Manfredonia: l’Udc lascia la maggioranza. Sotto accusa Angelo Riccardi

Il primo cittadino sarebbe venuto meno ai patti siglati a inizio legislatura. A Troiano e Spagnuolo non va giù l'idea che il sindaco si sia schierato al fianco dei transfughi

A Manfredonia l’Unione di Centro ha preso una decisione in merito alla querelle scoppiata nelle scorse settimane con il sindaco Angelo Riccardi, sulla posizione degli ex Giandolfi e Dicembrino e sulla scarsa rappresentanza e considerazione dello scudocrociato in maggioranza. I consiglieri Troiano e Spagnuolo, fedeli ad Angelo Cera, abbandonano i banchi della maggioranza e si trasferiscono all’opposizione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I consiglieri denunciano la distanza che li separa dalle scelte dell’amministrazione e l’atteggiamento irrispettoso del primo cittadino, il quale, schierandosi apertamente con quelli che il parlamentare sammarchese definisce transfughi, sarebbe venuto meno ai patti di inizio legislatura.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • Giornata drammatica, bollettino choc per la provincia di Foggia: nove morti e 52 casi positivi

  • Coronavirus: due città diventano 'zona rossa' con almeno 51 casi positivi, quattro sono amaranto e tre lilla

  • Piero Pelù, rocker innamorato in quarantena a Foggia: "Sono corso da Gianna appena in tempo, in due ci diamo forza"

  • Incendio sulla 'pista', vigili del fuoco accerchiati e derubati delle attrezzature: notte di follia a Borgo Mezzanone

  • Tragedia ad Alberona, c'è una vittima: estratto dalle macerie il corpo di una donna: nel crollo 6 persone tratte in salvo

Torna su
FoggiaToday è in caricamento