giuliano stacca gli avversari con il 46,65% (801 voti). Equilibrio tra Cera e Cusmai, con il parlamentare di San Marco in Lamis che si impone di misura arrivando al 24,57% contro il 22,94% del vicepresidente della Provincia di Foggia. Potere al Popolo, con il 2,21% e i 38 voti alla candidata Soccorsa Sabrina Di Carlo, si impone come quarta forza.

Anche nelle due sezioni del comune di Carlantino non c’è storia: Carla Giuliano stravince con il 54,49%, mentre nessuno degli altri avversari raggiunge il 20%: Cera (95 voti) si ferma al 18,55%, Cusmai (76 voti) al 14,84%. Buono il risultato di Arcangela De Vivo che ottiene l’8,20% (42 voti).

Si rovesciano le percentuali degli ‘inseguitori’ nel comune di Casalnuovo Monterotaro, dove Carla Giuliano vince nettamente con il 44% (363 voti), seguito però da Rosario Cusmai che fa registrare uno dei migliori risultati arrivando al 28,60% (236 voti) davanti a Cera fermo al 20% (165 voti). Raggiunge il 4,60% Arcangela De Vivo, con 38 voti.

A Casalvecchio di Puglia si registra uno dei successi meno netti del Movimento Cinque Stelle, che comunque stacca di oltre 10 punti percentuali le forze politiche avversarie. Con 387 voti e il 39,48% vince la Giuliano, davanti ancora a Cusmai con il 27,04% (265 voti) e ad Angelo Cera che si ferma al 25,30% (248 voti). Arcangela De Vivo di Leu ottiene il 5,61% con 55 voti.

Anche a Castelluccio Valmaggiore vittoria meno schiacciante di Carla Giuliano che ottiene il 37,58% (277 voti), seguiti dai due candidati del centrodestra e del centrosinistra che ottengono lo stesso numero di voti (216) fermandosi al 29,30%.

Dominio dei 5 Stelle a Castelnuovo della Daunia, dove oltre metà dei votanti ha destinato la propria preferenza a Carla Giuliano (395 voti) vittoriosa con il 51,76%. Lontanissimi Rosario Cusmai con il 23,59 (180 voti) e Angelo Cera fermo al 20,05 (153 voti).

Distacchi notevoli tra la candidata pentastellata e gli altri due concorrenti anche al comune di Celenza Valfortore. La Giuliano si impone con il 43,99% (377 voti) davanti ad Angelo Cera fermo al 30,45% (261 voti) e a Rosario Cusmai che raggiunge il 22,75% (195 voti).

Nel più piccolo comune della provincia di Foggia, a Celle di San Vito, si impone Angelo Cera con il 45,26% e 43 voti. Pari e patta tra Carla Giuliano e Rosario Cusmai che ricevono 25 voti ciascuno ottenendo il 26,31%.

Successo a 5 Stelle nel comune di Chieuti: la Giuliano ottiene il 45,52% (432 voti) davanti a Cera fermo al 36,88 (350 voti). Staccatissimo Cusmai che si ferma al 13,17% (125 voti). 

Stessa storia a Deliceto dove la candidata grillina ottiene il 48,82% (1059 voti), davanti a Cera fermo al 28,53% (619 voti) e a uno staccato Cusmai con il 17,01% (369 voti).

Equilibrato – più in termini di voti che di percentuali – il dato di Faeto, che premia ancora i Cinque Stelle con il 41,26 per Carla Giuliano, la quale riceve 22 voti in più (130 a 108) rispetto a Cera fermo al 34,28%. 54 i votanti che hanno scelto Rosario Cusmai terzo con il 17,14%. Con 7 voti, il partito di estrema destra Italia agli Italiani ottiene il 2,22%. 

A Lesina si registra una delle pochissimi vittorie schiaccianti di Angelo Cera, che supera il 52% dei consensi (1563 voti) davanti alla Giuliano ferma al 32,21% (966 voti). Magro il risultato di Rosario Cusmai che non va oltre l’11,40% (342 voti).

Anche a Lucera, secondo comune del collegio per numero di votanti, non c’è stata storia. La Giuliano si impone con il 47,76% (8052 voti) davanti a Cera con il 31,98% (5392 voti) e a uno staccatissimo Rosario Cusmai, bloccato al 15,31% (2582 preferenze). Supera il 2% Arcangela De Vivo (379 voti) di Liberi e Uguali.

Nelle tre sezioni del comune di Monteleone di Puglia si registra l’unica vittoria di Rosario Cusmai, che raggiunge il 38,28% (250 voti), davanti ad Angelo Cera che si ferma al 31,24% (204 voti). ‘Solo’ il 25,88% dei votanti ha premiato la candidata del Movimento 5 Stelle (169 voti).

A Motta Montecorvino si ristabiliscono le posizioni: il 38,62% dei votanti ha scelto la candidata pentastellata (146 voti). Segue al 28,57% (108 preferenze) Angelo Cera. Terzo, con il 22,75% e 86 voti, Rosario Cusmai. Buon risultato per Arcangela De Vivo di Leu che con 32 voti raggiunge l’8,46%.

Anche a Orsara di Puglia non c’è storia: grande vittoria di Carla Giuliano con il 43,60% (709 voti); Cusmai non va oltre il 26,26% (427 voti) davanti ad Angelo Cera fermo al 25,09% (408 voti). La candidata di Liberi e Uguali Arcangela De Vivo ottiene il 3.19% (52 voti).

Quasi un plebiscito a Panni per Cusmai: il consigliere comunale ottiene 329 voti con uno schiacciante 62,66%; seguono Cera con il 19,61% (103 voti) e la candidata del Movimento 5 Stelle con il 40,09% (74 voti).

A Pietramontecorvino il 48,32% dei votanti sceglie Carla Giuliano (749 voti), mentre Cera non va oltre il 24,70% (383 voti); a seguire, staccato di soli 43 voti, ancora Cusmai con il 21,93%.

Vince a Poggio Imperiale, seppur di poco, Angelo Cera, che incassa 565 voti e il 42,90%, davanti al 40,09% della Giuliano (528 voti). Staccatissimo il candidato del centrosinistra che non va oltre il 14,42% (190 voti).

Il podio Cinquestelle-centrodestra-centrosinistra si ristabilisce nel comune di Rignano Garganico. Vince Carla Giuliano con il 37,94% (409 voti) davanti all’ex sindaco di San Marco in Lamis fermo al 31,63% (341 voti). Sfiora il 27% Rosario Cusmai con 290 voti.

A Roseto Valfortore, dove si è registrata la più alta percentuale di astensionismo, vince Angelo Cera con il 44,38% (170 voti), seguito dalla candidata pentastellata con il 33,42% (128 voti), e dal vicepresidente della provincia con il 20,36% (78 voti).

Altro successo pentastellato, stavolta a San Marco La Catola. Il 40,03% ha scelto la candidata grillina (205 voti), mentre il 30,07% delle preferenze è andato al candidato del centrodestra (154 voti). Per Cusmai il 24,21% e 124 preferenze.

Lotta serrata a San Nicandro Garganico, dove prevale, seppur di poco, ancora Carla Giuliano. Per lei, il 39,80% dei voti (2826 totali) davanti al 37,88% di Angelo Cera. Staccato al 17,91% Cusmai (1272 voti). Supera il 2% con 165 voti la De Vivo di Leu.

Nelle sei sezioni del comune di San Paolo di Civitate brillano le cinque stelle: il 44,18% (1243 voti) ha scelto Carla Giuliano, che è anche l’unica dei candidati ad aver superato le mille preferenze. Con il 33,77% (950 voti) Cera ottiene la seconda piazza. Resta staccato Cusmai con il 16,56% (466 voti). Leu ottiene il 2,09% con 59 voti.

La storia non cambia a Sant’Agata di Puglia: il 43,97% dei votanti ha scelto la Giuliano (438 voti). Cera insegue con il 30,42% (303 voti), più staccato Rosario Cusmai con il 17,87% (178 voti). A sorpresa Filomena Barra del Partito Valore Umano raggiunge il 2,51% con 25 voti.

Successo di misura per Cera nel comune di Serracapriola: l’ex parlamentare di San Marco in Lamis ottiene il 40,55% (820 voti) staccando di sole 23 preferenze la candidata del Movimento Cinquestelle che si ferma al 39,41% (797 voti). Non va oltre il 14,29% Rosario Cusmai (289 voti), mentre Arcangela De Vivo di Liberi e Uguali, con 50 voti, raggiunge il 2,47%.

Più equilibrata la ripartizione dei voti nelle 17 sezioni del comune di Torremaggiore. La spunta ancora la Giuliano con il 39,57% (3388) seguita da Cera al 34,27%, e da Cusmai al 21,50% (1841). Arriva al 2,13% con 183 preferenze la candidata di Leu Arcangela De Vivo.

Travolgente la vittoria del Movimento Cinquestelle nel comune di Troia: il 52,92% dei voti sono andati alla candidata grillina (2061 voti). Staccatissimi Cera con il 21,93% (854 voti) e Cusmai con il 20,28% (790 voti). Raggiunge il 2,46% (96 voti) la De Vivo.

Affermazione pentastellata netta anche nel comune di Volturara Appula: il 61,38% ha premiato la Giuliano (124 voti), seguita da Cera con il 21,78% (44 voti). Arranca al 12,37% Cusmai (25 voti).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Percentuali più equilibrate a Volturino: nelle due sezioni scrutinate, affermazione della Giuliano con il 42,02% (366 voti) davanti ad Angelo Cera con il 36,05% (314 voti), più del doppio rispetto a Cusmai che non va oltre il 15,26% (133 voti). Al 3,55% (31 voti) la candidata di Liberi e Uguali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Foggia: trovato cadavere in un'auto

  • Palpeggia, solleva e stringe a sè ragazza in via Sabotino. Interviene la polizia. Cittadino denuncia: "Siamo stanchi"

  • Violenza sessuale su ragazza di 20 anni. Il racconto tra le lacrime: "Mi teneva così stretta che non riuscivo a liberarmi"

  • Ragazza trovata morta nel bagno della sua stanza: la tragedia nella residenza universitaria Einstein di Milano

  • Uomo scomparso a Foggia, da 24 ore non si hanno più notizie. I familiari: "Aiutateci a ritrovarlo"

  • "Il botto è stato tremendo". Carabinieri evitano il linciaggio di due giovani, nel tamponamento ferito un bambino

Torna su
FoggiaToday è in caricamento