Davigo a Foggia ribadisce: “I magistrati non devono fare politica”

Piercamillo Davigo e la sua idea di giustizia a Destinazione Futuro. La conversazione con il magistrato di Mani Pulite all'anteprima del Festival

Piercamillo Davigo a Foggia

Si è svolta ieri, 17 marzo, l’anteprima della seconda edizione di Destinazione Futuro, il Festival delle idee promosso dall’Associazione Culturale Odissea Club e che ha visto protagonista, in un’Aula Magna gremita del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Foggia, Piercamillo Davigo, presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati.

A conversare con lui l’avv. Marcello Oreste di Giuseppe in un confronto che si è sviluppato partendo da una prima parte per conoscere meglio l’uomo oltre che il giudice magistrato: i suoi ricordi della scuola autoritaria, del “se non studiavi ripetevi l’anno” ma soprattutto i suoi consigli ai ragazzi sul darsi da fare, credere nello studio e guardarsi attorno e viaggiare facendo esperienze all’estero. 

Ha ricordato il presidente Davigo: “Ho sempre invidiato i professori universitari sono pagati per fare domande anche a gente che non sa niente e che fa di tutto pur di dire qualcosa, mentre io interrogo persone che sanno tutto e fanno il possibile per non dire neanche una parola”.

Quindi, proseguendo la conversazione si è passati al tema della formazione degli avvocati sottolineando come gli stessi siano sottoposti ingiustamente, riscuotendo il plauso dei giovani giuristi presenti in aula, ad un esame di abilitazione eccessivamente duro. Secondo Piercamillo Davigo risulterebbe indispensabile, per un miglioramento nell’amministrazione della giustizia, prevedere inoltre il numero chiuso nell’accesso al corso di laurea in giurisprudenza.

E poi, tornando alla polemica ANM-Governo sull’inaugurazione dell’anno giudiziario: “Non ci siamo presentati all’inaugurazione perché il governo vuole scegliersi i giudici ed è inaccettabile in un paese democratico”. Si è parlato poi di corruzione, rapporto magistratura-politica (“I magistrati non devono fare politica” - lo dissi anche a Di Pietro) e di quelle che potrebbero essere alcune migliorie del sistema a partire da un legislatore più attento al fenomeno diffuso e contagioso della corruzione caratterizzato ancora dalla rassegnazione dei cittadini. Sono quindi seguiti alcuni interventi da parte di avvocati, giovani studenti e cittadini presenti all’evento.

L’evento, promosso con il patrocinio dell’Università di Foggia e della Fondazione Banca del Monte di Foggia, è stato dunque l’anteprima della seconda edizione del Festival delle Idee dei ragazzi di Odissea Club che tornerà, a luglio 2017, a Vieste.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • I Magistrati dovrebbero essere super partes ed apolitici ma purtroppo le loro cariche ed i loro incarichi, sono pilotati dalla politica ...... pertanto scordiamoci l'imparzialità !

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Omicidio a San Severo, coniugi uccisi in una profumeria: il figlio minorenne ammazzò coetaneo

  • Cronaca

    Vasto incendio a Foggia: bruciano ecoballe in via Castelluccio

  • Cronaca

    Dramma presso la casa dello studente di Bari: 22enne foggiano si toglie la vita

  • Cronaca

    Rivolta a Borgo Mezzanone, anziana scippata da extracomunitario: la gente blocca le strade per protesta

I più letti della settimana

  • Aeroporto Gino Lisa, Elena Gentile alla Regione Puglia: “Ora non ci sono più alibi”

  • Ex Gema, cartelle inoltrate a 26mila foggiani. L’assessore Tucci: “Operazione corretta e doverosa”

  • Accuse a sfondo sessista e razzista: vittima la commissaria della casa di riposo ‘Masselli Mascia’

  • 'Rottamazione delle cartelle', Mainiero avvisa il Comune: "Raccomandate illegittime, le revochi in autotutela"

  • Treno Foggia-Roma, De Leonardis predica calma: "Ma quale regalo..."

  • A Faeto arriva il Commissario: è il Viceprefetto aggiunto Carmela Palumbo

Torna su
FoggiaToday è in caricamento