Mongelli rescinde il contratto con la ditta dei lavori del Teatro Giordano

Il teatro più antico della Puglia doveva essere riaperto il 19 dicembre. Il sindaco ha inviato anche una segnalazione all'Autorità di vigilanza sugli appalti

Il Comune avrebbe dovuto consegnarlo prima di Natale e inaugurarlo il 19 dicembre, ma così non è stato. Il sindaco Mongelli ha rescisso il contratto con “La Raco”, la ditta appaltatrice per l’esecuzione dei lavori di ricostruzione e restauro del più antico teatro della Puglia, il Giordano. Da ben cinque anni e dopo una spesa vicina ai 5mln di euro, si attende la sua riapertura.


Oggi il problema sembra essere prettamente burocratico e riguarderebbe delle certificazioni relative ai lavori dell’impianto elettrico eseguito da “La Daga”, ditta subappaltatrice. Il sindaco ha perso la pazienza e ha effettuato anche una segnalazione all’Autorità per la vigilanza sugli appalti dei lavori pubblici.
 

Tutto rimandato quindi. A quando non si sa.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • VIDEO - Brumotti irrompe nel quartiere 'Fort Apache' di Cerignola: non solo droga, "qui si preparano gli assalti ai blindati"

  • Si sfiora la rissa in Chiesa, zuffa tra parrocchiani e neocatecumenali (che vogliono la corona misterica): "Giù le mani dal crocifisso"

  • Ultima ora - Arresti all'alba nel Foggiano: scoperti rifiuti interrati nel Parco del Gargano

  • Tragedia in strada: mezzo compattatore in retromarcia investe e uccide un passante

  • Figlio va a trovare il padre (boss di Foggia), introduce droga e micro-cellulari nel carcere di massima sicurezza: arrestato

  • Incidente stradale a Foggia: violento scontro tra auto e trattore nei pressi della Statale 16

Torna su
FoggiaToday è in caricamento