Cangelli replica alla “cantilena” di Mainiero: “C’è una sentenza, nessun illecito da Aipa”

L’assessore risponde nuovamente al capogruppo di Fdi-An, secondo il quale Aipa aveva trattenuto illegittimamente 8 milioni come aggio sull’Imu: “Tesi infondata. I pronunciamenti della magistratura valgono più delle sue opinioni”

Riscossione tributi a Foggia: dopo la pubblicazione della indagine de ‘Il Sole 24 Ore’ sulla percentuale di incasso delle imposte, cui hanno fatto seguito il commento di Landella e l’ennesimo attacco all’Amministrazione di Giuseppe Mainiero, arriva la replica dell’Assessore Sergio Cangelli: “Il consigliere comunale di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, Giuseppe Mainiero, nella sua ossessione per la vicenda relativa al rapporto contrattuale tra Comune di Foggia ed Aipa SpA, continua a ripetere come una cantilena cose che non hanno fondamento, quantomeno rispetto ai pronunciamenti della Magistratura, che dovrebbero valere un po’ di più dell’opinione personale di un consigliere comunale”.

Ribadire svariate volte una tesi infondata, purtroppo per il consigliere Mainiero, non la trasformerà in una verità”, commenta Cangelli, che già in passato aveva avuto uno scontro verbale con il capogruppo di Fdi-An. “Non è la prima occasione in cui suggerisco al consigliere comunale, purtroppo invano, di correggere questo comportamento. Mainiero nella sua ultima nota inviata alla stampa riprende la litania dei “recessi farlocchi” e degli “oltre 8 Milioni di euro illegittimamente trattenuti da Aipa SpA spa come aggio sull’IMU”. Ora, a meno che il consigliere comunale di FDI-AN non sia convinto che la sua opinione personale abbia più valore dei pronunciamenti della Magistratura, vale la pena ricordare che il Tribunale del Riesame, con l’Ordinanza di dissequestro dei beni di Aipa SpA – sequestrati dalla Procura della Repubblica di Foggia proprio sulla base dell’ipotesi di peculato per il trattenimento illegittimo delle cifre di cui parla il consigliere Mainiero – del 25 febbraio 2016, sebbene dovesse pronunciarsi soltanto sulla sussistenza delle esigenze cautelari, è entrato nel merito della vicenda, chiarendo che ‘il contratto legittimava Aipa SpA a procedere all’autoliquidazione del proprio corrispettivo, versando al Comune solo una parte dei tributi e trattenendo la restante parte – nella misura dedotta in contratto – a titolo di aggio’”.

Cangelli prosegue: “I magistrati del Riesame hanno inoltre aggiunto che ‘l’articolo 5 del contratto di affidamento prevedeva che ‘alla concessionaria spetterà un aggio pari al 7,69% sulla riscossione a qualsiasi titolo conseguita’, specificando che in forza proprio di questo articolo “Aipa SpA era quindi legittimata a trattenere l’aggio ad essa spettante per l’attività svolta in relazione ad IMU e TARES sulle somme riscosse ‘a qualsiasi titolo’ e, dunque, anche sulle somme riscosse a titolo di altri tributi che Aipa SpA era legittimata, in base al contratto, ad incassare”. Sulla base di queste considerazioni il Tribunale del Riesame ha disposto il dissequestro dei beni ed escluso il delitto di peculato”.

"Un’Ordinanza - aggiunge Cangelli - il cui impianto è stato successivamente confermato dalla sentenza della Suprema Corte di Cassazione numero 1707 dell’11 novembre 2016, che ha respinto il ricorso promosso dalla Procura della Repubblica di Foggia contro il provvedimento di dissequestro del Tribunale del Riesame. La Suprema Corte di Cassazione, a questo proposito, pur pronunciandosi sul piano della legittimità del dissequestro e non sul merito, ricorda che ‘in forza della convenzione Aipa SpA ha fornito servizi anche con riferimento all’IMU, provvedendo all’aggiornamento della banca dati, alla verifica di tutte le dichiarazioni e comunicazioni rilevante e all’espletamento delle attività di back office per le variazioni e correzioni dei versamenti effettuati'’”.

