Parchi eolici in Capitanata, la Barone all'assessore all'Ambiente: "Perché tutte queste richieste"

Interrogazione della consigliera pentastellata: “Valutare i diversi interessi per tutelare le specie animali e vegetali e le caratteristiche ambientali e storico-culturali di un paesaggio”

Foto di repertorio

La consigliera del M5S Rosa Barone ha depositato un'interrogazione indirizzata all’assessorato all’Ambiente per chiedere risposte sul proliferare delle istanze per la realizzazione di parchi eolici nel territorio della Capitanata (presa a pale in faccia)

“Negli ultimi mesi - spiega Barone - sono state numerose le richieste, per la maggior parte presentate dalla società “Revinco Italy srl”, per la realizzazione di parchi eolici nei comuni di San Paolo Civitate, Troia, Bovino ed Orsara. Purtroppo si tratta di una zona già fortemente compromessa dalla presenza di numerosi impianti eolici, che ne hanno alterato il tipico paesaggio agricolo. La realizzazione di questi nuovi parchi potrebbe quindi avere ulteriori impatti cumulativi quando invece si dovrebbe cercare di alleggerire il carico su queste zone già fortemente compromesse. Convivere con installazioni così massicce diventerebbe un problema per la popolazione, anche perché troppo spesso ai comuni non viene riconosciuta un'equa compensazione né in termini economici, né ambientali”. 

Nell’interrogazione si chiede al governo regionale se non intenda limitare la realizzazione di impianti di grande taglia e tener conto, nei pareri di competenza, non solo degli aspetti tecnici, ma anche delle opportune valutazioni dei diversi interessi in gioco, al fine di tutelare le specie animali e vegetali e le caratteristiche ambientali e storico-culturali e identitarie del paesaggio pugliese. 

“Chiediamo al presidente Emiliano - conclude Barone - alla luce delle sempre maggiore diffusione di installazioni di impianti eolici e fotovoltaici di taglia industriale, di adottare tutte le  misure volte a disincentivare questi interventi, promuovendo un sistema di produzione distribuita di fonti energetiche rinnovabili. La nostra fauna e lo splendido paesaggio della Capitanata vanno tutelati”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Se queste pale eoliche portassero ai comuni che li ospitano un serio incentivo economico, in modo da realizzare opere per il benessere dell'intera cittadinanza, allora perché no. Insomma se i vantaggi che si traggono fossero più degli svantaggi, allora tutto sarebbe più sopportabile.

  • Signora Barone, ha mai sentito dire che la CAPITANATA è una SUB REGIONE VENTOSA ????

  • Ma se il carbone è bandito, sulla Tap c'è il ricorso della regione, l'energia la produciamo dalle cicorielle?

  • Come sarebbe a dire, " perchè tutte queste richieste " di nuovi impianti eolici ? Forse, perchè le zone prescelte presentano una ventosità media annua elevata ? Il problema, si potrebbe risolvere facilmente, cambiando la " rendita catastale " delle location, in modo che non sia più conveniente fare contratti per i proprietari dei siti : un pò, come per i campi fotovoltaici a terra ...!

    • Buona fortuna Ciro ...non è più possibile commentare con questi para ku li ...mi sono rotto il Ka zz o

  • Perchè solo sulle creste delle nostre montagne e non sulle spiagge del gargano?

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Incidente stradale alle porte di Cerignola: schianto tra due auto, 36enne muore sul colpo

  • Cronaca

    Omicidio Federica Ventura, chiesto l'ergastolo per il marito. Carella si difende: "Non sono un padre-padrone"

  • Economia

    Super yacht attesi sul Gargano: il porto turistico di Rodi nelle rotte delle imbarcazioni di lusso

  • Attualità

    VIDEO | Blues, talento e passione: il Teatro della Polvere sulle tracce di 'Francuccio speak englìsh'

I più letti della settimana

  • Omicidio a Foggia: quarantenne ucciso a colpi di pistola in un'area di servizio lungo la Statale 673

  • Scacco matto della polizia allo spaccio di Piazza Mercato: ecco i nomi degli 11 arrestati

  • Stub e perquisizioni per l'agguato a Rodolfo Bruno: il 39enne vicino al Clan Moretti ucciso da tre sicari

  • Imprenditrice muore nel Foggiano: schiacciata da un muletto in "circostanze anomale"

  • Testimonianza shock: all'ombra del crocifisso orge gay tra escort e preti

  • Piazza Mercato...della droga, stroncato giro di spaccio tra giovani e minorenni: 11 arresti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento