Mozione di sfiducia al sindaco Miglio, FdI sfida le opposizioni: "Mettiamo fine alle mancette elettorali"

San Severo: il capogruppo dei Fratelli d'Italia, Stefanetti, torna all'attacco per stanare le minoranze. "Venerdì 15 febbraio protocolleremo il documento con o senza firme. Serve chiarezza"

«Presenteremo una mozione di sfiducia al sindaco Francesco Miglio, come atto politico di coerenza, trasparenza e responsabilità». Il capogruppo consiliare di Fratelli d'Italia a San Severo, Francesco Stefanetti, annuncia l'iniziativa che nei prossimi giorni sarà protocollata.

"Dalle politiche del lavoro a quelle sulla sicurezza, dalla gestione del servizio di igiene urbana al decoro cittadino, la mozione elenca gli innumerevoli tradimenti elettorali dell’amministrazione di centrosinistra, targata Miglio - dice Stefanetti-. La città di San Severo vive intanto uno dei momenti più difficili della sua storia, tra inadeguatezza amministrativa, sciatteria e scelte dannose".

La mozione, lanciata già ad inizio 2018 dal giovane consigliere meloniano, era stata ripresa qualche settimana fa anche dal consigliere Matteo Pazienza in forza al movimento “Città Civile”.

Lo Statuto Comunale prevede che la mozione venga sottoscritta da almeno 10 consiglieri per poter essere discussa in un Consiglio comunale ad hoc, da convocare entro 30 giorni. Ma, tra trasformismi e prove di galleggiamento, le firme depositate sin qui sono soltanto quelle di una parte dell’opposizione consiliare. "Ora è il momento di mettere a nudo tutti i consiglieri" dichiara il consigliere.

"Lasceremo il documento in Segreteria a disposizione di chi voglia sottoscriverlo – spiega – e venerdì 15 febbraio procederemo a protocollarlo con o senza le firme necessarie". Oltre gli effetti giuridici dell'atto, la mozione rappresenta infatti un momento di "coerenza, trasparenza e responsabilità", commenta Stefanetti: "È il momento di guardare in faccia la città e di assumersi le proprie responsabilità; ora si deve marcare la differenza tra chi è davvero in opposizione, da 5 anni, e chi, ad ormai 100 giorni dal voto, ancora non sa se vuole staccare la spina a Miglio e al centrosinistra impedendo che questa amministrazione utilizzi gli ultimi istanti per dare mancette elettorali e fare sterile propaganda".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Economia

    Pietra tombale sul treno tram, l'assessore Giannini conferma: "L'opera da 50milioni di euro non si fa più"

  • Sport

    L'amaro sfogo di Pirazzini: "Fa male vedere il Foggia in questa situazione. Salvezza? Più facile puntare ai playout"

  • Cronaca

    San Marco in Lamis 'Libera' il coraggio di ribellarsi alla mafia "che ha ucciso la comunità": "Perché non accada mai più"

  • Cronaca

    Dai fratelli Luciani al carabiniere Di Gennaro. La moglie di Luigi: "Quanti innocenti ancora devono morire, quanti?"

I più letti della settimana

  • Omicidio di mafia sul Gargano, svolta sull'uccisione di Silvestri: arrestate due persone su ordine della DDA

  • Attimi di paura in un fondo agricolo: incastrato con la gamba nella fresatrice, agente penitenziario portato in ospedale

  • Incidente stradale sulla Foggia-Lucera: auto e Apecar si scontrano sulla Statale 17 in direzione del capoluogo

  • Minaccia di morte una donna, lei chiama il 112: carabiniere aggredito in strada e "nessuno è intervenuto"

  • Attimi di terrore nella gioielleria: titolare aggredito perde i sensi, cliente in ginocchio e fuga con i preziosi (arrestati)

  • Altra aggressione ad un carabiniere: accade agli Ospedali Riuniti, arrestato

Torna su
FoggiaToday è in caricamento