Il FAI Puglia preoccupato per le sorti del Parco del Gargano, Russo: "Grave la spaccatura sulla terna dei direttori"

Nota del Fai regionale. "La decisione sulla terna, presa escludendo deliberatamente la condivisione di criteri e l’apporto della componente tecnica di matrice ambientalista, non può portarci molto lontano"

"Da più di un anno e mezzo il Parco nazionale del Gargano è senza Presidente e da oltre tre anni manca anche il Direttore, sostituito da una funzionaria facente funzioni. Non sfugge a nessuno l’importanza del Parco per la tutela e la valorizzazione delle risorse ambientali e artistiche, nonché del patrimonio immateriale che vi è ospitato. Per conseguire questi obiettivi è necessaria la massima condivisione tra tutti i soggetti impegnati nel suo governo. Per questo troviamo molto grave la spaccatura che si è determinata, nella scelta della terna per la nomina del direttore, tra i rappresentanti delle associazioni ambientaliste, del Ministero dell’ambiente e dell’Istituto per la Ricerca e la protezione ambientale (ISPRA), da un lato, e i rappresentanti della comunità dei sindaci dall’altra". Sulla vicenda iterviene il FAI regionale con Saverio Russo.

"La decisione sulla terna, presa – da quel che leggiamo - escludendo deliberatamente la condivisione di criteri e l’apporto della componente tecnica di matrice ambientalista, configura un’idea di Parco come bene che “appartiene” solo ai sindaci. Un’idea poco lungimirante, che non può portarci molto lontano".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Carabinieri setacciano l'area "internazionale" del Santuario di San Pio: scattano arresti e denunce

  • Sequestrati a Curci beni per 16 milioni, che il commercialista "che ha manifestato concreta pericolosità sociale" stava occultando

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

Torna su
FoggiaToday è in caricamento