Da parco equestre a parco cittadino. L’Abbate a Comune e Regione: “Ripensateci”

Su invito del comitato Pro IRIIP, il deputato pugliese del Movimento 5 Stelle, Giuseppe L’Abbate, ha fatto visita al Regio Deposito Cavalli Stalloni di Foggia

Giuseppe L'Abbate con il comitato Pro Irip

Su invito del Comitato ‘Pro IRIIP’, il deputato pugliese Giuseppe L’Abbate, capogruppo M5S in commissione Agricoltura alla Camera, ha fatto visita al Regio Deposito Cavalli Stalloni di Foggia. La meravigliosa struttura realizzata dal famoso architetto Marcello Piacentini e situata al centro del capoluogo della Capitanata, è oggi sede dell’Istituto Regionale di Incremento Ippico ed ospita il più grande parco stalloni d’Italia per la tutela ed il miglioramento delle razze equine. “Una struttura il cui potenziale di sviluppo, dopo l’ingresso dell’Università di Foggia nelle stalle e nel maniero negli scorsi anni, è nuovamente messo in discussione”

Dichiara il deputato Giuseppe L’Abbate: “Come lo ha definito un componente del Comitato Pro Iriip, il ‘Gigante buono foggiano’ sembra esser tenuto incredibilmente in stato ‘anoressico’ dalla Regione Puglia ed indolentemente dalle amministrazioni comunali passate. Neppure avere come assessore regionale all’Agricoltura un compaesano ha contribuito a rilanciare una così preziosa ed esclusiva istituzione ippica, appartenente proprio al suo settore”.

Minacciata dallo stop alle corse ufficiali che si interromperanno il 15 novembre per volere del ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina e da nuovi tagli nella prossima Legge di Stabilità, “l’ippica attende da oramai troppi anni una riforma che i diversi governi succedutisi hanno sempre accantonato, preferendo puntare su gratta e vinci e slot”. Una riforma che la commissione Agricoltura di Montecitorio aveva portato avanti, anche con il testo della proposta di legge del deputato L’Abbate, ma che è stata poi bloccata dal Governo Renzi. Uno stop inutile visto che poi l’Esecutivo non ha provveduto a redigere la riforma, facendo scadere i termini.

Prosegue il deputato pugliese 5 Stelle: “Abbandonati dalla politica, gli operatori dell’intera filiera hanno innovato dal basso dando un continuo sviluppo al settore, che soprattutto al Sud conta di pochissime strutture ippiche istituzionali, utili a creare posti di lavoro e benessere in tantissimi comparti. Il potenziale inespresso ha trovato conferma anche nell’ultima 117esima affollatissima edizione internazionale di Fieracavalli Verona a cui ho partecipato la scorsa settimana, che ha superato anche quest’anno il proprio precedente record di visitatori”

Aggiunge L’Abbate: “È anche per questo che mi auguro che Comune e Regione rivalutino la scelta di trasformare il parco equestre dell’IRIIP in un parco cittadino. Ma se da un lato si rischia di gettare definitivamente alle ortiche una vocazione cittadina fatta di agricoltura, turismo, sport dall’altra ci si carica di una ulteriore spesa annuale per la manutenzione, la pulizia e la sicurezza difficile da sostenere persino per una città con il bilancio in attivo e che, stando alle lamentele dei cittadini, ad oggi già non troverebbe riscontro negli altri parchi pubblici di Foggia”.

Il parlamentare cinquestelle conclude: “Nella speranza di riaprire il dibattito per il migliore futuro possibile di una grande area al centro del capoluogo dauno ringrazio il Comitato Pro IRIIP per avermi aperto le porte di questa meravigliosa struttura, vanto dell’intera regione Puglia”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

  • Ingerisce droga, neonata in coma a Foggia: "Monitoriamo parametri vitali, situazione stazionaria"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento