Di Pasqua replica a Marasco: “Le strade uno dei disastri ereditati dal Pd”

Il capogruppo di Forza Italia replica alle affermazioni dell’esponente del Pd: “Abbiamo rifatto più strade noi che il centrosinistra in 10 anni di governo. In programma altri interventi su via Napoli, via Cavotta e via Manfredi”

"Fa piacere che il consigliere Augusto Marasco sappia fare bene i conti e soprattutto sia in grado di sapere come e dove reperire fondi sufficienti per la manutenzione stradale. Peccato, però, che non sia stato in grado di mettere in pratica le sue proposte quando era assessore al Comune di Foggia. Forse in quel periodo il capogruppo del Partito Democratico viveva su Marte. O, molto più semplicemente, sta cercando in modo maldestro di gettare fango sul sindaco e sull'Amministrazione comunale per cercare di raccattare qualche voto in vista dell'imminente scadenza elettorale. In ogni caso ha perso una buona occasione per tacere”, è quanto afferma il capogruppo di Forza Italia al Comune di Foggia, Consalvo Di Pasqua, in merito alle dichiarazioni di Augusto Marasco sulla manutenzione stradale.

“La manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade cittadine, infatti, è solo uno dei disastri che il PD ha lasciato in eredità a questa Amministrazione, la quale ha asfaltato più strade di quante fatte nei precedenti 10 anni di governo cittadino targato centrosinistra. Basta ricordare all'ex assessore gli interventi che sono stati effettuati con il rifacimento completo in viale I Maggio, via Telesforo, via Manfredonia, viale Fortore, viale degli Aviatori, via Alfonso d’Aragona, tratturo Camporeale, via Rosati, corso Garibaldi e le rotatorie di via Napoli e via Luigi Pinto. Altre strade sono state rifatte grazie all'accordo che è stato fatto con AQP e con le aziende che sono impegnate nel rifacimento della rete idrica e fognaria, che al termine dei lavori effettuano il ripristino completo della sede stradale, come avvenuto in via della Repubblica. Cosa che non avveniva prima, con i rattoppi sommari che sono ancora visibili dopo i tagli stradali effettuati negli anni scorsi”.

Di Pasqua aggiunge: “Sono in programma, inoltre, interventi mirati su via Napoli, via Cavotta (nei pressi del parco Pantanella) e via Manfredi che verranno realizzati non appena le temperature saranno idonee per effettuare lavori con l'asfalto. Inoltre la manutenzione ordinaria stradale viene effettuata da lavoratori ex LSU che per anni sono rimasti fermi sotto la sede di Palazzo di Città e che adesso sono impegnati a coprire le buche e le voragini che quotidianamente vengono segnalate. Senza dimenticare che questa Amministrazione comunale deve operare tenendo ben presente i paletti imposti dalla Corte dei Conti a causa del Decreto Salva Enti a cui il Comune di Foggia ha aderito nel 2012 per evitare il dissesto finanziario frutto della gestione del PD e dal centrosinistra”. 

“Ma evidentemente l’ex assessore Augusto Marasco ignorava queste dinamiche, forse perché era distratto da alcuni lavori di programmazione ordinaria e straordinaria da far passare senza l’evidenza pubblica necessaria, utilizzando l’escamotage della somma urgenza, e senza una adeguata copertura finanziaria, per una cifra superiore ai 5 milioni di euro. Lavori che questa Amministrazione comunale – conclude il capogruppo di Forza Italia – ha ereditato e che non solo si è rifiutata di portare avanti, ma che ha inteso segnalare alla Corte dei Conti ed alla Procura della Repubblica".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

Torna su
FoggiaToday è in caricamento