L’assessore conclude: “Queste sono le motivazioni sulla base delle quali il Tribunale del Riesame prima e la Suprema Corte di Cassazione poi hanno escluso la circostanza che il consigliere Mainiero ripete in continuazione, evidentemente senza rendersi minimamente conto di affermare qualcosa che non trova alcun riscontro nei fatti.
Un conto è la legittima polemica politica, un altro sono i fatti. Ed i fatti, salvo pronunciamenti in senso contrario da parte della Magistratura, dicono che il consigliere Mainiero ha torto e che Aipa SpA non ha trattenuto nulla in maniera illegittima”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Caro Ambrogio, Cancelli come spesso accade confonde i profili.
    C'è un profilo penale, tutt'ora in corso di accertamento, la Procura ha ritenuto meritevoli le mie argomentazioni, aprendo un fascicolo, richiedendo una proroga delle indagini ed inviando gli "Avvisi di Garanzia", a dirigenti ed amministratori della società aipa e del Comune di Foggia, per quanto noti, evito di fare i nomi, la gogna mediatica non mi appassiona.
    Cancelli ritiene che la revoca della misura cautelare del sequestro di oltre 9 milioni di euro illegittimamente trattenuti da AIPA SPA sia una assoluzione, peccato per lui la Procura non è la pensa così, se è vero, come è vero, che ha chiesto una proroga delle indagini.
    Certo, visto la "massa in liquidazione della società" sarei stato più tranquillo se quelle somme fossero restate sequestrate e sottratte dalla possibile distrazione in favore dei terzi creditori della società AIPA che hanno insinuato il passivo della società con titoli esecutivi, a differenza del Comune di Foggia, ed in particolare dal Servizio, di cui Cancelli è assessore, reo di una serie di inadempimenti all'attenzione della Sezione Procura della Corte dei Conti.
    Il punto "ambrogio" è proprio questo, circa 9 milioni illegittimamente trattenuti da AIPA, la illegittimità può avere anche natura diversa da quella penale, che comunque i Giudici stanno ancora accertando nonostante il parere del noto cassazionista cancelli.
    Caro ambrogio, capisco che un maggiordomo è per sempre, ma c'è un limite oltre il quale un maggiordomo non dovrebbe spingersi, soprattutto se si parla di tributi, e non stupidaggini.

  • E mi sembra sbagliato Ambrogino... Il nodo principale di questa vicenda non è l'inesistenza di un reato ma se vi siano state (ritengo che ce ne siano) delle indebite autoliquidazioni e a quanto ammonti in non riscosso di questa sgangheratissima società di riscossione. Il problema è comprendere perché il Comune abbia con responsabilità individuali personali evidentissime omesso di attivare le procedure convenzionali volte alla regolare instaurazione del contenzioso. Ci sono attività che un amministratore non può e non deve demandare alla Magistratura. La realtà è che siamo agli ultimi rantoli di una disastrosa gestione del Comune.
    Ambrogio come nella pubblicità del 1992 .... Ferrero Rocher soddisfa la voglia di buono... ma non scambiare la cioccolata per m

  • Eh mi sembra che anche in questa vicenda, come per Amiu , il consigliere Mainiero ne esce con la schiena rotta perché mostra di parlare senza conoscere, nel merito, i documenti delle varie situazioni .
    Mi spiace che Mainiero stia perdendo credibilità però non si possono affermare stupidaggini su argomenti così importanti per la città !
    Forse meglio che impari anche lui a tacere un po' per il bene di questa città.

  • E’ un dato di fatto che Foggia ha le teriffe fiscali più alte d’ITALIA

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Testimonianza shock: all'ombra del crocifisso orge gay tra escort e preti

  • Cronaca

    A Troia una "bomba ecologica" più grande dell'ex Fibronit: la Regione vuole cancellare il "disastro"

  • Salute

    Vaccini per non farsi influenzare: "efficace e sicuro", importante per le categorie a rischio

  • Salute

    Chiude il laboratorio analisi di piazza della Libertà, "punto di riferimento per i foggiani". Landella: "Così non va bene"

I più letti della settimana

  • Omicidio a Foggia: quarantenne ucciso a colpi di pistola in un'area di servizio lungo la Statale 673

  • Scacco matto della polizia allo spaccio di Piazza Mercato: ecco i nomi degli 11 arrestati

  • Imprenditrice muore nel Foggiano: schiacciata da un muletto in "circostanze anomale"

  • Spaventoso incidente in viale Fortore: si schiantano contro quattro auto, una centralina e un palo della luce

  • Piazza Mercato...della droga, stroncato giro di spaccio tra giovani e minorenni: 11 arresti

  • Morto agente della polizia locale: era stato investito mentre lavorava il giorno di Ferragosto

Torna su
FoggiaToday è in caricamento