Anche alcuni foggiani tra i contestatori di Grillo a Bari: "Tradito il Movimento del 2009. Not in my name"

Un piccolo gruppo di contestatori si è ritrovato ieri sera davanti al Teatro Team, dove il comico genovese stavo tenendo uno spettacolo. Dalla Capitanata alcuni storici di Manfredonia in Movimento

C'erano anche alcuni attivisti foggiani del piccolo gruppo di contestatori ieri a Bari del fondatore del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo, volato nel capoluogo levantino per uno spettacolo al teatro Team. " E si replica a Lecce" preannunciano.

Si tratta degli storici di Manfredonia in Movimento e del Movimento 5 Stelle_2009, "quelli più critici - si definiscono-, più sensibili e meno allineati alle nuove logiche blogistiche/governative del M5S". Riconosciuto come il motivatore storico il comico genovese "ha ora scelto di avere il piede in due scarpe ritirandosi a vita privata fuori dalla politica ma mantenendo il ruolo di Garante delle varie associazioni M5S dal 2009 al Blog delle Stelle" denunciano. "Una situazione di paradosso e di empasse interno che sortisce l'effetto di bavaglio della base che ancora ha scelto l'attivismo e non la facile cooptazione verso gli "eletti", privati di ogni forma di contrappeso allo strapotere onnivoro di Casaleggio Junior e Di Maio".

"Grillo è stata la figura che "certificava" e garantiva agli italiani - sostengono-, sedotti dalle dinamiche inizialmente propositive dei meetup, gente sconosciuta come Alessandro Di Battista, Roberto Fico, Paola Taverna, Danilo Toninelli, Giulia Grillo e altri fino a Luigi di Maio. Cronos è stato detronizzato, si organizzano tramite associazioni cene e pranzi per conoscere gli "eletti",ma soprattutto si sono fatte scelte politiche opposte alle promesse elettorali. Non solo opposte in nome della real politique ma francamente antitetiche a tutto il contesto, il vissuto, il prodotto in questi 10 anni di militanza politica e civile di migliaia di attivisti in tutta Italia.

La Puglia ha pagato uno dei prezzi più alti non solo rispetto alle altre regioni ma più oneroso in termini assoluti. Sono state compiute scelte irreversibili e incomprensibili. Stasera Beppe se fosse stato coerente con l'idea di Movimento che ha contribuito senza esclusiva a creare, avrebbe dovuto annullare il tour pugliese e solidarizzare anche fisicamente, come piace fare spesso, con le madri e i padri di Taranto. Avrebbe dovuto stanziarsi fra i veri spartani, non quelli di cartone, e rivendicare almeno uno dei 20 motivi per cui nacque il M5S. Questa sera e la prossima allora saranno gli attivisti di Puglia a ricordare a Beppe Grillo #notinmyName, non in mio nome, non con le nostre energie, non con i nostri sogni. Il tuo partito, Beppe sta governando e male l'Italia. Beppe questa volta il Vaffa è tutto per te".

Potrebbe interessarti

  • Peschici, un paradiso rovinato dal degrado: "L'inciviltà regna sovrana e subiamo i postumi delle notti brave"

I più letti della settimana

  • "Rara e dubbia presentazione clinica" del nascituro. La direzione del 'Riuniti' precisa: "Nessun abbaglio, adottata la corretta procedura"

  • Incredibile agli Ospedali Riuniti di Foggia: medici sbagliano il sesso di un neonato, genitori sotto shock

  • Dramma sfiorato a Peschici: rischia di soffocare al ristorante, salvato da un turista. "Maurizio, sei un eroe!"

  • Rissa di Ferragosto in pieno centro: scoppia lite tra due uomini, uno si scaglia contro gli agenti. Arrestato

  • Incidente stradale a Foggia, scontro frontale tra due auto in viale Fortore: cinque feriti

  • Prima il litigio, poi la violenza: uomo accoltellato in via San Severo, polizia interroga una donna

Torna su
FoggiaToday è in caricamento