"Foggia e la Puglia non possono essere considerati la discarica di riserva di Raggi"

Rifiuti di Roma in Puglia, dichiarazione del coordinatore provinciale di Forza Italia, Raffaele Di Mauro

Raffaele Di Mauro

“La Puglia e Foggia non possono essere considerati la discarica di riserva di Virginia Raggi. La decisione del presidente della Regione Emiliano di offrire gli impianti pugliesi al sindaco di Roma, per aiutarla nell’emergenza provocata dalla sua incapacità e da quella del Governatore del Lazio Nicola Zingaretti, è scelta che andava vagliata e valutata non solo sul piano tecnico, ma anche sotto il profilo politico.

Invocare il principio di solidarietà tra Regioni non può significare scaricare sulle nostre comunità il peso del transito di migliaia di tonnellate di rifiuti - arriveranno infatti più di  600 camion con circa 5000 tonnellate di rifiuti - in impianti di smaltimento che peraltro presentano più di un affanno e in una regione in cui questo settore è in costante difficoltà.

La Giunta Emiliano, inoltre, ha operato senza alcun confronto né con le istituzioni dei territori né con le loro comunità, ignorando colpevolmente la delicatezza del tema e condannando la provincia di Foggia e la Puglia a pagare il prezzo dell’incompetenza del Comune di Roma e della Regione Lazio, cioè del Movimento 5 Stelle e del Partito Democratico che sono alla loro guida. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questa è un’ulteriore dimostrazione di quale sia l’attenzione che Emiliano, il centrosinistra ed il PD riservano ai cittadini che sono stati chiamati ad amministrare e difendere. Crediamo che quanto abbiamo visto in questi anni sia sufficiente affinché i pugliesi e la comunità di Capitanata possano decidere nel 2020 di cambiare spartito, musica ed interpreti, mandando finalmente a casa chi oggi governa la Regione Puglia”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc a Foggia: litiga con la fidanzata, i due 'cognati' lo raggiungono a casa e lo accoltellano

  • "Era bravissimo e un grande lavoratore". Amici e conoscenti in lacrime per Mattia. Pizzeria chiude per due giorni

  • Si torna a ballare in Puglia: verso la riapertura di club e discoteche all'aperto

  • Rimprovera comitiva chiassosa, ispettore di polizia accerchiato e aggredito sotto casa: grave episodio a San Severo

  • Coronavirus, 8 casi in Puglia ma Capitanata senza vittime né contagi. I positivi scendono a 1222

  • Coronavirus: due casi in provincia di Foggia, solo quattro in tutta la Puglia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento