Carpino Folk Festival: si spengono le luci, non si placano le polemiche

L'associazione culturale fa un bilancio della diciassettesima edizione e attacca duramente le contestazioni, definite "pilotate" e con un mandante politico individuato nel consigliere provinciale Rocco Ruo

Ph Antonacci dalla fanpage ufficiale della manifestazione

Diciassettesimo anno. A voler essere superstiziosi c'era da aspettarsi che non tutto andasse come doveva. Eppure anche la diciassettesima edizione del Carpino Folk Festival si è conclusa con un successo “nonostante l'ombra della politica di paese”. A dirlo è l'associazione culturale Carpino Folk Festival che, dopo le polemiche dei giorni scorsi, ha deciso di dire la sua. Lo ha fatto attraverso un duro comunicato, dove vengono fatti nomi e cognomi, additati come mandanti politici di una contestazione definita pilotata. E non c'è paura, da parte dell'associazione organizzatrice del festival di ammettere che questo è stato l’annus orribilis del Carpino Folk Festival per varie ragioni.

Perché questa definizione? Due i motivi fondamentali: la crisi economica e la contestazione che proprio non è andata giù agli organizzatori.

I TAGLI – Quest'anno i fondi a disposizione erano inferiori agli scorsi anni. “Il finanziamento della Regione Puglia si è ridotto rispetto all’anno scorso, quello del Parco Nazionale del Gargano idem, l’apporto dei privati ha avuto un calo vertiginoso. Consolante è stato il contributo, prima ancora che economico, morale dei vari Comuni con i quali, per il terzo anno, è stato possibile realizzare  il “Carpino Folk Festival: un festival che coinvolge il territorio” che si integra perfettamente con Carpino Folk Festival diciamo “storico”. Ci piace, comunque, ringraziare tutti gli enti finanziatori, nella speranza di avere maggior sostegno per il futuro e ciò nell’interesse esclusivo della crescita della Manifestazione e delle nostre Comunità”.

La furia però è contro l'amministrazione provinciale e soprattutto contro il Comune di Carpino: “Sono venuti a mancare alla Manifestazione il sostegno dell’Amministrazione Provinciale e, per la seconda volta nella nostra storia, del Comune di Carpino. Prendiamo atto non  solo dell’azzeramento della linea di finanziamento ma anche dell’azzeramento dei conferimenti in natura (corrente elettrica, siae, etc.) da parte del Comune di Carpino. Le motivazioni sono state pubblicate in un articolo di un quotidiano locale nel quale il Sindaco affermava: “dietro la mia porta ci sono molte  famiglie che hanno bisogno di mangiare, non posso spe