Ventura richiama tutti all’ordine: “La politica è una missione, non una faccenda per addetti ai lavori”

Il consigliere comunale invita tutti a “riscoprire il senso della missione degli amministratori, senza personalismi e protagonismi ma nel solo interesse della nostra comunità”

 “I giorni scorsi hanno portato alla comunità foggiana notizie positive, traguardi tagliati dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Franco Landella: dalla prossima apertura del secondo casello autostradale al piano sicurezza varato per il ‘Quartiere ferrovia’, dal cartellone di eventi per le festività natalizie all’ammissione da parte della Regione Puglia del progetto presentato dal Comune per il Distretto Urbano del Commercio, fino ai fondi destinati al programma ‘Da periferia a periferia’. Segnali che, in una fase particolarmente convulsa della vita politica nazionale, riportano al centro dell’attenzione senso e finalità del mandato che gli elettori hanno conferito a ciascuno di noi”, è quanto dichiara in una nota Lucio Ventura, consigliere comunale eletto nella lista La Puglia prima di tutto.

“Una riflessione che investe tutti, a prescindere dalla singola appartenenza partitica. Perché chiunque sia impegnato in politica oggi più che mai è immerso troppo spesso in una perenne campagna elettorale ed in una spasmodica ricerca di visibilità. Circostanze che rischiano di derubricare la politica a faccenda per ‘addetti ai lavori’, distante dalle esigenze e dalle istanze reali delle comunità. I riti della politica, i rapporti tra partiti, l’affermazione delle singole identità hanno il loro valore e la loro importanza. Occorre tuttavia sempre essere attenti ad evitare che tutto questo faccia smarrire la strada maestra, soprattutto all’interno degli Enti Locali. Scimmiottare le logiche e le dinamiche della politica nazionale, infatti, confonde gli elettori e le priorità”.

Ventura prosegue: “Essere amministratori non è una funzione minore. Anzi, oggi più che mai, è forse il più importante ruolo che si possa rivestire. In una politica che appare sempre più distante dai cittadini, stare ‘in trincea’ sul territorio è la responsabilità più gravosa ed onerosa. E proprio sulla base di questa consapevolezza è necessario tornare ad occuparci delle questioni che ci appartengono davvero, con pragmatismo, senza sterili e strumentali protagonismi. La qualità della classe dirigente di un Comune non si misura dal numero delle comparsate e dalle apparizioni, dalle polemiche e dai personalismi, dagli insulti all’avversario e dalle dichiarazioni a effetto, dalle postazioni di governo e di gestione occupate. L’unico elemento che conta davvero è la capacità di affrontare e risolvere problemi ed emergenze, quelle piccole come quelle grandi”.

Dunque, secondo il consigliere comunale “è importante mettere le istituzioni al riparo da una deriva qualunquista che si fa strada con grande facilità tra chi è destinatario di un compito difficile, complesso e delicato. Decoro, senso di responsabilità, onestà, umiltà, attenzione per le istanze della comunità, spirito di sacrificio per cercare soluzioni e per programmare azioni che determino sviluppo e crescita socio-economica sono i capisaldi del lavoro che ogni eletto ha il dovere di compiere fuori e dentro il ‘palazzo’, in maggioranza o in minoranza”.    

“Le buone notizie di questi ultimi giorni – chiosa Ventura – ci indicano la strada da seguire e gli obiettivi che attraverso questo percorso è possibile centrare nell’interesse collettivo e per il bene comune. Per essere all’altezza del compito al quale siamo stati chiamati dai cittadini: amministrare la nostra Foggia”.

Potrebbe interessarti

  • A spasso nel Gargano e quella torre che si affaccia sul mare cristallino tra i laghi di Lesina e Varano

  • Come allontanare api, vespe e calabroni: alcuni rimedi naturali

  • Gargano da amare: dai faraglioni di Mattinata al castello di Manfredonia, dalla Basilica di Siponto alla grotta di San Michele

  • Gli usi del bicarbonato di sodio che ancora non conosci

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla Statale 16, terribile scontro tra Lesina e San Severo: un morto e un 24enne trasportato in ospedale

  • Voleva togliersi la vita, Roberta lo ha salvato e poi il blackout: così Francesco l'ha uccisa a mani nude

  • Ultim'ora | Vento forte, grandine e fulmini sul Gargano: il maltempo minaccia l'estate in Capitanata

  • San Severo sotto shock piange Roberta Perillo: "È in un altro mondo, dove esiste amore autentico"

  • Ultim'ora | Omicidio a San Severo, giallo in via Rodi: uccisa una donna

  • "Non l'ho uccisa perché voleva lasciarmi", ma Roberta non c'è più. La denuncia sui social: "Le amiche sapevano, nessuno l'ha ascoltata"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento