Dalle insegnanti trasferite senza consenso ai trasporti smantellati: disabili e invisibili. Vigiano: "Landella ora spieghi tutto"

Interpellanza urgente del capogruppo della Lega in consiglio comunale a Foggia dopo la notizia rivelata da Foggiatoday di un trasferimento disabile senza consenso; problemi, pare, anche per il servizio di trasporto

Rimasto in silenzio sino ad oggi, nonostante la gravità della denuncia, il Comune di Foggia è ora chiamato a dare risposte ufficiali, in aula. Dovrà farlo in quanto il capogruppo in consiglio della Lega, Antonio Vigiano, ha appena trasmesso una interpellanza urgente con la quale chiede al sindaco Landella di chiarire la vicenda relativa al trasferimento di una dipendente comunale, insegnante della scuola dell’infanzia titolare di 104, e dunque affetta da disabilità, in altra scuola, senza il parere della donna (quest’ultimo richiesto dalla legge). Un provvedimento finito in una denuncia per “abuso d’autorità su disabile” e che ha comportato, tra le altre cose, un incidente sul luogo di lavoro.

Per Vigiano, “nel caso di specie sono stati letteralmente calpestati tutti i dettami della L. 104/92, legge quadro sulla disabilità che, ricordo a me stesso, pone il nostro paese all'avanguardia per quanto concerne la tutela e il riconoscimento dei diritti delle persone affette da disabilità, in quanto la dipendente sarebbe stata trasferita senza il suo consenso ed anche perché oltre al trasferimento la dipendente è costretta a subire un altra ingiustizia, dovuta agli spostamenti cui è costretta per le supplenze in altri plessi”. “Tanto premesso e ritenuto – scrive l’avvocato-, si interpella il Sindaco di Foggia affinché lo stesso dia notizie circa il trasferimento, a quanto pare illegittimo, della dipendente comunale disabile in altra sede lavorativa, nonché le relative motivazioni. Ed ancora, riferisca quali sono i dipendenti comunali in servizio affetti da disabilità titolari dei benefici di cui alla Legge 104/92 e se agli stessi sino garantiti i diritti sanciti dalla detta legge quadro”.

La notizia che circola in queste ore, infatti, è di altri dipendenti titolari di 104 trasferiti senza consenso presso altre scuole per sopperire alla carenza d’organico. Eppure nei mesi scorsi l’assessore il Comune di Foggia decideva il cambio di profilo professionale di un diverse unità di soggetti collocati nel settore infanzia, passati ad altra mansione amministrativa. Ed è questo che lamentano oggi i disabili, “costretti a sopperire alle carenza d’organico per far fronte alle assenze di chi oggi è passato negli uffici”. L’ente di Corso Garibaldi è bene che non resti in silenzio e fornisca una spiegazione.

Servizio trasporto disabili

Nella stessa interpellanza Vigiano aggiunge un secondo tema, sempre relativo alla disabilità: “Sempre nella giornata di ieri – scrive-, mi imbattevo in uno sfogo di un ragazzo disabile, il quale asseriva che il servizio di trasporto per le persone disabili del pomeriggio è stato soppresso a causa del cambio di appalto. In pratica, a quanto è dato sapere, il servizio di trasporto delle persone disabili è stato affidato ad un altra cooperativa e questa non garantisce più il trasporto pomeridiano delle persone disabili”.   Anche su questo si chiedono chiarimenti ossia “se il detto servizio è stato affidato ad altra cooperativa e se il servizio attuale è difforme rispetto a quello che veniva garantito in precedenza, fornendo le relative ed eventuali motivazioni”.

Su questo argomento, Foggiatoday ha provato nelle ultime 48 ore a chiedere spiegazioni all’Assessore ai Servizi sociali Erminia Roberto, invano. L’assessore non solo non ha inteso rispondere, ma non ci ha consentito neanche di porre domande, concludendo la comunicazione con una cornetta telefonica chiusa in faccia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ovviamente, andremo avanti e cercheremo di capire se il passaggio dalla cooperativa Aranea alla cooperativa Astra contempli effettivamente un ridimensionamento del servizio trasporto disabili e perché. Questo avremmo voluto chiedere all’assessore. Impossibilitati finanche a porla, la domanda.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • Taglio e piega a domicilio, nonostante il Coronavirus: sorpresa e denunciata parrucchiera abusiva

  • "Venite c'è un'autovettura rubata". Polizia si precipita in via Lucera: non era rubata ma dentro c'era della cocaina

  • Coronavirus, giovane foggiano trasferito d'urgenza a Bari: in gravi condizioni si è reso necessario l'impiego di Ecmo

  • Coronavirus: se un defunto muore in casa nessuna vestizione (indipendentemente dalla causa del decesso)

  • Il Coronavirus non si ferma ma galoppa: 41 nuovi contagi nel Foggiano e 13 morti in Puglia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento