Il movimento Agire di Torremaggiore aderisce a Forza Italia

Inaugurata la sede forzista nel centro dell'Alto Tavoliere. L'ex Sindaco Lino Monteleone e l'ex assessore Zifaro nuovi riferimenti degli "azzurri"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Con l’inaugurazione della sede di Forza Italia a Torremaggiore e il relativo insediamento ufficiale del neo commissario, Mariapina Zifaro, alla presenza del coordinatore provinciale del partito, Raffaele Di Mauro, del vice presidente del Consiglio Regionale, Giandiego Gatta, dei due consiglieri comunali neo eletti, Matteo De Simone e Lino Monteleone, di fatto, prende il via il nuovo percorso di una comunità umana prima ancora che politica che ha visto in questi anni far nascere, germogliare e crescere un progetto politico intorno al movimento Agire, componente civica pluripremiata nelle urne vittoriose del 2016 e ancora alle recenti elezioni amministrative quale lista più votata nell’area alternativa alla sinistra.

Non a caso, si è scelto di intitolare ad Agire il locale circolo di Forza Italia, per confermare le radici da cui proveniamo, per ribadire la nostra forza e per rivolgere uno sguardo verso il futuro con spirito costruttivo e sereno. Oggi è già tempo di rimboccarsi le maniche e lavorare in favore della città, certamente con un ruolo differente ma che, dopo l’inutile, grave e dannoso commissariamento di questi mesi, ha già bisogno di tante cure. E’ sotto gli occhi di tutti il vistoso e preoccupante passo indietro che la città ha compiuto in questi ultimi mesi: troppi i servizi vitali per il cittadino che annaspano, diverse le opere programmate e finanziate che non partono, senza considerare che l’assenza di guida politica ha sicuramente impedito di programmare nuove e significative iniziative nell’ambito delle opere pubbliche, di dar seguito all’assunzione di personale, all’avvio del nuovo appalto per la gestione dei rifiuti, all’attuazione dei progetti finanziati dalla Regione Puglia nel corso del 2018, solo per citare alcuni esempi.

A tal proposito, notiamo che nonostante sia già trascorso quasi un mese dalla elezione del sindaco Emilio Di Pumpo e ci sia stata anche la proclamazione degli eletti in Consiglio comunale, non c'è traccia della nuova Giunta comunale. Il nostro partito reputa grave e imbarazzante questa fase di stagnazione; i cittadini, perlomeno quelli più attenti, si chiedono se la fase commissariale continui. Non ci interessa soffermarci sulle motivazioni di questo stallo, anche perché il tempo, come sempre, giudice imparziale, ce lo dirà; ci interessa invece Torremaggiore affinché riparta e lo faccia soprattutto bene. Per questo invitiamo il Sindaco a dare segnali concreti di governo e soprattutto a dimostrare di essere lui, la vera guida della città. Per parte nostra, abituati ad agire ed essere concreti, non faremo mancare il nostro contributo costruttivo laddove richiesto e allo stesso tempo libero e fermo.

Torna su
FoggiaToday è in caricamento