Russo-Pertosa-Cataneo: “Landella interpreta il ruolo di sindaco con il piglio da podestà”

Il commento di Russo, Cataneo e Pertosa sottoscrittori della pregiudiziale sulla rimodulazione del Piano Economico Finanziario del Servizio di gestione del servizio Amiu Puglia S.p.a.

Pertosa, Cataneo e Russo

I tre consiglieri comunali Pasquale Cataneo, Giuseppe Pertosa e Nicola Russo intervengono così sull’attuale situazione politico-amministrativa al Comune di Foggia: “La seduta del Consiglio comunale di Foggia di ieri l’altro, le dimissioni del Sindaco e quella che si è svolta ieri con lo stesso epilogo, non fanno altro che confermare la “perdurante e macroscopica miopia” politica dell’attuale capo dell’amministrazione comunale e sulla quale abbiamo già espresso, tramite tutti i nostri precedenti comunicati congiunti, una netta cesura con l’azione economico-amministrativa posta in essere della giunta Landella, ed in particolar modo con quello del pregresso 21 dicembre u.s. dal titolo "non si gestisce così il rapporto politico e la Città" significativo per noi”

E aggiungono: “Il primo cittadino, che interpreta il ruolo di sindaco con il piglio da podestà, ha già avuto le motivazioni della nostra contrarietà in merito, nell’aula consiliare, soprattutto quando abbiamo votato contro precedenti atti finanziari, in particolar modo il Bilancio che, se non approvato, avrebbe mandato tutti a casa o, come fatto ieri e l’altro ieri a favore della pregiudiziale sulla rimodulazione del Piano Economico Finanziario del Servizio di gestione del servizio Amiu Puglia S.p.a.”.

Per Russo, Cataneo e Pertosa, “quanto accaduto nei giorni scorsi con la presentazione delle dimissioni, oltre ad avere motivazioni politiche, potrebbe avere altre sottese questioni di natura contabile rilevanti, provenienti dal pronunciamento non positivo del magistrato, che ha in carico la procedura per il fallimento Amica, sulla proposta di transazione presentata che avrebbe ridotto la massa debitoria in capo al Comune di Foggia da 30 a 5 milioni di euro”

“Ci spiace non riscontrare su alcuni mass media (pochi grazie a Dio ed alla professionalità presente, nel nostro ambito territoriale, in questo settore essenziale per la vita democratica del nostro Paese) la stessa attenzione e spazio attribuito a chi, in modo pretestuoso, ha voluto fornire le sue motivazioni per l’attuale precaria situazione politico-amministrativa al Comune di Foggia. Per tale situazione nei prossimi giorni convocheremo una conferenza stampa in merito”

I consiglieri comunali ribadiscono: “Non ci interessano le poltrone, ci interessa soltanto il bene della città, l’applicazione degli indirizzi politici forniti dal Consiglio comunale alla Giunta, nelle deliberazioni approvate e non attuate (parzialmente o integralmente) e che continueremo ad esercitare i ruoli di indirizzo e controllo, come già fatto proponendo ad esempio una mozione sulla Delibera della Corte dei Conti n. 47/PRSP/2017 (da circa un anno presentata e non ancora discussa in Consiglio pur se sollecitata da 14 consiglieri comunali) esponendo tutta una serie di indicazioni di indirizzo politico per porre in essere una sequenza di azioni e le misure correttive concrete ed impegnando, in merito, sindaco, Giunta e dirigenti tutti anche alla luce delle indicazioni rivenienti dagli Organi di Controllo esterni e che, voteremo solo gli atti diversi dalle “proroghe” del Contratto in essere con AMIU Puglia s.p.a. in continuità con la precedente Amministrazione comunale, svolgendo nel migliore dei modi, nonostante le enormi difficoltà e nel rispetto degli strumenti messi a disposizione dalla Legge, il proprio mandato elettorale nell’interesse dei contribuenti/cittadini foggiani come nel caso della Tari”

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La piccola Alice non ce l'ha fatta: è morta la bimba di 6 mesi in vacanza con i genitori sul Gargano

  • Scossa di terremoto a Foggia e sul Gargano

  • Risucchiata dalle correnti bambina sprofonda giù, fratellino tenta di salvarla ma rischia di annegare. "Salvi per miracolo"

  • Incidente mortale: 20enne perde la vita in un terribile scontro frontale, nove persone ferite

  • Angelo non ce l'ha fatta: si è spento a 26 anni "un ragazzo fantastico". Due anni fa l'incontro con l'idolo Pippo Inzaghi

  • Attimi di terrore a Vieste: bimba di 6 mesi rischia di morire soffocata, sanitari le salvano la vita

Torna su
FoggiaToday è in caricamento