Teatro Verdi senza corrente, si difende Miglio: "Nessuna morosità, scelta d'imperio di Enel"

Le precisazioni del sindaco: "Le fatture che hanno causato il problema riguardano altre strutture: Enel ha effettuato il distacco senza che questo fosse stato comunicato." Il Comune si è adoperato per risolvere il guasto entro poche ore

Teatro Verdi

Francesco Miglio rompe il silenzio sulla vicenda legata al distacco dell'energia elettrica al Teatro Verdi di San Severo. Prende le distanze dall'accaduto e giustifica e 'assolve' l'Amministrazione comunale.

"Sul distacco Enel durato poche ore ed oggetto di inqualificabile strumentalizzazione l'Amministrazione comunale ritiene che accanto alla indignazione per l'episodio ed alla immediata solerzia per la risoluzione occorre fare totale chiarezza", spiega il primo cittadino. 


"L'Amministrazione comunale, infatti, non può che esprimere profondo rammarico per quanto successo la scorsa mattina al teatro e manifesta, come tutti, profonda indignazione, avendo avviato azioni per far chiarezza sulla vicenda e per procedere con le dovute sanzioni disciplinari nei confronti dei responsabili.
 Occorre però precisare alcune cose".

Innanzitutto per il primo cittadino va specificato che, dai primi riscontri effettuati, il teatro non è "protagonista" di nessuna morosità nei confronti di Enel. "Le fatture che hanno causato il problema riguardano altre strutture: è stata una scelta d'imperio della stessa Enel effettuare il distacco senza che questo fosse stato tempestivamente e formalmente comunicato".

LEGGI ANCHE:  COMUNE MOROSO, STACCATA LA CORRENTE AL TEATRO VERDI


"In secondo luogo va precisato che l'Amministrazione si è subito prodigata per il ripristino delle forniture, tanto che in poche ore si era già provveduto a riattivare la normale erogazione dell'energia elettrica. Allo stesso modo va sottolineato che non può che essere considerato demagogico e strumentale addossare alla parte politica responsabilità di natura gestionale che riguardano l'ordinario lavoro degli uffici". 


"In questo senso l'Amministrazione aveva provveduto all'espletamento delle sue funzioni di indirizzo stanziando i fondi necessari al pagamento delle bollette Enel nel suo bilancio. 
Oggi l'Amministrazione interpreta il proprio ruolo di controllo che sarà esercitato rigorosamente per verificare come mai, nonostante gli stanziamenti, risultano invece delle morosità". 


LEGGI ANCHE: VERDI AL BUIO, MARINO: "E' IL CREPUSCOLO DEI BIDONI"

Continua dunque il primo cittadino: "Siamo consapevoli che tanti dipendenti sono ottimi lavoratori e svolgono con capacità e professionalità il loro mestiere, ma questo non vale per tutti. A tal ragione da tempo l'amministrazione sta lavorando ad una profonda riorganizzazione della macchina comunale per offrire migliori servizi ai cittadini".

Poi la stoccata finale: "Ai professionisti del tanto peggio, tanto meglio potrà non piacere e continueranno a prodigarsi per lasciare una pessima idea della nostra città: sacrificare l'onestà intellettuale ed il dovere della verità sull'altare della contrapposizione politica fatta solo con demagogia non ci sembra aiuti a risolvere i problemi della nostra San Severo".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale: 20enne perde la vita in un terribile scontro frontale, nove persone ferite

  • Risucchiata dalle correnti bambina sprofonda giù, fratellino tenta di salvarla ma rischia di annegare. "Salvi per miracolo"

  • Dramma sfiorato a Peschici: rischia di soffocare al ristorante, salvato da un turista. "Maurizio, sei un eroe!"

  • Angelo non ce l'ha fatta: si è spento a 26 anni "un ragazzo fantastico". Due anni fa l'incontro con l'idolo Pippo Inzaghi

  • Rissa di Ferragosto in pieno centro: scoppia lite tra due uomini, uno si scaglia contro gli agenti. Arrestato

  • Grave incidente stradale tra Trinitapoli e Cerignola, scontro tra due auto: un morto

Torna su
FoggiaToday è in caricamento