Abusivismo commerciale e Quartiere Ferrovia, Longo a Vigiano: “Non dimentichi quanto abbiamo fatto”

Bruno Longo replica alle dichiarazioni di Antonio Vigiano, neo portavoce in Consiglio comunale di Noi con Salvini, in materia di sicurezza e abusivismo commerciale

Quartiere Ferrovia

Il commissario provinciale del Movimento Nazionale per la Sovranità e capogruppo in Consiglio comunale, Bruno Longo, replica alle dichiarazioni del portavoce del movimento ‘Noi con Salvini’, Antonio Vigiano, presentato ieri mattina in conferenza stampa a Palazzo di Città: “Al consigliere Antonio Vigiano e al nuovo gruppo consiliare del movimento ‘Noi con Salvini’ al Comune di Foggia faccio i miei auguri di buon lavoro. La rappresentanza di una formazione politica importante a Palazzo di Città, collocata stabilmente nella coalizione di centrodestra, è un fattore positivo. Trovo però che le dichiarazioni rilasciate alla stampa dal neoportavoce Vigiano siano state un po’ troppo sopra le righe. Una forzatura che immagino sia stata dettata dalla legittima necessità di dare al movimento ‘Noi con Salvini’ la massima visibilità possibile, nella prospettiva della campagna elettorale delle prossime elezioni politiche. Molte delle critiche mosse da Vigiano mi paiono sinceramente ingenerose, soprattutto perché formulate nel momento in cui il centrodestra ha ritrovato sul piano politico una unità sostanziale e si candida alla vittoria per tornare al Governo del Paese. Questo dovrebbe indurre ciascuno di noi a rafforzare la coesione e non a sfumarla.

Questione Sicurezza e Quartiere Ferrovia

I temi contro cui il neoportavoce del movimento ‘Noi con Salvini’ punta l’indice sono innanzitutto quelli della sicurezza. Per cultura personale e formazione politica considero da sempre questa questione centrale e decisiva. E tuttavia invito il consigliere Vigiano a non dimenticare quanto fatto dall’Amministrazione comunale in carica su questo fronte, in particolare per quello che riguarda il cosiddetto ‘Quartiere ferrovia’. Mi riferisco al potenziamento significativo del sistema di videosorveglianza, all’istituzione di un servizio di pattugliamento della Polizia Locale, alla prossima creazione di un presidio fisso della Polizia Municipale, all’utilizzo concreto dello strumento del Daspo Urbano nelle aree limitrofe la stazione ferroviaria – quello di Foggia è stato tra i primi Comuni italiani ad applicare la nuova misura –, alla partecipazione attiva della Polizia Locale alle operazioni interforze condotte in queste settimane in collaborazione con le Forze dell’Ordine. Tutti successi che appartengono anche al consigliere Vigiano e di cui lo stesso movimento ‘Noi con Salvini’ può andare fiero. Naturalmente i problemi legati alla presenza di cittadini stranieri in quell’area della città non sono stati ancora superati e risolti definitivamente. Ma con onestà intellettuale va riconosciuto che si tratta di un fenomeno vasto e complesso, che riguarda solo marginalmente il Comune in termini operativi.


Abusivismo e Piano Strategico del Commercio

Anche sul versante della lotta all’abusivismo commerciale, altra vera e propria piaga che viene da lontano, Vigiano dovrebbe sottolineare il fatto che dopo decenni l’Amministrazione comunale si sia dotata del Piano Strategico del Commercio, cioè dello schema di regole finalizzato a costruire legalità, a cominciare dall’individuazione di nuove aree mercatali. Ovviamente la fase propriamente attuativa del Piano non è un processo rapidissimo, che comunque è affiancato da un intenso lavoro di sanzionamento nei confronti gli ambulanti abusivi. Un risultato che una forza politica come il movimento ‘Noi con Salvini’ a mio avviso potrebbe e dovrebbe rivendicare.

Centrodestra unito come in Sicilia

C’è dunque molto di cui essere orgogliosi. Attività di cui l’intero centrodestra, nelle sue diverse articolazioni politiche, può essere soddisfatto e su cui può rafforzare la sua unità e la sua coesione. Sugli aspetti di carattere gestionale, cui sono legate da tempo rivendicazioni e richieste da parte del consigliere Vigiano, non mi esprimo, perché ritengo che le stesse siano all’attenzione del sindaco Franco Landella, al quale spetta il compito di analizzarle ed affrontarle, e che non dovrebbero essere utilizzate, ora più che mai, come strumento per veicolare all’esterno l’immagine di una coalizione divisa e rissosa.  La lezione delle elezioni regionali siciliane ci insegna che il centrodestra vince quanto è unito, compatto e credibile. E, aggiungo, quando sa far prevalere le ragioni della coesione su quelle dei distinguo, rivendicando all’unisono le azioni messe positivamente in campo ed i loro frutti”.

Potrebbe interessarti

  • Peschici, un paradiso rovinato dal degrado: "L'inciviltà regna sovrana e subiamo i postumi delle notti brave"

I più letti della settimana

  • Incidente mortale: 20enne perde la vita in un terribile scontro frontale, nove persone ferite

  • Dramma sfiorato a Peschici: rischia di soffocare al ristorante, salvato da un turista. "Maurizio, sei un eroe!"

  • Risucchiata dalle correnti bambina sprofonda giù, fratellino tenta di salvarla ma rischia di annegare. "Salvi per miracolo"

  • Rissa di Ferragosto in pieno centro: scoppia lite tra due uomini, uno si scaglia contro gli agenti. Arrestato

  • Grave incidente stradale tra Trinitapoli e Cerignola, scontro tra due auto: un morto

  • Incidente sulla Statale finisce in rissa: in due finiscono al pronto soccorso, coinvolto anche un foggiano

Torna su
FoggiaToday è in caricamento