Carla Giuliano stravince da San Severo ai Monti Dauni: battuti Angelo Cera e Rosario Cusmai

I voti comune per comune del collegio alla Camera San Severo-Monti Dauni-Lucera: vince la candidata del Movimento 5 Stelle

Carla Giuliano

Il successo dei 5 Stelle arriva anche nel collegio uninominale Puglia 14 (San Severo). La sanseverese Carla Giuliano la spunta con il 43,70% sui rivali Angelo Cera, del centrodestra, che ha ottenuto il 33,33%, e il candidato civico del centrosinistra Rosario Cusmai, che si è fermato al 17,86%.

Un successo schiacciante, ottenuto nella maggior parte dei comuni, a partire proprio da San Severo. Le 56 sezioni di San Severo hanno premiato la candidata grillina, capace di superare le 12mila preferenze con il 46,48% dei voti. Staccato di quasi 13 punti percentuali Angelo Cera: il candidato della coalizione di centrodestra si ferma al 33,78% (9239 voti). Lontano dalle prime due posizioni Rosario Cusmai: per il ‘civico’ rappresentante della coalizione di centrosinistra un magro 14,47% (3958 voti). Sfiora il 3% la candidata di Leu Arcangela De Vivo, che ottiene 799 voti.

Al comune di Accadia vittoria netta del Movimento Cinque Stelle, con la candidata Carla Giuliano che ottiene il 43,82% dei consensi (571 voti) davanti al candidato del centrosinistra Rosario Cusmai fermo al 25,01% (326 voti) e ad Angelo Cera che si ferma al 17,72 con 231 voti. Buon risultato per Filomena Barra del Partito Valore Umano che raggiunge un sorprendente 8,74% con 114 voti, staccando nettamente Arcangela De Vivo di Liberi e Uguali ferma al 2,60% con 34 voti.

Molto equilibrato il risultato ad Alberona, dove vince ancora la candidata pentastellata prevalendo, però, di soli 18 voti (222 a 204) con il 44,13% davanti ad Angelo Cera che ottiene il 40,55 %. Solo 50 voti per Cusmai fermo al 9,94%.

Successo dell’ex sindaco di San Marco in Lamis ad Apricena, dove il candidato della coalizione di centrodestra ottiene il 44,13% (3080 voti) davanti alla Giuliano che raggiunge il 32,45% (2265 voti). Terzo posto per Cusmai al 19,48% con 1360 voti.

Oltre metà dei votanti del comune di Anzano di Puglia hanno indirizzato il voto verso la candidata grillina: per la Giuliano il 53,64% delle preferenze (353 voti), contro il 21,27 di Cusmai e il 21,12% di Cera, questi ultimi distanti tra loro di un solo voto (140 contro 139).

Oltre metà comune di Biccari sceglie il Movimento cinque stelle. Carla Giuliano si impone con il 52,41% (804 voti). Equilibrata la lotta per la seconda piazza, con Cera che prevale di 6 voti (327 a 321) con il 21,31%, su Rosario Cusmai fermo al 20,92%. Liberi e Uguali con Arcangela De Vivo incassa il 2,99% con 46 voti.

Non cambia la storia a Bovino, dove la Giuliano stacca gli avversari con il 46,65% (801 voti). Equilibrio tra Cera e Cusmai, con il parlamentare di San Marco in Lamis che si impone di misura arrivando al 24,57% contro il 22,94% del vicepresidente della Provincia di Foggia. Potere al Popolo, con il 2,21% e i 38 voti alla candidata Soccorsa Sabrina Di Carlo, si impone come quarta forza.

Anche nelle due sezioni del comune di Carlantino non c’è storia: Carla Giuliano stravince con il 54,49%, mentre nessuno degli altri avversari raggiunge il 20%: Cera (95 voti) si ferma al 18,55%, Cusmai (76 voti) al 14,84%. Buono il risultato di Arcangela De Vivo che ottiene l’8,20% (42 voti).

Si rovesciano le percentuali degli ‘inseguitori’ nel comune di Casalnuovo Monterotaro, dove Carla Giuliano vince nettamente con il 44% (363 voti), seguito però da Rosario Cusmai che fa registrare uno dei migliori risultati arrivando al 28,60% (236 voti) davanti a Cera fermo al 20% (165 voti). Raggiunge il 4,60% Arcangela De Vivo, con 38 voti.

A Casalvecchio di Puglia si registra uno dei successi meno netti del Movimento Cinque Stelle, che comunque stacca di oltre 10 punti percentuali le forze politiche avversarie. Con 387 voti e il 39,48% vince la Giuliano, davanti ancora a Cusmai con il 27,04% (265 voti) e ad Angelo Cera che si ferma al 25,30% (248 voti). Arcangela De Vivo di Leu ottiene il 5,61% con 55 voti.

Anche a Castelluccio Valmaggiore vittoria meno schiacciante di Carla Giuliano che ottiene il 37,58% (277 voti), seguiti dai due candidati del centrodestra e del centrosinistra che ottengono lo stesso numero di voti (216) fermandosi al 29,30%.

Dominio dei 5 Stelle a Castelnuovo della Daunia, dove oltre metà dei votanti ha destinato la propria preferenza a Carla Giuliano (395 voti) vittoriosa con il 51,76%. Lontanissimi Rosario Cusmai con il 23,59 (180 voti) e Angelo Cera fermo al 20,05 (153 voti).

Distacchi notevoli tra la candidata pentastellata e gli altri due concorrenti anche al comune di Celenza Valfortore. La Giuliano si impone con il 43,99% (377 voti) davanti ad Angelo Cera fermo al 30,45% (261 voti) e a Rosario Cusmai che raggiunge il 22,75% (195 voti).

Nel più piccolo comune della provincia di Foggia, a Celle di San Vito, si impone Angelo Cera con il 45,26% e 43 voti. Pari e patta tra Carla Giuliano e Rosario Cusmai che ricevono 25 voti ciascuno ottenendo il 26,31%.

Successo a 5 Stelle nel comune di Chieuti: la Giuliano ottiene il 45,52% (432 voti) davanti a Cera fermo al 36,88 (350 voti). Staccatissimo Cusmai che si ferma al 13,17% (125 voti). 

Stessa storia a Deliceto dove la candidata grillina ottiene il 48,82% (1059 voti), davanti a Cera fermo al 28,53% (619 voti) e a uno staccato Cusmai con il 17,01% (369 voti).

Equilibrato – più in termini di voti che di percentuali – il dato di Faeto, che premia ancora i Cinque Stelle con il 41,26 per Carla Giuliano, la quale riceve 22 voti in più (130 a 108) rispetto a Cera fermo al 34,28%. 54 i votanti che hanno scelto Rosario Cusmai terzo con il 17,14%. Con 7 voti, il partito di estrema destra Italia agli Italiani ottiene il 2,22%. 

A Lesina si registra una delle pochissimi vittorie schiaccianti di Angelo Cera, che supera il 52% dei consensi (1563 voti) davanti alla Giuliano ferma al 32,21% (966 voti). Magro il risultato di Rosario Cusmai che non va oltre l’11,40% (342 voti).

Anche a Lucera, secondo comune del collegio per numero di votanti, non c’è stata storia. La Giuliano si impone con il 47,76% (8052 voti) davanti a Cera con il 31,98% (5392 voti) e a uno staccatissimo Rosario Cusmai, bloccato al 15,31% (2582 preferenze). Supera il 2% Arcangela De Vivo (379 voti) di Liberi e Uguali.

Nelle tre sezioni del comune di Monteleone di Puglia si registra l’unica vittoria di Rosario Cusmai, che raggiunge il 38,28% (250 voti), davanti ad Angelo Cera che si ferma al 31,24% (204 voti). ‘Solo’ il 25,88% dei votanti ha premiato la candidata del Movimento 5 Stelle (169 voti).

A Motta Montecorvino si ristabiliscono le posizioni: il 38,62% dei votanti ha scelto la candidata pentastellata (146 voti). Segue al 28,57% (108 preferenze) Angelo Cera. Terzo, con il 22,75% e 86 voti, Rosario Cusmai. Buon risultato per Arcangela De Vivo di Leu che con 32 voti raggiunge l’8,46%.

Anche a Orsara di Puglia non c’è storia: grande vittoria di Carla Giuliano con il 43,60% (709 voti); Cusmai non va oltre il 26,26% (427 voti) davanti ad Angelo Cera fermo al 25,09% (408 voti). La candidata di Liberi e Uguali Arcangela De Vivo ottiene il 3.19% (52 voti).

Quasi un plebiscito a Panni per Cusmai: il consigliere comunale ottiene 329 voti con uno schiacciante 62,66%; seguono Cera con il 19,61% (103 voti) e la candidata del Movimento 5 Stelle con il 40,09% (74 voti).

A Pietramontecorvino il 48,32% dei votanti sceglie Carla Giuliano (749 voti), mentre Cera non va oltre il 24,70% (383 voti); a seguire, staccato di soli 43 voti, ancora Cusmai con il 21,93%.

Vince a Poggio Imperiale, seppur di poco, Angelo Cera, che incassa 565 voti e il 42,90%, davanti al 40,09% della Giuliano (528 voti). Staccatissimo il candidato del centrosinistra che non va oltre il 14,42% (190 voti).

