Stop ai pregiudizi e alla psicosi coronavirus, Tutolo va a cena in un ristorante nippo-cinese: "Accendiamo il cervello"

L'iniziativa del sindaco di Lucera che ieri ha scelto di cenare presso il ristorante Hayashi: "Non è possibile che dobbiamo essere vittime dei pregiudizi e spegnere il cervello. Loro, la Cina non la vedono da una vita"

Antonio Tutolo lo aveva annunciato ieri. Sarebbe andato a cenare in un ristorante cinese per dare uno schiaffo ai pregiudizi e alla psicosi 'Coronavirus' che da ormai alcune settimane si sta diffondendo in tutta Italia. "Non è possibile che dobbiamo essere vittime dei pregiudizi e spegnere il cervello. Loro, la Cina non la vedono da una vita, perciò andrò lì, mangerò e abbraccerò quei ragazzi".

Detto fatto: il sindaco di Lucera ha mantenuto la promessa, recandosi al ristorante di cucina cinese e giapponese Hayashi, per mangiare del sushi e altre pietanze tipiche: "Non solo abbiamo mangiato bene e io ho mangiato il sushi per la prima volta, ma ci siamo anche divertiti perché c'è simpatia in loro. Abbasso i pregiudizi sciocchi", ha commentato il primo cittadino, che ha concluso la cena scattandosi una foto con alcune ragazze del locale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente nel Foggiano: morto 42enne. Dopo il violento impatto, l'auto si è ribaltata ed è finita fuori strada

  • Referendum Costituzionale, il 29 marzo si vota sul taglio dei parlamentari: tutto quello che c'è da sapere

  • In Puglia 5 casi con sintomi sovrapponibili a quelli del Coronavirus: chi rientra a casa dalle zone rosse deve comunicarlo

  • Come in un film, in tre tentano di assaltare negozio ma sulla scena irrompono i carabinieri: immobilizzati e ammanettati

  • Violenti scontri nel Foggiano: tafferugli tra baresi e leccesi sulla A16, incendiato un veicolo

  • Tentato omicidio davanti a un bar, estrae pistola e apre il fuoco per un debito di droga: fermato pregiudicato

Torna su
FoggiaToday è in caricamento