Miglio dà le chiavi di San Severo all'ex ministro Minniti: "Sono pronto a sostenerlo nel PD"

Svelata la notizia custodita gelosamente nel cassetto per settimane dal sindaco: Marco Minniti riceverà l'onorificenza giovedì 18 ottobre, in occasione dell'incontro sulla sicurezza. E' la prima volta per San Severo

“Avere le chiavi di un appartamento significa essere a casa propria. Ed è proprio questo che vogliamo dire a Marco Minniti con questo gesto: San Severo da oggi è casa tua e qui troverai in qualunque momento gente amica, riconoscente, pronta a darti un abbraccio”. Francesco Miglio svela così la notizia gelosamente custodita nel cassetto per mesi e che si concretizzerà giovedì prossimo, 18 ottobre, quando l’ex ministro dell’Interno sarà nella città dei campanili per partecipare al convegno sulla legalità e sicurezza e l’amministrazione comunale gli consegnerà le chiavi della città di San Severo.

E’ la prima volta che accade nella cittadina che ha già conferito cittadinanze onorarie a nomi illustri (Pasquale Soccio, Franco Nero), ma mai le chiavi. “E’ un segno di riconoscenza per l’attenzione che ha rivolto alla nostra terra e alla nostra città per tutto il suo incarico di governo – spiega Miglio- e la dimostrazione è nei frutti che San Severo ha già raccolto e che si stanno raccogliendo oggi”. Reparto prevenzione crimine su tutti. “Ci ha ascoltati, si è speso. I risultati li stiamo vedendo” continua il sindaco, che preannuncia i dati che giovedì elencherà alla città: “Stiamo vivendo un momento di decrescita rispetto ai reati e di maggiore attenzione e presenza dello Stato. Ciò si deve alla sua sensibilità istituzionale”.

Anche sul fronte immigrazione. A San Severo sono in via di costruzione le foresterie che dovrebbero consentire l’uscita dal ghetto a molti braccianti agricoli stagionali. Salvini ha dato il placet. “Oggi la Lega non sta facendo altro che portare avanti quanto già avviato da Minniti, solo con una politica più urlata, che io rifiuto a priori” sostiene Miglio, la cui stima nei confronti dell’uomo di governo è tale che potrebbe addirittura pensare di rientrare nel Pd, ove si materializzasse la candidatura alla segreteria nazionale dell’ex ministro. “Lo sosterrei perché sono convinto che il Partito Democratico con Minniti segretario diverrebbe nuovamente un soggetto politico interessante, in grado di dare spinta propulsiva al partito, diventando una valida alternativa a questa maggioranza gialloverde” dichiara l’ex dem, poi civico di centrosinistra. “L’esperienza di governo di Minniti testimonia un modus operandi assolutamente silente ma pragmatico, operativo e con risultati concreti, e quindi può diventare davvero un punto di riferimento interessante per tutto un mondo che io mi rifiuto di pensare che possa essere rappresentato dall’attuale governo”.

Insomma, “se si candida, sono pronto a sostenerlo”. L’ex Ministro dell’Interno, per parte sua, dice di starci ancora riflettendo. Ad incitarlo a scendere nell’agone congressuale ci sono le firme di numerosi sindaci, prevalentemente di matrice renziana, e l’ex segretario stesso. Renzi potrebbe annunciarlo alla Leopolda, domenica prossima. E non si esclude che Minniti possa sciogliere la riserva giovedì stesso, a San Severo. Al di là della stima personale e politica, il tentativo di Miglio è quello sicuramente di posizionarsi su una direttrice di sinistra chiara, provando a diventare punto di riferimento territoriale di un’area, il cui handicap, però, potrebbe essere costituito proprio dall’eccessiva identificazione con l’ex segretario e premier fiorentino.

Per ciò che riguarda giovedì, si legge in delibera: “E’ notorio l’impegno profuso dell’On. Marco MINNITI, già Ministro dell’Interno e nella relativa funzione, nel restituire alla Città di San Severo sicurezza e legalità e nel contrastare la criminalità organizzata e non, anche  attraverso l’istituzione e l’operatività del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato nella Città di San Severo, per cui è volontà dell’Amministrazione comunale consegnare all’On. Marco MINNITI le “Chiavi della Città”, quale onorificenza in segno di pubblica riconoscenza”.

“La consegna delle “Chiavi della Città” sarà effettuata in occasione dell’ incontro - dibattito sul tema “Sicurezza e Legalità: una sfida da vincere; un impegno da costruire insieme”, programmato per il 18 Ottobre prossimo, con la presenza, tra gli altri, del Sindaco Francesco MIGLIO; dell’On. Marco MINNITI, già Ministro dell’Interno; del Presidente della Regione Puglia Michele EMILIANO e del Procuratore Distrettuale Antimafia, dott. Giuseppe VOLPE.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La manifestazione avrà luogo presso il Foyer del Teatro Comunale “G. Verdi” alle ore 18.00.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Era bravissimo e un grande lavoratore". Amici e conoscenti in lacrime per Mattia. Pizzeria chiude per due giorni

  • Choc a Foggia: litiga con la fidanzata, i due 'cognati' lo raggiungono a casa e lo accoltellano

  • Rimprovera comitiva chiassosa, ispettore di polizia accerchiato e aggredito sotto casa: grave episodio a San Severo

  • Coronavirus, 8 casi in Puglia ma Capitanata senza vittime né contagi. I positivi scendono a 1222

  • Coronavirus, quattro casi e tre decessi in Puglia. I positivi scendono sotto quota mille. Zero contagi e nessuna vittima in Capitanata

  • Sangue in strada, omicidio a Trinitapoli: 43enne freddato con tre colpi di arma da fuoco

Torna su
FoggiaToday è in caricamento