Il podio Cinquestelle-centrodestra-centrosinistra si ristabilisce nel comune di Rignano Garganico. Vince Carla Giuliano con il 37,94% (409 voti) davanti all’ex sindaco di San Marco in Lamis fermo al 31,63% (341 voti). Sfiora il 27% Rosario Cusmai con 290 voti.

A Roseto Valfortore, dove si è registrata la più alta percentuale di astensionismo, vince Angelo Cera con il 44,38% (170 voti), seguito dalla candidata pentastellata con il 33,42% (128 voti), e dal vicepresidente della provincia con il 20,36% (78 voti).

Altro successo pentastellato, stavolta a San Marco La Catola. Il 40,03% ha scelto la candidata grillina (205 voti), mentre il 30,07% delle preferenze è andato al candidato del centrodestra (154 voti). Per Cusmai il 24,21% e 124 preferenze.

Lotta serrata a San Nicandro Garganico, dove prevale, seppur di poco, ancora Carla Giuliano. Per lei, il 39,80% dei voti (2826 totali) davanti al 37,88% di Angelo Cera. Staccato al 17,91% Cusmai (1272 voti). Supera il 2% con 165 voti la De Vivo di Leu.

Nelle sei sezioni del comune di San Paolo di Civitate brillano le cinque stelle: il 44,18% (1243 voti) ha scelto Carla Giuliano, che è anche l’unica dei candidati ad aver superato le mille preferenze. Con il 33,77% (950 voti) Cera ottiene la seconda piazza. Resta staccato Cusmai con il 16,56% (466 voti). Leu ottiene il 2,09% con 59 voti.

La storia non cambia a Sant’Agata di Puglia: il 43,97% dei votanti ha scelto la Giuliano (438 voti). Cera insegue con il 30,42% (303 voti), più staccato Rosario Cusmai con il 17,87% (178 voti). A sorpresa Filomena Barra del Partito Valore Umano raggiunge il 2,51% con 25 voti.

Successo di misura per Cera nel comune di Serracapriola: l’ex parlamentare di San Marco in Lamis ottiene il 40,55% (820 voti) staccando di sole 23 preferenze la candidata del Movimento Cinquestelle che si ferma al 39,41% (797 voti). Non va oltre il 14,29% Rosario Cusmai (289 voti), mentre Arcangela De Vivo di Liberi e Uguali, con 50 voti, raggiunge il 2,47%.

Più equilibrata la ripartizione dei voti nelle 17 sezioni del comune di Torremaggiore. La spunta ancora la Giuliano con il 39,57% (3388) seguita da Cera al 34,27%, e da Cusmai al 21,50% (1841). Arriva al 2,13% con 183 preferenze la candidata di Leu Arcangela De Vivo.

Travolgente la vittoria del Movimento Cinquestelle nel comune di Troia: il 52,92% dei voti sono andati alla candidata grillina (2061 voti). Staccatissimi Cera con il 21,93% (854 voti) e Cusmai con il 20,28% (790 voti). Raggiunge il 2,46% (96 voti) la De Vivo.

Affermazione pentastellata netta anche nel comune di Volturara Appula: il 61,38% ha premiato la Giuliano (124 voti), seguita da Cera con il 21,78% (44 voti). Arranca al 12,37% Cusmai (25 voti).

Percentuali più equilibrate a Volturino: nelle due sezioni scrutinate, affermazione della Giuliano con il 42,02% (366 voti) davanti ad Angelo Cera con il 36,05% (314 voti), più del doppio rispetto a Cusmai che non va oltre il 15,26% (133 voti). Al 3,55% (31 voti) la candidata di Liberi e Uguali.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Censimento campi nomadi: da Foggia l'ok a Salvini da chi opera al fianco dei rom di Arpinova

  • Politica

    Il veto di Forza Italia a Landella: portiamo la consiliatura a termine a patto che non ti ricandidi

  • Cronaca

    VIDEO | Catena umana in viale Michelangelo: girotondo ambientalista per una piazza con tanti alberi

  • Cronaca

    Manufatti abusivi in spiaggia: sequestrata a Siponto area demaniale marittima di 3mila mq

I più letti della settimana

  • E' morta la bimba di Lucera affetta da SEU

  • Si spezza gancio traino, auto "schizza" nella corsia di marcia opposta: muore 24enne

  • Agguato a Vieste, ancora sangue nella città del faro: un morto e un ferito

  • Paura in via Sbano, a volto scoperto e pistola in pugno spara contro 20enne: arrestato Ciavarella

  • Sui Monti Dauni nasce il primo 'Bed & Tree' della Puglia, casette sugli alberi nel 'Parco Avventura' di Biccari

  • Spari alla periferia sud di Foggia: uomo ferito a colpi di arma da fuoco ad una gamba

Torna su
FoggiaToday è in caricamento