Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Foggiani a Pontida, Salvini dal palco: "Siete uno spettacolo". E annuncia: "In Puglia vinceremo"

Dalla Capitanata in nottata è partito un pullman con i segretari provinciale, Daniele Cusmai, di Foggia, Antonio Vigiano, e delle altre realtà locali. Presenti anche gli europarlamentari Massimo Casanova e Andrea Caroppo. Al grido di "Matteo, Matteo", Salvini ha attaccato duramente "i Di Maio e i Conte attaccati alla poltrona", pregando "la Vergine Maria per loro"

 

"Siete uno spettacolo eccezionale. In Puglia vinceremo". Così Salvini questa mattina dal palco di Pontida dove si sta tenendo il tradizionale raduno della Lega. "Vediamo se qualche telegiornale riuscirà a nascondere questo popolo". Allo slogan "La forza di essere liberi", dalla Capitanata in nottata è partito un pullman con i segretari provinciale, Daniele Cusmai, di Foggia, Antonio Vigiano, e delle altre realtà locali.

Presenti anche gli europarlamentari Massimo Casanova e Andrea Caroppo. Al grido di "Matteo, Matteo", Salvini ha attaccato duramente "i traditori", "i Di Maio e i Conte attaccati alla poltrona", pregando "la Vergine Maria per loro". "L'amore regna a Pontida" ha detto un Salvini agguerrito che si appresta all'intervento conclusivo della manifestazione. Nel mirino la possibile alleanza Pd-M5S, che non preoccupa: "Noi ci teniamo l'onore e la dignità". La manifestazione è in corso. Dalla Puglia il segretario regionale, Luigi D'Eramo, aveva annunciato almeno 500 leghisti a Pontida. "Torneremo al Governo presto" ha galvanizzato il leader della Lega, rendendo omaggio al cosiddetto "Albero della Vita" dedicato a tutti i leghisti morti. "Oggi abbiamo vinto", e annuncia raccolte firme per referendum sulla legge elettorale e per "difendere i sacri confini del nostro Paese". Puglia più volte presente nelle parole di Salvini, in special modo quando ricorda i prossimi appuntamenti elettorali regionali: "Vinceremo". Un passaggio anche sulla compattezza del partito e "l'inclusività": "Porte aperte alle persone di buona volontà. E' questo che chiedo ai segretari: aprire, coinvolgere crescere". Il 19 ottobre, a Roma, ci sarà "la Festa dell'orgoglio nazionale" annuncia. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento