Imbrattati i manifesti di Salvini, che torna a Foggia: “Noi…in periodo di elezioni pure il voto dei terroni”

La dura presa di posizione del commissario provinciale Roberto Fanelli contro chi ha imbrattato e oscurato il cartellone 6X3 di Manfredonia, dove Matteo Salvini terrà un comizio in Piazza del Popolo

Il manifesto di Matteo Salvini

‘In periodo di elezioni pure il voto dei terroni’. I manifesti che indicano l’arrivo di Matteo Salvini in Capitanata, previsto per il 9 dicembre, sono stati oggetto “della stupidità mentale e della vigliaccheria di chi non ha nemmeno il coraggio delle proprie azioni” commenta il commissario provinciale del movimento leghista Roberto Fanelli, che spiega: “In occasione della venuta di Salvini, il coordinamento cittadino di Manfredonia ha esposto dei manifesti 6 x 3 con la foto di Matteo ed il programma in città. Alcuni dementi, disfattisti e senza alcuna cultura politica, ma sicuramente dì parte, hanno imbrattato ed oscurato il comunicato esposto, con inchiostro nero e disegni incomprensibili”

Fanelli aggiunge: “Questo è  il modo di far politica più abietto e spregevole. Negandosi ad un sereno confronto sulle tematiche che Salvini affronta quotidianamente, gli stupidi ignoti hanno avuto l'unico coraggio di compiere un’azione vile. Voglio dire a loro solo che questa ennesima pagliacciata, non servirà a fermare chi crede nei propri principi e si prodiga ogni giorno in iniziative a difesa degli interessi della gente.

Voglio infine ricordare che Il Movimento e Salvini restano solidi ed imperturbabili al confronto di atti così infimi ed insensati. Invito costoro a palesare le proprie identità qualora abbiano dignità ed essenza. Al contrario resteranno intrappolati eternamente nelle proprie contraddizioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’arrivo di Salvini a Foggia – alle 17.30 al Teatro Giordano e alle 19.30 in piazza del Popolo a Manfredonia – ci ricorda la protesta di chi, due anni e mezzo fa, l’11 maggio 2015, lo aveva accolto al grido ‘Salvini odio senza confini’. All’uscita del Cicolella, al lancio di uova da parte dei manifestanti, negli scontri con la polizia era rimasta ferita una ragazza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Era bravissimo e un grande lavoratore". Amici e conoscenti in lacrime per Mattia. Pizzeria chiude per due giorni

  • Choc a Foggia: litiga con la fidanzata, i due 'cognati' lo raggiungono a casa e lo accoltellano

  • Rimprovera comitiva chiassosa, ispettore di polizia accerchiato e aggredito sotto casa: grave episodio a San Severo

  • Coronavirus, 8 casi in Puglia ma Capitanata senza vittime né contagi. I positivi scendono a 1222

  • Coronavirus, quattro casi e tre decessi in Puglia. I positivi scendono sotto quota mille. Zero contagi e nessuna vittima in Capitanata

  • Sangue in strada, omicidio a Trinitapoli: 43enne freddato con tre colpi di arma da fuoco

Torna su
FoggiaToday è in caricamento