Primiano Calvo accusa: "Sui rifiuti troppi interessi privati e poca trasparenza"

Il caso: l'Amministrazione comunale ha autorizzato tre impianti di smaltimento dei rifiuti: due sulla Statale 16 adriatica (Lufa service e Safab) e l'impianto di ambito territoriale ARO fg/4) su Statale 272. "E'questo il bene comune?”

Immagine di repertorio

Sui rifiuti, a San Severo, troppi interessi privati e poca trasparenza. Lo sostiene Primiano Calvo, coordinatore di “Noi con Salvini” di Foggia e Provincia. “In merito al ciclo dei rifiuti, l’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC), presieduta dal magistrato Raffaele Cantone, ha esaminato gli ARO (Ambiti di Raccolta Ottimali) pugliesi, rilevando che la legge non è stata applicata, visto che le gare non sono state espletate”.

Secondo l’ANAC i termini stabiliti dalla legge regionale per la costituzione degli ARO e l’avvio delle gare d’appalto erano perentori. In realtà così non è stato: il risultato è stato la proroga ingiustificata di decennali affidamenti. L’ANAC ha denunciato irregolarità e inadempienze oltre il prolungato ricorso di molti sindaci pugliesi alle proroghe degli affidamenti anziché indire le gare. Cantone ha sottolineato alcuni fatti che si collegano a quanto accaduto a San Severo.

“Come è noto - spiega Calvo - l’amministrazione Miglio ha ripetutamente rinviato l’approvazione della “Carta dei Servizi dell’Ambito territoriale ARO4/FG” e del “Regolamento di assimilazione dei rifiuti speciali non pericolosi ai rifiuti urbani” così da subire il commissariamento da parte della Regione. In questo modo il sindaco Miglio San Severo hanno determinato una situazione di emergenza tale da giustificare il ricorso alla trattativa privata, essendo giunto a scadenza il contratto d’appalto relativo al servizio di igiene urbana”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Nel gennaio 2014, nella qualità di candidato sindaco, Miglio chiedeva chiarezza sull'impianto di compostaggio in fase di progettazione, ora da sindaco in carica si è schiarito bene le idee, talmente bene che San Severo avrà addirittura tre impianti di smaltimento dei rifiuti: impianto sito su Statale 16 adriatica (Lufa service), realizzazione impianto di ambito territoriale (ARO fg/4) su Statale 272 approvata con delibera di giunta comunale n. 120 del 13.06.2015, e realizzazione impianto su Statale  16 al km 654+300 Safab - Sagedil srl approvata con delibera di giunta comunale n. 142 del 22.07.2015. E’ questo il “bene comune” secondo Miglio e Damone?”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • In arrivo un nuovo decreto, filtra una bozza: restrizioni fino al 31 luglio e multe fino a 4mila euro per i trasgressori

  • Capitanata sotto choc, medico muore nell'inferno del Coronavirus. "Unica colpa è di aver fatto il suo dovere"

  • Coronavirus: un morto anche in Capitanata, zone rosse Foggia e San Giovanni Rotondo (sedi degli ospedali Covid-19)

  • La nuova mappa del contagio in Capitanata: la super 'zona rossa' nel Gargano, a Foggia da 21 a 30 casi positivi

  • Bollettino tragico: quattro morti in provincia di Foggia, solo oggi 120 positivi al Coronavirus in Puglia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento